Viaggio in California: Oakland in 7 punti fondamentali



Mentre voi leggete questo post io sarò in viaggio verso l'Oregon. Il Coast Starlight mi starà portando da Sacramento a Portland e dentro di me c'è già tanta voglia di scrivere qualcosa su questo viaggio alla scoperta delle West Coast americana. La California ha occupato molti dei miei giorni a disposizione ed io ne sono molto felice: due anni fa circa facevo il mio primo viaggio da queste parti e, ripartendo, mi ero proprio ripromessa di tornare. Ed eccomi qui. La prima regola per chi ama viaggiare e quella di non smettere mai di fare progetti. Prima o poi uno diventa realtà. Quello che vi voglio raccontare oggi è una sorta di sommario delle cose da non perdere ad Oakland, una sorta di lista dei post che, sicuramente, scriverò al mio ritorno.

Ad Oakland ci sono ancora delle querce in giro per la città, probabilmente non sono le stesse che hanno dato il nome alla città nel 1850 o giù di lì ma sono comunque degli alberi splendidi, almeno per me. Oakland è risciuta a sorprendermi e ad entrarmi un po' nel cuore a metà della prima giornata intera passata nella Bay Area, quando il mio contapassi segnava già un percorso arrivato al dodicesimo kilometro ed io mi sono detta che avrei fatto bene a prendere il traghetto per andare a salutare San Francisco. Guardando Oakland dalla barca mi sono detta che io e lei ci stavamo campendo proprio alla perfezione. Ecco cosa ho capito di lei.

1) Mai dire che Oakland è "l'altra città della baia"
Oakland ha una sua storia, una sua personalità, un suo modo di vivere e raccontarsi. Non assomiglia a San Francisco per nulla ed io l'ho trovata eccezionalmente vera e bella.

2) Mai dimenticarsi di Chinatown 
Dopo quella di San Francisco, la Chinatown di Oakland è la più longeva e densa di storia della baia. Qui arrivarono i cinesi per costruire la ferrovia e divennero poi lavoratori del porto, La comunità cinese è molto unita e, camminando per le sue vie, si possono fare grandi incontri: come il migliore ristorante cinese mai testato prima. Vi racconterò

3) La città non finisce nel suo centro o a Midtown
L'imperativo per Oakland è "Go North", sia lungo la Broadway che lungo la Telegraph avenue, dove c'è tanta vita, dove vivono tante razze mescolate fra loro e danno vita ad un qualcosa di unico


4) Preparatevi ad un alto livello di cultura hipster
Ne ho viste di ogni: dalla barba, ai risvoltini, alle biciclette vintage per arrivare ai baffi curati all'estremo. Che meraviglia! Una delle cose più belle che ho fatto è stato sedermi su una panchina per osservare l'umanità.

5) I mezzi pubblici funzionano benissimo
Oltre a coprire innumerevoli isolati a piedi, ho usato molto i mezzi pubblici. Oakland possiede una linea di bus gratuita che gira in città dal lunedì al venerdì, dalle 7 del mattino fino alle 7 di sera. Copre la città da nord a sud ed è comodissima. Dove non arriva il bus gratuito, c'è quello di linea a pagamento. 2 $ per una corsa nel circondario cittadino: non poco ma nemmeno una cifra fuori dal mondo. Sugli autobus ho apprezzato la cordialità delle persone.

6) Il cibo
Grazie al suo nutrito bacino di vita, esperienze e provenienze, Oakland possiede un sacco di posti pazzeschi dove mangiare. Un consiglio: diffidate dall'apparenza data dai siti internet dei locali e entrate nel ristorante che vi ispira. Vi racconterò.

7) Il treno che passa in mezzo alla strada è una figata pazzesca.
Per ora vi basti questo. Ad ogni fischio, fatto per segnalare il suo arrivo, la mia mente iniziava con "when I hear that whistle blowing, I hang my head and cry", pensando a quel genio di Johnny Cash. 

Per ora vi basti questo. Potrei andare avanti non so quanto con questo elenco ma voglio tenermi tutto per quando tornerò in Italia e comincerò a guardare le foto per capire cosa scrivere, cosa raccontare e, già lo so, sentirò quella piccola stretta al cuore. Quella che, a modo suo, fa rima con nostalgia di viaggio e fa rima con un'emozione richiamata in un momento di tranquillità. Wordsworth docet.
A presto, promesso.



Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.


Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...