Viaggio in Bretagna: un itinerario che sa di Morbihan

Itinerario di viaggio in Bretagna
La costa bretone non distante da Carnac

Se vi dico viaggio in Bretagna... Cosa vi viene in mente? Sicuramente vento, scogliere, oceano impetuoso e fari. L'anno scorso, quando sono stata da quelle parti, ho seguito un itinerario che più volte ho definito "di terra" perché mi ha portata ad esplorare molta più Bretagna di verde e boscosa che quella fatta di mare e onde capricciose e selvagge. Ho capito, viaggiando da sola in quel del nord della Francia, che non avevo mai considerato la Bretagna come un luogo fatto più di terra che di mare. Quanto mi sbagliavo!

Quello che vi voglio raccontare oggi è un piccolo itinerario in Bretagna, che abbia nella regione del Morbihan il suo centro.  La Bretagna è una nazione celtica e una regione francese con un proprio parlamento speciale. Ogni viaggio in Bretagna per me dovrebbe partire con l'arrivo a Rennes, la sua capitale. Quello che vi consiglio, nel caso di un viaggio on the road, è di arrivare a Rennes con il TGV da Parigi, senza scordarvi di noleggiare l'auto direttamente prima di partire. Rennes è una bella città vivace ma le sue possibilità di noleggio-auto non sono infinite. Meglio organizzarsi per non restare letteralmente a piedi. I mezzi pubblici in Bretagna sono ben diffusi ma non sono molto comodi per gli spostamenti in giro per la regione. Sono perfetti, invece, per viaggiare da città a città.

Il Morbihan è la regione chiamata Bro-Wened

Da Rennes io sono partita subito alla volta de La Gacilly, un piccolo villaggio di campagna con le case in scisto grigio e mille fiori alle finestre. Questo paese è conosciuto per essere la patria di Yves Rocher e per ospitare, ogni estate, un magnifico festival fotografico. Quanto tempo passare a La Gacilly? Io vi consiglierei almeno un giorno e mezzo, se non due. Uno di questi due può essere utilizzato per raggiungere, in giornata, la vicina e meritevolissima Rochefort-en-terre, un altro villaggio bretone che sembra uscito dall'immagine collettiva che di norma si ha di questa regione.

Rochefort-en-terre

Dopo esservi riempiti gli occhi di porticine colorate e paesini che sembrano inventati da chissà che mente speciale, prendete il vostro mezzo e viaggiate verso Carnac, luogo che potete tenere come base per due o tre giorni. Avvertimento generale: d'estate è super pieno perché la spiaggia è piacevolissima e l'acqua dell'oceano da queste parti è tranquilla. Eh già: siete approdati in uno di quei luoghi che possono darvi l'idea di cosa sia il Morbihan di mare... e di quanto possa essere importante la Preistoria per la Bretagna. Da Carnac è facile spostarsi per ammirare i famosi allineamenti (prenotate la visita guidata! Merita) o per raggiungere Locmariaquer e l'isola di Gavrinis

Gli allineamenti di Carnac

Da Carnac il mio viaggio ha fatto una strana deviazione, sulla quale non ancora scritto nulla o quasi. Sono finita a Lorient (della quale non ho ancora parlato) e poi, per puro caso come spesso mi succede, in quel di Gâvres, quel luogo tra mare, terra e cielo che mi è sembrato sospeso in una dimensione tutta sua. Perché sono andata a Lorient? Prometto che ve lo scriverò presto per ora vi basti sapere che, se arrivate in Bretagna in Agosto, Lorient è una tappa che è bene mettere in programma. Lì sì tiene uno dei festival celtici più belli di sempre.



Da lì mi sono lasciata il mare alle spalle ma se voi avete qualche giorno in più a disposizione, vi consiglio di puntare a Nord, fuori dal Morbihan, e fermarvi almeno un paio di giorni a Quimper. Questo luogo è entrato di prepotenza nella mia mente quando lessi Fede e Bellezza, un romanzo di Niccolò Tommaseo. Si tratta di un romanzo italiano del 1840 che è riuscito a conquistarmi fin dalle prime parole. La storia è ambientata a Quimper e, credetemi, vale proprio la pena di leggerlo prima di partire per il vostro viaggio in Bretagna.

Il lago dalle parti della Foresta de la Brocéliade

Proseguendo, io sono finita prima dalle parti della Foresta della Brocéliade, un luogo che è un mix perfetto tra fiaba, leggenda e realtà. Da lì, viaggiando in un pomeriggio in cui il sole sembrava aver conquistato il globo intero con la sua luce, sono tornata a Rennes dove, lo ammetto, sono diventata matta a trovare il parcheggio sotterraneo in centro perché era sabato e tutti, ma proprio tutti, erano in giro. A Rennes ho lasciato l'auto che stranamente (per me) mi aveva accompagnato in quei giorni bretoni. Anche per questa città c'è un piccolo avvertimento di ordine pratico: a ridosso del centro di Rennes non ci sono distributori di benzina. Se dovete riconsegnare l'auto con il pieno, organizzatevi per farlo al vostro rientro in città, lungo la strada. Altra cosa: nel week-end solitamente sono aperti solo i benzinai automatici, ai quali piace poco il bancomat italiano. Usate la carta o fate benzina prima quando c'è l'omino e il bancomat è accettato senza problemi.

Questo è stato il mio piccolo itinerario bretone alla scoperta della zona del Morbihan ma la Bretagna - credemi - è grande ed è tutta tanto bella. Se volete leggere altri consigli e un altro itinerario in Bretagna per una vacanza di 15 giorni, date un'occhio alla guida che Letizia (mamma blogger di In cinque con la valigia) ha scritto per la collana di Viaggiautori. Sarete in ottime mani!


Tutte le foto sono © Giovy Malfiori
(vi taglio le manine se le prendete senza chiedere!)



Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

2 commenti:

  1. vorrei vedere la pancia della francia, le piccole città dell'interno, la france più france,devono essere posti terribili per viverci(peggio della brianza.....tipo IL CORVO....per capirci) ma meravigliosi per capire la francesità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vorrei tanto vedere il Nord-Pas de Calais

      Elimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...