Salisburgo e la birra: un pomeriggio all'Augustiner Bräustübl

Augustiner Salzburg

Ci vorrebbe sempre un sano viaggio a Salisburgo in questo periodo dell'anno, anche se avete già visto la città e avete fatto indigestione di "palle di Mozart" più volte. Salisburgo è uno di quei luoghi che sembra conosciuto ma che, in realtà, non smette mai di stupirti con qualcosa di insolito o con i luoghi riservati di più alla quotidianità dei salisburghesi che al via-vai dei turisti con macchina fotografica al seguito. Uno di questi posti è, senza dubbio l'Augustiner Bräustübl, un convento agostiniano dove si è sempre prodotta della gran birra fin dal 1621. Cosa rende speciale questo posto?

Il rapporto con Salisburgo e la birra è sempre stato particolare perché in città se n'è sempre prodotta tanta. Salisburgo, se non lo sapete, è diventata austriaca dopo il Congresso di Vienna; fino a quel momento è sempre stata una citta-stato indipendente governata da un vescovo-principe e aveva molto più da spartire con la vicinissa Baviera che con il resto dell'Impero Austriaco. Da qui la gran passione per la birra che ha sempre regnato sovrana tra il Salzbach e la città vecchia. Dire birra equivale a dire conventi e monasteri e, da quelle parti, ce ne sono davvero tanti. Avete mai buttato l'occhio sulla toponomastica della città? Nonntal (valle delle monache), Monksberg (montagna dei monaci), Kapuzinerberg (montagna dei cappuccini) e così via. 

A poca distanza a piedi dal centro storico (ma sufficiente per non essere invasi dai turisti) si trova l'Augustiner Bräustübl che, all'apparenza, protrebbe sembrare un normale convento dove si è sempre prodotta la birra. Una volta entrati sembra davvero di aver sbagliato luogo perché, per arrivare alla birreria, occorre attraversare una parte di edificio e il primo pensiero che salta alla mente è "ma dove sono finita?". Scendendo uno scalone bello grande di approda a quella che io definisco "l'anticamera" della birreria: un vero e proprio corridoio con tanti piccoli stand fissi, dove trovate gastronomia di ogni tipo. La domanda sorge spontanea: perché prima di un Biergarten c'è sta roba e poi... dentro ad un convento?

Birrerie di Salisburgo

La risposta è subito pronta: all' Augustiner Bräustübl si beve ma non esiste nessun tipo di cibo nel menù. Per questo, fin dai tempi antichi era concesso ai commercianti della zona di avere un proprio negozio dentro il convento per poter sfamare chi veniva a bere. Un'altra grande concessione, molto in voga tra i Salisburghesi, è arrivare in birreria con il cesto del pic-nic. Eh già, ci si può portare da mangiare da casa. L'idea che sta dietro all'Augustiner Bräustübl è proprio quello della vecchia birreria di un tempo, dove c'erano solo botti e boccali... e null'altro. Spesso la gente di Salisburgo si incontra qui, dopo il lavoro, con la propria famiglia e cena all'aperto. Io trovo che tutto questo sia magnifico.

Cosa mangiare a Salisburgo

Gli stand di cui parlavo prima servono proprio a tutti coloro che non si portano da mangiare da casa e che pensano di avere fame. La cucina è molto carnivora, siete avvertiti. I prezzi del cibo all'Augustiner Bräustübl non sono per nulla alti, anzi. Probabilmente anche meno cari di quanto ci si aspetta da una città così piena di turisti e viaggiatori. Il meglio, però, arriva non appena ci si avvicina alla birra e si comprende che il prezzo per un litro di Keller Bier è di 6€, mezzo litro 3€. La Keller Bier è tipica di Salisburgo: è fresca, mai fredda, non troppo gasata e va giù come l'acqua. Non si tratta di una birra pesante ma, ugualmente, cercate di arrivare al Biergarten dell'Augustiner Bräustübl a piedi (come abbiamo fatto noi) o usando i mezzi pubblici.

In questo Biergarten è un'esperienza anche acquistare la propria birra. Succede come in un self-service. Il tutto inizia con il pagamento, alla cassa, della propria birra. Successivamente, con lo scontrino bello saldo in mano, si passa alla rastrelliera per recuperare un bel boccale di ceramica. Da lì ci va dagli omoni alle botti della Keller Bier che riempioni il boccale. Dopodichè si cerca un posto al sedere da qualche parte. Il boccale va riconsegnato solo quando si va via. Davanti alle botti, infatti, ci sono un paio di fontane con acqua pulita, sotto le quali sciacquare il proprio boccale prima che venga riempito ancora. Non vi dico quanti giri abbiamo fatto io e Gian ma ci accettano tentativi per indovinare. 

Boccali di birra augustiner salzburg


Il cibo è buonissimo, la birra è speciale, l'ombra dei castagni rende ogni pomeriggio ogni estivo un qualcosa di piacevole. A dirla tutta qualsiasi stagione sarebbe speciale lì. Sedersi nel Biergarten dell'Augustiner Bräustübl è una tappa fondamente di un viaggio alla scoperta di Salisburgo, perché permette di entrare nel vero cuore della città, quello che pulsa senza sosta, quello che sorride perché una giornata è finita, quello che chiacchiera perché stare in compagnia è meglio di qualsiasi altra cosa. L'Augustiner Bräustübl è un po' come una casa con una porta sempre aperta, Entrate



Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...