Qualche giorno a Cogne: 3 direzioni e un mondo da scoprire

Viaggio a Cogne

Cogne, probabilmente a stretto giro di tempo, sarà proprio come la vedete nella foto qui sopra: una regina di colori. Ci saranno quelli dei fiori, in questo caso del chamerion tanto amato da Gian, ci sarà il verde chiaro dei prati e quello un po' più tenebroso ma assolutamente perfetto dei boschi. Poi l'azzurro del cielo sarà speciale, così come quel bianco-neve che non se ne va mai da molte delle montagne della Valle d'Aosta. Cogne per me è stata una piccola grande scoperta, che oggi voglio condividere con voi.

Le montagne della Valle d'Aosta non sono mai state tanto vicine a me, così tanto da entrare nel mio zaino e diventare un programma di viaggio. Strano ma vero perché io amo le zone di confine e la Valle D'Aosta è sicuramente una regione che ha tutte le carte in regola per farsi voler bene da me. Forse la lontananza da dove ho sempre vissuto, forse chissà quanti altri motivi ma la realtà è che io e quella regione ci siamo sempre incontrate poco. Fino a qualche settimana fa quando, in un giorno che alternava primavera e inverno, sono arrivata a Cogne per Cantine Aperte, un evento molto gustoso e ben organizzato che vi consiglio altamente di tener d'occhio per non perdere la prossima edizione.

Lo sappiamo tutti che cosa ci fa venire in mente Cogne e quello che vi consiglio con tutto il cuore è di arrivare nei pressi di quel piccolo villaggio valdostano con la mente sgombra da qualsiasi pensiero. Cogne è un piccolo paese dove le tegole di ardesia sembrano trasformare in lische di pesce ogni tetto... e tutto sembra diventare un piccolo grande mare di meraviglia dove l'acqua ha la stessa forte presenza del sasso, della roccia, del prato, della terra. Cogne, l'ho raccontato postando un piccolo video su Instagram, è proprio un paesino dove l'acqua sembra cantare. Ed io ne sono rimasta particolarmente colpita.

Detto questo, quello che vi voglio raccontare oggi è un pensiero che si è insinuato nella mia testa in quei pochi (e spero ce ne saranno ancora) giorni che ho passato là, ad osservare il Gran Paradiso fare capolino dalle nuvole. Cogne è un paese che non lascia via di fuga, se non a piedi. E questo, in montagna, è meraviglioso. Tre sono le direzioni che si possono prendere una volta arrivati in paese, tenendosi alle spalle la strada che porta verso Aosta: a destra di prende per Valnontey, a sinistra per Gimillan e avanti dritto si arriva a Lillaz. Qualsiasi sia la direzione, tra queste, che prenderemo, ci porterà dopo un po' di kilometri alla fine inesorabile della strada: si parcheggerà e saranno le nostre gambe a continuare il viaggio.

Cogne in inverno
Ecco come si mostrava Cogne, più o meno dallo stesso punto delle foto di copertina

La Valle di Cogne, come dicevo, si è mostrata a noi in una veste un po' ibrida e i sentieri di montagna, invece, erano perfettamente a loro agio nel vestito invernale che ancora indossavano. Un posto come Cogne necessita di voglia di scoprire la montagna e tanta buona attrezzatura, a partire dagli scarponi che non possono mancare in qualsiasi stagione si svolga il nostro viaggio. Mi sento di consigliarvi caldamente un perioso, breve o lungo, alla scoperta di Cogne e dintorni, proprio per avventurarvi su una di quelle tre strade che finisco. E dove finisce la strada inizia il vero viaggio, quello fatto a piedi.

Cogne offre molto per qualsiasi tipo di vacanza. Tenete solo presente che il paese si trova a 1544 metri sul livello del mare. Fate quindi le vostre personali considerazioni relative alla vostra salute e a quella di chi viaggia con voi. Con l'altitudine, così come con tante altre cose, non si scherza. La pagina web del Consorzio degli operatori turistici di Cogne è un ottimo punto di partenza per capire come organizzare il nostro viaggio o vacanza da quelle parti. Per quel che mi riguarda le costanti sulle quali non sono disposta a discutere sono le seguenti: fontina, vino bianco della Valle d'Aosta e una lista immensa di posti che vorrei vedere spogliati del mantello regalato dall'inverno.


Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...