La primavera nell'Alto Vicentino: cosa fare tra Valdagno e Recoaro

Alto Vicentino: cosa fare a Valdagno e Recoraro

Se leggete questo blog di viaggi da un po' saprete sicuramente che l'Alto Vicentino è la mia terra, quella in cui sono nata e cresciuta. Come succede a molti, per un po' di tempo ho fatto a pugni con le mie origini e forse è stato un bene. Dopo la morte di mia madre ho ritrovato l'amore per la terra che mi ha generato e dato forma, amore in tutte le sue parti: dal gusto, alla storia, alla bellezza della natura. La primavera è un periodo perfetto per visitare l'Alto Vicentino (a dire il vero non riesco a trovare un periodo sfavorevole, fate un po' voi, ogni stagione ha le sue bellezze) e oggi vi voglio raccontare cosa fare durante un week-end da passare ai piedi delle Piccole Dolomiti in Veneto: tra Valdagno, Recoaro e le loro montagne.
C'è un'immagine che mi fa commuovere sempre quando riparto da Valdagno per tornare a Carpi, magari dopo un week-end passato a casa in compagnia di amici e di luoghi che urlano "sei a casa, sei a casa" a tutta voce dentro il mio cuore. Succede sempre quando, tornando verso l'autostrada e superata la zona industriale, guardo lo specchietto retrovisore della mia auto e vi vedo riflesso il Pasubio, una montagna che per me è come un libro aperto da leggere, studiare e amare. Mi succedeva anche quando vivevo in Svizzera e tornavo verso il confine elvetico. La cornice dei monti che racchiude l'Alto Vicentino della mia vita fino a 22 anni è quello che più mi manca ora che vivo in pianura.


Fritola con la maresina

Quando ero piccola, attendevo la primavera per uscire in giro per campi con mia nonna Cecilia per cercare pissacan, bruscandoli, sciopeti e maresina. Nell'ordine stiamo parlando di foglie di tarassaco da bollire e mangiare, asparagi selvatici con cui fare il risotto, foglie di Silene Vulgaris sempre per fare il risotto e le foglie del Tanaceto Partenio che, nella mia Valdagno, si utilizzano in vari modi. Il re degli utilizzi della Maresina è il fritto: la Fritola con la Maresina De.Co di Valdagno è una di quelle cose che mi riportano agli albori della mia esistenza. Sembra che mia madre, la Bruna, non disdegnasse di mangiare una fritola il venerdì mattina (giorno di mercato a Valdagno) mentre era incinta di me. Il sapore della frittella e l'amaro della Maresina sono per me una sorta di rifugio da cercare quando voglio sentirmi a casa al 100%. Dove si può trovare la Fritola con la Maresina De.Co a Valdagno? Il venerdì potete cercarla alla Rosticceria Rosa, alla fine del centro, davanti al cortile posteriore della Biblioteca. Il sabato, invece, troverete un apposito stand in piazza Cavour, dove si tiene il mercato di Campagna Amica. Già che ci sono, vi dico che sabato 8 e domenica 9 Aprile ci sarà a Valdagno la Festa della Maresina... un'occasione in più fare un giro nell'Alto Vicentino e gustare questa "erbaccia" così speciale per me.

Visitare la montagna spaccata

Di non solo mangiare si vive nell'Alto Vicentino anche se, come ho già scritto più volte, ci difendiamo davvero bene. Una delle attività che vi consiglio fortemente è una visita alla Montagna Spaccata. Questo luogo si trova a metà strada tra Valdagno e Recoaro e lo troverete facilmente seguengo la SP246 verso Recoaro e seguendo gli appositi segnali. Approderete di fronte ad un ottimo punto di ristoro (assaggiare la sopressa) dal quale si accede alla gola scavata, in chissà quanto tempo, dal torrente. Su questo luogo aleggia una leggenda molto bella, che parla di Anguane e amore. Ho già scritto qualcosa a riguardo e vi dico solo che, visitando questo luogo, vi sembrerà di essere approdati a Gran Burrone o in un regno fatato. Fidatevi!

Anello storico delle Piccole Dolomiti

Proseguite verso Recoaro Mille e andate a godervi una passeggiata tranquilla a livello fisico ma molto intensa per quanto riguarda il profilo naturale. Sto parlando del Sentiero dei Grandi Alberi, un percorso che può essere completato in varie lunghezze (9km, 6km e così via) e che vi poterà a percorrere quelle che noi chiamiamo Le Montagnole Basse. Siete nel cuore delle Piccole Dolomiti Vicentine, su un sentiero che vi condurrà tra pascoli, boschi e vecchie malghe. Nel periodo estivo le malghe sono aperte perché le mucche sono in alpeggio e questo (e il formaggio) rende tutto più bello.

Piccole Dolomiti: la strada del Re

Da Recoaro Mille vi faccio scendere per poi risalire verso Campogrosso, altro luogo che per me è un rifugio che sa di casa. Qui trovate sentieri per tutti i gusti e i livelli di preparazione ed allenamento. I percorsi che vi segnalo io sono due: l'Anello Storico delle Piccole Dolomiti, molto facile da percorrere (sempre con gli scarponi, però!). Si tratta di un percorso che vi porterà a scoprire posti di ossevazione, trincee e piccoli bunker costruiti e vissuti in pieno durante la Prima Guerra Mondiale. Campogrosso, infatti, si trova sull'esatto confine tra Veneto e Trentino e qui, a quei tempi, passava il confine con l'Impero Austro-Ungarico. Si trattava a tutti gli effeti di una prima linea di guerra. Il secondo percorso parte sempre dal Rifugio Campogrosso ma in direzione opposta rispetto all'Anello Storico: si chiama la Strada del Re e vi poterterà sul ponte tibetano che è stato costruito per superare un pezzo di strada franato. La Strada del Re vi condurrà dritti al Pian delle Fugazze e all'Ossario del Pasubio. Qui troverete il Museo della I Armata, una piccola esposizione ben curata che vi racconterò cos'è stata la Prima Guerra Mondiale sui miei monti.

Pasubio: museo della Prima Armata

Possono bastare come consigli per visitare l'Alto Vicentino in primavera? Io spero di sì e spero che la mia terra vi sappia conquistare con la sua bellezza, genuinità e sincerità.




Tutte le foto sono © Giovy Malfiori, salvo diversamente indicato - riproduzione vietata

Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...