La responsabilità civile in viaggio

Responsabilità civile in viaggio

Viaggiare, si sa, richiede sempre un grande senso di responsabilità. Essere viaggiatori responsabili non significa rinunciare ai divertimenti ed essere bacchettoni. Significa, almeno per me, avere bene in chiaro quali sono i miei limiti e le mie possibilità. Anche in fatto di responsabilità civile. Queste due parolone sicuramente ci ricordano le polizze che paghiamo per le nostre auto. Ecco, in viaggio non si è immuni alla responsabilità civile - anche quando non si guida -  e lo si dimentica fin troppo spesso. Ecco perché vale sempre la pena di scegliere bene la propria assicurazione di viaggio. 

Lo dicevamo qualche post fa: per scegliere un'assicurazione di viaggio occorre informarsi bene e capire in pieno tutte le clausole. Lo sapevate che non tutte le polizze coprono la responsabilità civile all'estero? Coprire questo elemento significa garantire all'assicurato di poter intervenire con rimborsi o pagamenti nel caso si rechi danno a terzi. Non solo in auto. Ci possono essere problemi di responsabilità civile camminando per strada e urtando, per esempio, un passante per puro caso. Questo è uno di quei casi che mi inquieta sempre quando parto e, per questo motivo, nell'assicurazione che ho scelto per i miei viaggi, ho aggiunto la clausola della responsabilità civile. In Italia non siamo di certo abituati alle cause per questo tipo di problema ma ci sono dei paesi nel mondo dove queste sono all'ordine del giorno. Avete mai notato in America o nel Regno Unito quanti avvertimenti trovate nello scendere le scale o nel consultare un menù? Secondo voi perché li hanno messi?


Parlando di cose più felici di una causa per responsabilità civile (possa non succedere mai), uno dei punti oscuri sull'argomento riguarda la copertura in caso di noleggio auto. Ci sono delle compagnie di assicurazioni che si occupano anche di questo tipo di copertura specifica, a tariffe molto vantaggiose... per dirla tutta. Una di queste è Assivia, compagnia assicurativa che nella sua polizzadi livello elite offre, tra le numerose garanzie, una copertura per la franchigia applicata dalla società di autonoleggio in caso di danno, furto, incendio, atti di vandalismo, guasto o traino del veicolo noleggiato. In poche parole, Assivia vi assicura per tutti quei piccoli danni (sicuramente accidentali) che potreste subire o causare alla vostra auto a noleggio e che, probabilmente, dovreste pagare di tasca vostra Il caso più semplice che mi viene in mente riguarda i classici danni da parcheggio, ovvero quei simpatici "regalini" che ci ritroviamo senza poter guardare in faccia chi ce li ha lasciati. 


Le società di autonoleggio offrono questa copertura in loco chiamata Collision Damage Waiver (CDW) ad un prezzo esorbitante, ovvero sono in grado di chiedere fino a € 200 a settimana.  Molto più conveniente è acquistare una polizza viaggio, che oltre alle spese mediche e altre garanzie fondamentali, copra anche questo imprevisto! Trovo questo genere di proposta molto interessante (altrimenti non sarei qui a parlarvene) perché dà quel pizzico di sicurezza  alla possibilità di essere coperti da assicurazione anche durante i nostri vagabondaggi in giro per il mondo.

Dato il fatto di essere entrati in argomento qualche settimana fa, vi posso dire che Assivia assicura anche gli over 65, con prezzi un po' più alti rispetto ad una normale polizza ma restando comunque dentro cifre accettabili e preventivabili tranquillamente online.


Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...