6 ragioni per visitare il Minnesota in pieno inverno

Visitare il Minnesota in inverno

Giorni fa ho sentito dentro al cuore una gran voglia di inverno. Sono anni che non vivo più un periodo freddo (col freddo giusto) come quando ero piccola e mi rendo conto davvero che il mondo sta cambiando in peggio. Ricordo ancora i Dicembre passati a cantare di casa in casa le canzoni di Natale, imbaccuccata stile Omino Michelin e splendidamente felice di sentire il naso pizzicare dal freddo e le guance diventare viola per la temperatura. Amo l'inverno ed è per questo che farei proprio ora un viaggio in Minnesota. Ecco i miei motivi.


Ho visto il Minnesota d'estate: era umido, non troppo caldo e l'aria condizionata imperava alla grande ovunque. Io e l'estate andiamo d'accordo a fasi alterne e quella del Minnesota mi è sembrata gentile e sicuramente più apprezzabile di quella di Carpi. Mi piace pensarlo, ora, all'inizio dell' inverno, con gelo e neve che coprono il terreno e con la natura avvolta nel ghiaccio, intenta a crescere in attesa di una nuova primavera. La prima cosa che farei in Minnesota d'inverno sarebbe noleggiare un'auto e sfrecciare con tanto di gomme termiche verso Fargo, in North Dakota, in onore del film dei fratelli Coen. Ormai non è un mistero che io apprezzi la loro arte, vero?

La Minnehaha Fall vista dall'alto

Il Minnesota è anche patria di parchi nazionali e di ben 1000 miglia di sentieri pronti a solcare i parchi di ogni dove. Uno di questi è il Minnehaha Park, dove si trova l'omonina cascata. Si trova lungo la Highway 55, non distante dal downtown di Minneapolis. La Minnehaha Fall è meta di gite domenicali da parte di molti americani e turisti che si trovano in zona. D'estate è molto bella ma è d'inverno che dà il suo meglio: diventa una magica distesa di ghiaccio alla quale è possibile avvicinarsi, se le condizioni lo consento. Pensate che c'è anche chi si appresta a scalarla con tanto di ramponi e picozza. 



Questo stato del Nord America è ben conosciuto anche dagli amanti del fondo. Lo stato della neve e le giuste temperature che permetto al manto di durare per un bel po' di giorni (se non settimane) sono un richiamo pazzesco per gli amanti di questa disciplina che, personalmente, io adoro. E' uno dei pochi modi per mettere assieme uomo, sci e ambiente in una comunione perfetta che garantisca la giusta dose di divertimento e, perché no, di contemplazione del paesaggio. Ho chiesto consiglio sulle zone da considerare per il fondo e mi dicono dalla regia che il Gooseberry Fall State Park sia la meta da mettere in agenda per questo genere di attività. Si trova a 40 miglia da Duluth che, detto tra noi, è la città natale di Bob Dylan. A 80 miglia da Minneapolis e Sain Paul si trova, inoltre, il  Mille Lacs Kathio State Park, perfetto per chi ama girare con le ciaspole. Come voi, prendo appunti e segno in agenda!



La mia ultima ragione (per il momento) per visitare il Minnesota in inverno è l'hockey su ghiaccio. A Saint Paul, la città gemella di Minneapolis, gioca la locale squadra che milita nella NHL: i Minnesota Wild. Non lontano dal Saint Paul River Centre, dove si tengono le partite, si trova la club house della squadra, dove i giocatori si ritirano a fine partita. L'edificio che la ospita si trova in Washington Street, proprio davanti alla Public Library della città. All'ultimo piano della clubhouse si trova la stanza che fu l'ufficio, per un buon periodo, di Francis Scott Fitzgerald. 

Una delle varie Skyway di Minneapolis

Minneapolis (e devo dire anche Saint Paul) è conosciuta per un qualcosa di speciale durante le fredde e rigide giornate invernali: le skyway. Cosa sono? Si tratta di passerelle che collegano tra loro una serie di edifici attraverso i quali le persone possono transitare senza mai uscire all'aria aperta. State pensando che sia tremendo? Se fuori è -20° forse no. Anzi. Dicono che camminare in pieno inverno attraverso la città grazie alle skyway sia una grande esperienza. Mettete in agenda anche questo.

La mappa delle Skyway di Minneapolis

Ultima di queste 6 ragioni per visitare il Minnesota d'inverno: i tramonti.
Questo è un qualcosa che accomuna tutte le terre nordiche e il nord degli Stati Uniti non fa di certo eccezione. La luce durante il giorno non è moltissima e il crepuscolo sembra infinito. Il Minnesota si trova alla latitudine giusta per regalarvi dei tramonti pazzeschi, con colori che vanno dal rosa, all'arancio, al giallo. Con la neve, poi, sarà tutto ancora più magico. 


Il Nord degli Stati Uniti (e di tutto il continente americano) in pieno inverno è un'esperienza che mi manca e che non avrei nessuna paura di affrontare. Voglio capire quella sensazione di bianco che domina tutto tanta cara a Joel e Ethan Coen. Vorrei capire molto di quello che Charles Schulz raccontava attraverso i suoi Peanuts. Vorrei sedermi al cospetto di una partita dei Minnesota Wild e gioire per la bellezza e la velocità del gioco davanti ai miei occhi per poi uscire all'aria aperta, sentire il freddo pungente sulla faccia e perfermi dentro ad un tramonto che non sembra mai finire, capace solo di lasciare spazio a quell'ora blu più bella di sempre.


Per le foto si ringrazia Minnesota Wild, Third Eye Mom e Explore Minnesota 

Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...