Visitare l'isola di Helgoland: intervista a Giusi



Alla fine di Dicembre mi ha scritto Giusi, che è arrivata a leggere questo blog di viaggi cercando notizie su viaggi sull'isola di Helgoland, una delle perle della Germania del nord. Lo sapete, io amo molto le isole e le amo soprattutto quando sono bagnate da mari freddi e sono sferzate dal vento. Helgoland (che io chiamavo simpaticamente Legoland, quando studiavo tedesco alle medie) è un pezzo di terra meraviglioso che si trova nel mare del Nord e può essere raggiunto in traghetto da Bremehaven, Cuxhaven o Amburgo. E' un'isola dove la natura (e il rispetto di essa) regna sovrana, dove chi soffre di allergie solitamente sta bene e dove andare soprattutto d'estate. Giusi c'è stata in inverno e ci racconta com'è stato il suo viaggio alla scoperta di Helgoland.

Come accade sempre per la rubrica "Terre Estreme", abbiamo fatto a Giusi qualche domanda sul suo viaggio a Helgoland.



Giovy: Come mai hai scelto di fare un viaggio a Helgoland?

Giusi: Siamo un piccolo gruppo di amiche malate di viaggi rivolti ad osservare e fotografare la natura e soprattutto gli animali .Il motore del gruppo è Patrizia. Avendo pochi giorni disponibili, è uscita tra di noi la proposta di andare a visitare il piccolo arcipelago di Helgoland, nel Mare del Nord, al largo della costa della Germania, per osservare le foche grigie che vivono in una nutrita colonia sulla più piccola isoletta di Dune, raggiungibile facilmente in pochi minuti di barca da Helgoland.



Gio: Cosa ti aspettavi e cosa hai trovato?

Giu: Visto il periodo, inizio dicembre, speravamo di poter vedere almeno qualche piccolo di foca appena nato, invece, con nostra graditissima sorpresa, le fochine erano numerosissime. Ogni femmina aveva il proprio piccolo, qualcuno appena nato e qualcuno che già cambiava il colore della pelliccia! Ci hanno poi spiegato che le nascite erano avvenute in anticipo causa il clima anomalo. Abbiamo potuto osservarle da vicino, a pochi metri, abbiamo assistito a molte lotte tra adulti, alcune piuttosto sanguinose. Inoltre, abbiamo assistito ad alcuni accoppiamenti: le femmine si accoppiano quando il piccolo inizia la muta. Gli accoppiamenti sono  preceduti comunque da lotte ed effusioni. tanta emozione!


Gio: Cosa c'è da sapere per andare da quelle parti?

Giu: Noi abbiamo scelto di andare in auto, partendo da Torino. Abbiamo fatto un giro un po' largo, fermandoci in Francia per osservare le gru a svernare. Ci siamo poi dirette verso il nord della Germania, a Cuxhaven , dove abbiamo lasciato l'auto e ci siamo imbarcate sulla nave per Helgoland, Il traghetto impiega circa 2 ore e mezza di navigazione per raggiungere l'isola. Da aprile a settembre, ci sono più corse e si può scegliere tra la nave e un aliscafo più veloce, che vi porterà ad Helgoland in circa 70 minuti. Da ottobre a marzo, invece, Helgoland è raggiungibile solo con la nave. Sulla piccola isola di Dune c'è un piccolo aeroporto,per chi vuole arrivare in aereo dalla Germania. Sull'isola abbiamo affittato un appartamento: i prezzi sono piuttosto bassi per  alloggi molto confortevoli, dotati di tutto quello che può servire. Le persone molto accoglienti e disponibili.



Gio: A chi consiglieresti questa meta e a chi no?

Giu: Sicuramente consigliabile a chi ama gli animali e ama ammirarli in natura. In tarda primavera è molto interessante per osservare tanti uccelli, soprattutto le sule che affollano le scogliere. Non la consiglierei a chi non ama i posti tranquilli o a chiama la vita notturna.



Gio. Raccontaci un momento indimenticabile del tuo viaggio.

Giu: Non c'è un momento indimenticabile, in quanto tutto il soggiorno è stato un susseguirsi di emozioni, infatti vorremmo ritornarci a fine primavera.



Le foto di Giusi parlano da sole. Helgoland è (ancora) un paradiso naturale che vale la pena di conoscere con il cuore denso di curiosità e rispetto. Io ci andrei subito.



Tutte le foto sono © Giusi Rossato - riproduzione vietata

Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.


Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...