Bitter Ballen e Kroketten: il fritto made in Holland

Bitter Ballen Olandesi

Lo so che vi ho parlato di Olanda già ad inizio settimana ma sono appena tornata da quella nazione così bella e ci sono cose che mi mancano alla grande: prime fra tutte, da brava street food addicted, le Bitter Ballen e le Kroketten, vere regine del cibo olandese per eccellenza. L'Olanda, come tutte le ex potenze coloniali, è capace di offrire pietanze di ogni genere, che vanno dalla cucina carnivora europea del nord più assoluta fino ad arrivare a finezze Thai o indonesiane. Le Bitter Ballen e le Kroketten sicuramente appartengono alla prima tradizione che vi ho citato e sono così buone che vale la pena di assaggiarle almeno una volta durante il vostro viaggio in Olanda.

Ogni mio viaggio in Olanda ha sempre avuto due costanti. Potevano cambiare i compagni di viaggio, gli itinerari, l'ostello dove dormire ad Amsterdam e la durata del viaggio ma non tornavo mai a casa senza qualche morso agli Stroopwaffel e alle Bitter Ballen. I waffel arrivavano rigorosamente dal supermercato; per le Bitter Ballen, invece, non importava si trattasse dell'ultimo dei distributori automatici o il primo dei ristoranti: dovevo per forza passare qualche minuto con loro a chiedermi chissà come fanno gli Olandesi a friggere così bene. Patatine e crocchette escono dalle loro friggitrici e vengono servite senza che una goccia d'unto sporchi il piatto, senza che nulla vi impiastricci le mani e senza, soprattutto, che nemmeno un grammo di fritto torni a bussare alla porta del vostro stomaco dicendovi "eri convinto di liberarti di me con la digestione, vero?".

Questo per me è il più grande mistero made in Holland.
L'altro giorno ero a Hoorn, la città di Willem Schouten ovvero l'uomo che ha dato il nome a Capo Horn in Sud America. Ve ne parlerò presto perché l'ho trovata molto bella e una delle cose che mi ha sorpreso di Hoorn sono state le sue crocchette al gusto di pollo al curry.

Crocchette Olandesi


Le crocchette olandesi, così come le Bitter Ballen, non hanno un ripieno a base di patate, come le nostre normali crocchette. Solitamente si tratta di un composto di carne sminuzzata e besciamella. Già, besciamella come le crocchette spagnole tanto che, giorni fa, ho proprio chiesto se ci fosse un legame tra questa abitudine alimentare olandese e il fatto che, per un periodo, gli Spagnoli dominarono anche su questo territorio. Il pensiero è sorto nella mia mente perché la Spagna è il secondo e altro unico paese che conosco che prepara le crocchette con la besciamella anziché le patate.

Qual è la differenza tra Crocchette e Bitter Ballen?
Essenzialmente si tratta di una differenza di forma e di ora del giorno in cui vengono mangiate. Le Crocchette sono spesso gustate a pranzo, assieme ad un paio di fette di pane tostato, del burro molto buono e della senape. Le crocchette sono utilizzate anche come ripieno per i sandwich. Non chiedetemi come si possa mangiare un panino del genere senza sbrodolarsi perché proprio non lo so. 


Olanda: crocchette per pranzo


Le Bitter Ballen sono quelle che vedete nella foto di copertina. Si chiamano così non perché siano amare (Bitter, per l'appunto) ma perché erano solite accompagnare un tipico aperitivo olandese ai tempi dell'epoca d'oro, quando ci si fermava dei "caffé neri" per mangiare cubetti di formaggio e questo fritto accompagnando il tutto con un bicchierino di amaro prodotto magari usando le spezie delle colonie. Le Bitter Ballen restano ancora oggi un qualcosa di ottimo per l'aperitivo. Per me a tutte le ore del giorno, della notte e se esistesse una terza dimensione temporale sarebbero perfette anche per quella.

Crocchette e Ballen sono presenti nei menù dei locali di ogni genere, in quelli dei food-truck ma il loro regno indiscusso restano i distributori automatici che proliferano in tutte le città olandesi. In realtà solo la vendita è automatica: questi distributori sono provvisti di cucina e di personale che frigge ogni qual volta le caselline restano sguarnite. Anche in questo caso la frittura è fragrante, croccante e fatta a regola d'arte. I più famosi distributori sono quelli di Febo ma io ne ho trovati anche di no-logo, dove le crocchette costavano poco più di un euro. Solitamente il prezzo si aggiura sui 2€ per le crocchette e circa 0,80€ per una Bitter Ballen. Quando le si ordina si dice al cameriere quante ne si vuole. 

Ve lo dico in tutta sincerità: una volta che si inizia non si smette più. Una Bitter Balle è per sempre, figuriamoci una crocchetta. Altro che diamanti! L'Olanda, da questo punto di vista, per me è sempre stata una grande sorpresa.



Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...