I festival musicali dell'estate 2016


Che l'estate, i viaggi e i festival musicali di ogni genere siano strettamente connessi tra loro è un dato di fatto. Ho passato un bel periodo della mia vita ad inseguire le manifestazioni musicali più note nel vecchio continente e mi sento sempre di consigliarle come esperienza da abbinare alla scoperta della nazione che ospita quello o quest'altro festival rock o concerto. Glastonbury per me è stato e rimane un qualcosa di indimenticabile e già mi immagino, nel pieno dei miei anni d'argento, raccontare di come mi io mi sia commossa nel sentir cantare PJ Harvey e Nick Cave. Un anno fa vi raccontavo di alcuni festival rock da frequentare. Oggi eccomi qui di nuovo, in compagnia di Zalando, con qualche consiglio per voi.

Dove andare per abbinare un bel viaggio a dell'ottima musica?
Partecipare ad un festival rock richiede una certa preparazione in quanto ad outfit, per unire figosità (passatemi il termine) e capacità di starsene sotto il sole a ballare e saltare tutto il giorno. A tal proposito Zalando ci viene incontro con la sua Guida ai Festival musicali più interessanti di Europauna pagina preprata ad hoc per i music & festival lover di tutta Europa. Cliccate sulla cartina del paese che ospita il festival che vi interessa e lasciatevi ispirare!

Il primo festival che vi voglio consigliare è uno dei più conosciuti e in voga degli ultimi anni: lo Sziget di Budapest che si terrà a cavallo di ferragosto. Questo festival è uno di quelli più sotto i riflettori, dove si cominciano a notare anche alcuni trend a livello di look. Proprio come accade con il Coachella in California.



In Italia vi consiglierei di non perdervi Collisioni, il festival che si terrà da questo week-end (17 Luglio 2016) a Barolo. La cosa speciale di un festival musicale come questo è che i concerti si svolgono in ambientazioni molto belle e sembrano fondersi con le colline delle Langhe che sono, in tutte le stagioni dell'anno, un'ottima meta per un week-end che abbia nel cibo, nel vino e nella natura il suo perché di viaggio. Restiamo in Piemonte con il Flowers Festival di Collegno, che vede proprio nel 2016 il nascere della sua prima edizioni. I nomi sono tanti e tutti molti interessanti. Io ci andrei principalmente per i Pixies, Anthony and the Johnson e gli Afterhours.


Altro consiglio per abbinare viaggi e musica: conoscete il Paléo Festival di Nyon? Questa città della Svizzera, a metà strada tra Losanna e Ginevra, diventa un non-plus-ultra musicale nella terza settimana di luglio di ogni anno. Quest'anno il tutto inizierà il 19 e terminerà il 24. Questa parte di costa sul lago Lemanno (alias il Lago di Ginevra) è molto interessante dal punto di vista naturalistico, si fa il bagno che è un piacere e le prelibatezze da assaggiare non sono di certo poche. Le mie scelte per il Paléo? Sicuramente Iron Maiden, Massive Attack e Louise Attaque, un gruppo francese per i quali in passato ho fatto kilometri su kilometri, scoprendo pezzi di Francia che non avrei mai immaginato. 

Il bello del viaggio abbinato ad un festival rock è proprio questo: si parte con l'intento di seguire la musica che sa parlare al nostro cuore e si torna con la sensazione di essersi innamorati anche della strada fatta per raggiungere il nostro privilegiato posto sotto il palco. A voi è mai successo?


Post Sponsorizzato

Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...