Una gita sui canali di Alkmaar


Tour dei canali di Alkmaar


Uno dei regali più belli che mi sono fatta ad Alkmaar, durante il mio ultimo viaggio in Olanda, è stata un'ora e mezza di navigazione sui canali della città. Sono dell'opinione che molti luoghi dei Paesi Bassi vadano visti in due modalità: a piedi, perdendosi per le viuzze delle città e dall'acqua. Perché l'Olanda è un paese d'acqua, è nata dall'acqua ed essa resta sempre il migliore punto d'osservazione in assoluto per capire un paese così bello e ricco di storia. Oggi vi racconto la mia gita sui canali di Alkmaar, (una delle) città del formaggio. 


Credo di averlo già detto a più di una persona: Alkmaar, città a poco meno di un'ora di treno da Amsterdam, merita di essere vista di giovedì e di venerdì. Il primo giorno perché è placida, silente, tranquilla. Passeggiando si può osservare la normale vita della città, le sue abitudini e i suoi ritmi davvero rilassati e sereni. Il giorno dopo tutto si trasforma: la gente accorre da mezza Olanda per assistere, sulla piazza principale, ad uno dei mercati del formaggio più importante del paese e, da quelle parti, il formaggio arriva in piazza viaggiando su una barca e percorrendo chissà quanti canali.



Di venerdì, almeno fino al primo pomeriggio, Alkaar diventa un luogo chiassoso, colorato, pieno di bancherelle e mercatini ovunque. Ho amato entrambe le dimensioni di questa città olandese ma, se proprio devo dirla tutta, l'ho preferita nella sua versione rilassata, benché io ami alla grande il formaggio portato in piazza quel giorno. Non fraintendetemi: il mercato del formaggio merita di essere visto. Quello che vi consiglio è, però, vi vivere un prima, un durante e magari anche un dopo.
Un 'ottima ragione per restare ad Alkmaar anche dopo il mercato del formaggio è sicuramente la possibilità di salire su di una barca piatta come l'Olanda e navigare per un po' sui canali che attraversano la città.



Dal ponte che trovate di fronte all'edificio noto come la "borsa del formaggio" partono, circa ogni ora, delle barche che vi porteranno a navigare sui canali di Alkmaar, alla scoperta degli angoli più nascosti della città. Piccolo warning per le persone alte: certi ponti di Alkmaar sono proprio iper-bassi. Anzi, dovrei inventare una nuova parola per descriverli perché io, alta (bassa) 1,65 m, in certi momenti della navigazione mi sono dovuta sedere sul pavimento della barca o stedermi completamente sulla panca che occupavo. Le compagnie di navigazione hanno l'accortezza di non riempire completamente le barche, in modo da dare a tutti un piccolo spazio per potersi spostare, abbasssare o sdraiare. Certi ponti, lo ammetto, mi hanno proprio sorpresa. Mi sono ritrovata a pensare "oddio, adesso mi porta via lo zaino" o cose simili.



I biglietti per la navigazione sui canali di Alkmaar si acquistano direttamente all'ingresso della scala che vi porterà a salire sulle barche. Nei mesi freddi le partenze dipendono dal livello dell'acqua e dalle condizioni dei canali e quindi vale la pena di informarsi direttamente dalla compagnia che effettua i tour. Il biglietto, per un adulto costa 6,50€. Trovate tutte le informazioni del caso sul sito ufficiale dove c'è anche un modulo di contatto nel caso aveste domande di ogni genere.



Cosa mi ha regalato il tour sul canale di Alkmaar?
In primis, quell'immagine dell'Olanda che volevo vedere. La prima, di quel viaggio. Poi sarebbero arrivati luoghi come Haarleem oppure Marken a completare un quadro che si faceva sempre più chiaro ai miei occhi e che, nuovamente, mi diceva perché avevo sempre amato - anche in viaggi passati - l'Olanda e le sue bellezze fatte di case strette e sbilenche e quell'acqua che, per tanti luoghi, sembra davvero lo specchio di Narciso. Per me, l'Olanda e luoghi come Alkmaar ci si specchiano a pura ragione: ne hanno il diritto per potersi raccontare in tutta la loro bellezza... che infondo è proprio amplia, amplificata e duplice: reale per ciò che vedono gli occhi, riflessa per il regalo che tutta quell'acqua può fare.



Tutte le foto sono © Giovy Malfiori

Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

2 commenti:

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...