Next Stop: un viaggio in treno sulla West Coast degli Stati Uniti

USA: la west coast in treno


Succede che il tempo ti sfugga dalle mani e capita di ritrovarsi a ridosso di una partenza quasi senza essersene accorti. Capita anche di sognare un viaggio, scriverne per mille motivi e poi ritrovarsi proprio di fronte a quell'itinerario, quel percorso, quelle città da conoscere. Tutto questo sta succedendo a me e, mentre io mi trovo all'annuale Show-Case di VisitUSa Italy, qui sul blog vi racconto di un viaggio alla scoperta della West Coast degli Stati Uniti. Un viaggio che mi vedrà da sola (ok, con il mio fidato Yoda), un viaggio che mi porterà a conoscere Oakland, Sacramento e Portland. California e Oregon mi aspettano, come mi aspettano i binari e i treni di Amtrak che saranno i miei fedeli mezzi di trasporto per questa nuova avventura alla scoperta degli Stati Uniti.

Fosse per me userei sempre il treno. Amo spostarmi così. amo perdermi nel guardare fuori dal finestro, amo prepararmi con 15 minuti in anticipo prima di scendere per osservare il mondo che scorre fuori dalle porte del treno. Amo quando il dondolio del viaggio mi fa addormentare e amo quando non provo un minuto di sonno perché non mi voglio perdere nemmeno un centimetro della strada percorsa. Quando ero piccola sognavo che i treni sarebbero andati anche nello spazio (tutta colpa di Galaxy Express 999, lo guardavate?) e un giorno mi sono detta che avrei provato a salire almeno su un treno in ogni continente. Ecco perché mi rende ancora felice partire per la California e avere la possibilità di attraversare tutto il nord di questa nazione per poi arrivare nella città di Portland, in Oregon.

Viaggio in treno negli Stati Uniti

Il mio viaggio mi vedrà atterrare a San Francisco, quasi esattamente due anni dopo il primo viaggio alla scoperta della California. Questa volta mi concederò di passare qualche giorno dall'altro lato della baia, ad Oakland, dove andrò in cerca di tante cose belle da raccontare. Mi auguro di riuscire ad andare a vedere Berkley, un'università densa di storia e dall'immenso significato per tanti momenti storici contemporanei. Da Oakland il Capital Corridor, uno dei treni di Amtrak, mi poterò dritta nella capitale di questa nazione: Sacramento. Ho letto moltissimo su questo luogo e non vedo l'ora di poter conoscere questa città che non così spesso viene inclusa in itinerari di viaggio che esplorano la West Coast degli Stati Uniti. Prometto di andare in cerca della casa della Famiglia Bradford e dell'ufficio di The Mentalist. Gli appassionati di serie tv sanno sicuramente di cosa sto parlando. Ciò che mi interessa maggiormente, però, è addentrarmi - e non poco - nella storia della California che, l'ho scoperto da poco, mi appassiona sempre più.



Passerò qualche giorno a Sacramento e non mancherò di raccontarvi le bellezze della Capitale e poi partirò a bordo del Coast Starlight che mi porterà, attraverso tutto il nord del paese, in quel di Portland, nello stato dell'Oregon. Il viaggio tra Sacramento e Portland inizierà qualche minuto prima della mezzanotte e vedrà la sua fine ben 15 ore dopo. In treno ci sarà una cuccetta ad attendermi e tutti i comfort che un treno del genere sa offrire ai viaggiatori che si avventurano in un viaggio ferroviario attraverso gli Stati Uniti. La mia colonna sonora sarà Shine a light, l'album che Billy Brag ha registrato con Joe Henry proprio viaggiando sui treni Amtrak. Non vedo l'ora di fotografare l'alba mentre il treno mi porta verso nord!


Mai avrei pensato nella mia vita di arrivare in Oregon e di fermarmi lì qualche giorno. Portland è conosciuta come la città con il rapporto più alto di food-truck per abitante, nonché è un'ottima destinazione per chi ama la birra artigianale. Ho come idea che non mi ci troverò male. Sto leggendo varie informazioni in questi giorni e sono sicura che Portland, in un certo modo, saprà sorprendermi. Da lì riprenderò il Coast Starlight in direzione opposta (la meta del Coast Starlight a nord è Seattle mentre a sud è Los Angeles) e punterò di nuovo verso la Baia di San Francisco. Il viaggio sarà davvero lungo perché rimarrò sul treno circa 18 ore e mezza. Un po' dormirò, un po' sognerò nuovi viaggi, un po' scriverò sul blog quanto avrò vissuto nei giorni prima.



Ringrazio di cuore KLM, Visit California, Travel Oregon, Amtrak e Master Consulting per l'appoggio nell'organizzare una simile avventura. Il cielo solo sa quanto vorrei organizzare almeno una partenza così in ogni stagione del mio anno ma, avendo scelto una vita da freelance, che mi dà tanta libertà di gestione delle mie attività ma non sempre mi rende possibile il fatto di mettere assieme tutti i pezzi e partire quando voglio io, come voglio io. C'è voluto un po' di tempo ma ce l'ho fatta e sono molto felice di poter fare questo viaggio da sola dall'altra parte del mondo. Gian mi mancherà da matti ma sarà bellissimo tornare per ritrovarlo - fatalità - sul bordo di un binario ad aspettare che un treno (l'ennesimo) mi riporti a casa dall'aeroporto per l'ennesima volta.

Prima di partire scriverò tutti i riferimenti per seguirmi on the road... o dovrei dire on the rail, visto che quella sarà la caratteristica più forte di questo viaggio. Sono bene accetti tutti i consigli che vorrete lasciarmi nei commenti o via mail. Pensatemi perché sarà un viaggio grandioso e spero di essere all'altezza dei racconti che vi aspettate.
"... come un sogno questo treno viaggerà..."



Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.


2 commenti:

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...