Germania: visitare la casa di Goethe a Weimar

Visitare la casa di Goethe a Weimar

Avete presente quando aspettate un viaggio da una vita e, durante quel dato viaggio, non vedete l'ora di andare a visitare un certo luogo? Ecco, quando l'anno scorso sono arrivata a Weimar, in una giornata di pieno inverno, il mio desiderio era uno solo: visitare la casa di Goethe. Intanto. Quella città tedesca era nella mia mente da molto tempo. La gioia di essere lì e di poter vedere con i miei occhi la casa di un tale genio è stata così grande da impedirmi di fare foto decenti. Ciò che, però, è ancora in mio totale potere è raccontarvi quell'esperienza e dirvi perché, secondo me, vale la pena di organizzare un viaggio in Germania che abbia in Weimar una delle sue tappe.

Ormai anche il codice HTML di questo blog si è reso conto di quanto Weimar sia una città densa di cultura, storia e cose interessanti. Non a caso (e non mi stancherò mai di ripeterlo) è l'unica città in tutta la Germania ad essere chiamata Kulturstadt fin da tempi non sospetti e ha mantenuto questo nome anche in pieno periodo DDR. Lo ricordiamo: Weimar si trova nel Land della Turingia che faceva parte della Germania Est. Essa non ha mai smesso di essere una calamita per i visitatori che amano la letteratura e la storia tedesca. L'attrattiva principale è costituita sicuramente dal fatto Goethe e Schiller, assieme ad altre persone di alta caratura, hanno vissuto in questa città e qui hanno prodotto dei gran capolavori. La casa di Goethe è una di quelle visite imperdibili, forse il primo punto da indicare in un'ipotetica guida dal titolo "Weimar 101" o "Cosa fare a Weimar".



Il miglior luogo per entrare a contatto con la personalità di Goethe e il suo gusto così classico, dovuto anche a molti viaggi nel nostro paese, è sicuramente una visita alla Goethe-wohnhaus, la sua casa in città, gestita ora da una fondazione chiamata Klassik Stiftung Weimar. Questa fondazione gestisce anche altre perle della città, come per esempio la Biblioteca di Anna Amalia, altra cosa che non vi consiglio di scordare di visitare. Per entrare a casa di Goethe si pagano 12,50€ che, in apparenza, possono sembrare molto ma che, rapportati alla caratura del luogo, per me non sono proprio tanti. Certo: dovete chiedervi, prima di entrare, quanto amate quell'uomo e quanto la vostra testa sia intrisa di letteratura tedesca perché la casa di Goethe è una sorta di tempio per gli amanti del genere. Per me è ancora intrisa del suo genio. Probabilmente io, però, sono un caso a parte.


Cosa si può ammirare dentro la casa di Goethe a Weimar?
In primis, si attraversano degli ambienti che possono illustrarvi come poteva vivere un letterato e uomo di cultura che, a quel tempo (stiamo parlando della fine del XVIII Secolo), se la passava piuttosto bene e poteva permettersi di rendere la sua casa una sorta di luogo di ammirare. Goethe rappresenta, per la cultura europea, la scintilla che ha innescato il Romanticismo come movimento culturale e, nel suo cuore, era un grande classicista. Come i Romantici dopo di lui, guardava al passato con una sorta di nostalgia per la perfezione che notava in un tempo già compiuto. Se il tempo è già compiuto non ci può portare che all'ammirazione mentre il presente ci agita e ci tormenta. Goethe ha fatto della sua casa un posto dove poter ammirare la misura e la perfezione della classicità che lui aveva notato in viaggio in Italia. Acquistò, nel nostro paese, molte stampe sulla Roma antica e si fece fare dei disegni per far riprodurre, una volta tornato in Germania, busti e teste di epoca romana classica.

foto da Wikimedia Commons

La casa di Goethe non è solo questo: è molto di più. Come vi dicevo, per me è ancora intrisa del suo genio e tutto ciò è perfettamente capibile quando si lasciano gli appartamenti pubblici, quelli in cui Goethe riceveva amici e parenti, e si arriva alla parte privata della casa. Il suo ufficio, la libreria e la piccola stanza che si era ricavato per poter dormire vicino ai suoi scritti sono, per me, il vero cuore della visita alla Goethe Wohnhaus di Weimar. Si tratta di una zona piccola, molto più modesta del resto della casa dove ogni bellezza sembra bandita per lasciare solo spazio alla scrittura, alle parole, al Goethe uomo che si fonde con il Goethe scrittore. La visione della sua biblioteca personale mi ha messo i brividi e, ve lo ripeto, io sono proprio un caso a parte.



Un libro da leggere prima della vostra visita a Weimar?
Il primo che viene in mente a tutti, ovviamente, è I dolori del giovane Werther ma io vi direi di andare oltre quella pubblicazione. Un mio professore all'Università diceva che la lettura de "Le Affinità Elettive" di Goethe andrebbe imposta per legge come educazione culturale europea. Ci ho messo del tempo ma, alla fine, gli do ragione. Quindi io vi consiglio questo romanzo pubblicato nel 1809 che sarebbe capace, anche 200 e passa anni dopo, di "fare le scarpe" a libri usciti da pochi mesi.

Weimar è bella e interessante sempre ma il 2017 è un anno particolarmente significativo. Molto prima di Goethe, un illustre cittadino di Weimar fu Martin Lutero e quest'anno ricorrono i 500 anni dalla riforma. Weimar si trova proprio sulla Lutherweg, un percorso storico che permette di visitare i territori legati alla vita del Riformatore tedesco. Un motivo in più per partire.



Tutte le foto sono © Giovy Malfiori, salvo diversamente indicato - riproduzione vietata


Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...