In partenza per Minneapolis


Due è il numero che si addice a Minneapolis: due sono Brandon e Brenda, che a Minneapolis sono nati e cresciuti per poi trasferirsi a Beverly Hills. Due sono i fratelli Coen, registi sopraffini e autori di film indimenticabili. Di Minneapolis anche loro, profondamente legati alla loro nazione e alla loro città, spesso comparsa o protagonista delle loro opere. Due sono Minneapolis e Saint Paul, divise dal Mississippi. Due sono i voli che si prendono, come minimo, in viaggio: uno di andata e uno di ritorno. Ed io oggi prendo il mio volo Delta Airlines tra Roma e Minneapolis, pronta  vivere una breve e intensa esperienza in quel del Minnesota.

Da poco tempo, Delta Airlines collega in modo diretto Roma e Minneapolis. Perché volare verso una città del Mid-West? La prima risposta arriva sicuramente guardando la carta geografica. Minneapolis è in una buona posizione per muoversi in più direzioni, sia verso gli Stati Uniti che il vicino Canada. Un volo che porta i viaggiatori a metà strada tra la West e la East Coast è sicuramente utile a molti, per evitare scali e ottimizzare i tempi di viaggio.

Ieri, mentre preparavo lo zaino, ho pensato che quasi tutti i miei viaggi verso gli Stati Uniti sono stati con Delta Airlines ed è proprio a questa compagnia che penso quando la mia mente vuole scappare "across the pond" e raggiungere il nuovo mondo. La Delta Airlines offre servizi di varia misura sui suoi voli: si parte chiaramente dall'economy per arrivare alla first che nella mia vita probabilmente vedrò solo nei miei sogni. Il mio volo d'andata sarà in economy premium, un'ottima soluzione per rendere più confortevoli e piacevoli i voli a lungo raggio, con un ottimo rapporto qualità prezzo.

Cosa farò a Minneapolis?
La mia "casa" in quel del Minnesota sarà il JW Mariott Mall of America, uno degli hotel collegati a questo centro commerciale molto grande, diventato negli ultimi tempi un buon motivo per organizzare un week-end a Minneapolis o un viaggio nel Mid-West che passi da lì. Ovviamente ci sarà del tempo per vedere la città e la sua "sorella" Saint Paul. Io, personalmente, non non sto nella pelle per il fatto di rivedere il Mississippi. Dentro di me mi chiedo da giorni l'effetto che mi farà rivedere un fiume così significativo dopo tanto tempo da quella prima volta che ancora mi porto nel cuore.

So di non avere troppo tempo per godermi Minneapolis e il Minnesota ma cercherò di fare del mio meglio per portare a casa tante cose da raccontarmi. Il mio pensiero, come da foto, corre a Brandon e Brenda, che hanno popolato la mia adolescenza. Passa per i film dei Coen (due fra tutti con il Mid-West come protagonista: Fargo e A Seriuos Man) e approda inesorabilmente a Bob Dylan, che in Minnesota è nato, cresciuto e probabilmente è diventato parte di quello che è ora. Un'immensità fatta uomo.

Vi saluto con una sua canzone, proprio dedicata ad una strada di Minneapolis dove lui visse (e che io andrò a cercare... speriamo di trovarla). Non dimenticate di seguirmi sui social con gli hashtag #FlyDelta #DeltaLovesMinneapolis e #OnlyInMN.






Questo articolo è stato scritto per 
Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...