Tra puzzle, bontà e Bodensee: Ravensburg

Viaggio a Ravensburg


La Regione del Lago di Costanza ha una particolarità che la rende speciale agli occhi di ogni viaggiatore che la raggiunge: è sovranazionale. Questa particolarità ha stregato fin dall'inizio sia me che Gian e quando qualcuno ci chiede "perché fare un viaggio sul Lago di Costanza?" la nostra risposta racconta sempre di quanto speciale sia quella regione, capace di essere diversa eppur simile in ogni sua parte, sia essa svizzera, tedesca o austriaca. Se c'è un luogo capace di esprimere il più profondo concetto culturale di Europa, quello è senza dubbio la regione del Bodensee. Oggi ve la raccontiamo scegliendo un piccolo meraviglioso pezzo di Germania chiamato Ravensburg.

Ravensburg... Pronunciate ad alta voce questo nome e ditemi cosa vi viene in mente. Probabilmente, se siete stati bimbi tra gli anni '70 e '80, la vosta mente sarà corsa a rifugiarsi dentro una scatola dai bordi blu e dalle scritte bianche contenente 1000 o più pezzi di puzzle. La più famosa azienda di produzione di puzzle (ma non solo) del mondo è nata e cresciuta ed ancora prospera in questa piccola e graziosa parte del Baden-Württemberg chiamata proprio Ravensburg. La città dista poco dal lago di Costanza, tanto che solitamente il cambio di treno per arrivare qui si effettua proprio a Friedrischshafen. Benché non osservi l'acqua direttamente, Ravensburg è parte integrante della Regione del Lago di Costanza e i le settimane che ci porteranno da qui a fine anno sono tra le migliori per poterla visitare.




La prima ragione sono, senza dubbio, i mercatini di Natale che a Ravensburg occupano tutto il centro città e si sviluppano anche all'interno di una delle vecchie case mercantili del centro storico. La città, infatti, nacque e crebbe moltissimo tra il Medioevo e il Rinascimento. Proprio come la vicina e svizzera San Gallo, Ravensburg prosperò per la folta presenza di mercanti (soprattutto venditori di tessuti e pelli) nella zona. La dimostrazione di tutto ciò è proprio la "faccia" del centro storico, dove le case antiche sono la testimonianza più grande delle ricchezze transitate da quelle parti. Passeggiare per Ravensburg richiede un'azione fondamentale: alzare lo sguardo e osservare qualsiasi particolare ci possa raccontare una storia; i tetti, le decorazioni, i bovindi, i portoni. Le case, in questa parte d'Europa, sono come un libro aperto che va letto senza fretta, meditando su ogni parola.




I mercatini di Natale a Ravensburg possono essere un'ottima occasione per perdersi tra le vie del centro oppure ancora per andare a gustare le specialità sveve (o come si dice qui, schwaben) come la Dinnede, quella che viene definita anche Schwaben pizza. Un'altra delle cose imperdibili se siete in città, sia da assaggiare nei food-truck dei mercatini che nelle ottime osterie locali, sono i Kässplätzle, dei veri e propri gnocchetti contidi col miglior formaggio della zona. Un profumo che non vi dico, una bontà che vale la pena di conoscere direttamente in loco.


Dinnede
La Dinnede - © 2016 Giovy


Ravensburg, proprio per la presenza della Ravensburger SPA, è conosciuta come la città del gioco e, alle sue porte, si può trovare un parco che si chiama "Ravenburger Spieleland". Solitamente è aperto nella bella stagione (ma non si sa mai che nei giorni di festa torni ad accogliere le persone) ed è il luogo giusto per grandi, piccini e tutte quelle persone che vedono nel gioco sano, sorridente, intelligente e spiritoso un'ottima occasione per passare un po' di tempo in allegria e leggerezza.


Kässplätzle
I Kässplätzle - © 2016 Giovy


Personalmente tornerei a Ravensburg per godermela in un momento di tranquillità. L'anno scorso ero lì proprio per i mercatini di Natale e vederla addobbata è stato un bel regalo. Ora come ora, però, la vorrei vivere in silenzio, magari in un giorno in cui scende la neve e nell'aria c'è solo il rumore dei miei passi. Vi ricordo che la Regione del Lago di Costanza è perfettamente visitabile utilizzando i mezzi pubblici, utilizzando un biglietto giornaliero speciale che si chiama Tageskarte Euro-Regio Bodensee


Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...