Salisburgo e la sua fortezza



Non so a voi ma a me capita spesso si ascoltare musica mentre lavoro e scrivo. Da un po' di tempo a questa parte la funzione random del mio computer riporta spesso alle mie orecchie due brani di The Sound of Music (Tutti insieme appassionatamente) e nella mia mente risalgono subito in superficie le immagini dei viaggi in Austria verso Salisburgo e mi ritrovo a pensare ai giorni passati ad esplorare la città, tra il solito e l'insolito. Una delle tappe imperdibili di ogni viaggio a Salisburgo è, per me, la Fortezza che domina la città.

La Festung Hohensalzburg è uno dei simboli indiscussi di Salisburgo. Se ne sta là, dall'alto del monte sul quale è stata costruita, e osserva tutto e tutti come fosse una piccola vedetta messa a protezione della città. Si tratta di una delle fortezze (accessibili e intere) più grandi d'Europa e la sua fortuna è di essere quasi del tutto intatta. I primi documenti che attestano la presenza di una struttura difensiva su quel monte risalgono circa al 1000 d.C. quando Salisburgo era già un principato in mano al clero. Non so se lo sapete, ma Salisburgo è Austriaca dal 1805. Poi è tornata tedesca per una decina d'anni e definitivamente è stata riconsegnata all'Austria con il Congresso di Vienna nel 1815. L'anima di Salisburgo non è né tedesca né austriaca. E' sempre stata un principato indipendente, a capo del quale c'è sempre stato un vescovo-principe.

La Fortezza di Salisburgo, quindi, ha sempre avuto un ruolo importante nella vita della città e, in diverse epoche, ha fatto il bello o il cattivo tempo nella storia di Salisburgo. Ovviamente ora non ha più un valore di difesa o militare e resta uno di quei luoghi salisburghesi che non possono di certo mancare in qualsiasi itinerario di visita alla città di Mozart, Doppler e Von Karjan. E delle famiglia Von Trapp.





Per visitare la fortezza di Salisburgo occorre salire in cima al monte che la ospita, il Monchsberg. Per farlo ci sono due soluzioni: le nostre gambe e una comoda funicolare che è compresa nella Salzburg Card, la carta turistica che permette di visitare la città e offre davvero molte agevolazioni. Il mio consiglio è quello di salire alla Fortezza non appena apre al mattino. Evitate le ore centrali della giornata perché è davvero piena e rischiate di fare un bel po' di coda per poter salire. Una volta in cima potete decidere se visitarne solo l'esterno o entrare a vedere le stanze che sono state restaurate. Se non avete mai toccato con mano la vita di un vescovo-principe (un altro luogo speciale per farlo è il Castello di Campo Tures, in Alto Adige), entrate e godetevi una visita guidata. Capirete molto sul carattere di Salisburgo e sulla sua storia.





La cosa più bella, per me, di una visita alla fortezza di Salisburgo, è il panorama che si può godere dall'alto. Io me ne starei lì ad osservarlo per ore, immaginando chissà quante storie vissute in zona. Sarà perché sono bassina, ma adoro guardare il mondo dall'alto di una zona panoramica e la Fortezza di Salisburgo è perfetta per questo. Se, sul davanti, potete ammirare la città in tutta la sua barocca bellezza, dal retro sono la Nonntal e le montagne bavaresi a dare il meglio di loro. Piccola nota di colore: Nonntal significa valle delle monache (così come Monchsberg significa monte dei monaci... Salisburgo era un principato ecclesiastico e si nota) e non è un caso. Proprio a poca distanza dal Monchsberg si nota un convento in mezzo al verde. Quello è il luogo dove inizia la vicenda di Maria von Trapp. 


Convento Maria von Trapp Salisburgo



Salsburgo è uno di quei luoghi nei quali non mi stanco mai di tornare. Sarà perché ha davvero tante storie da raccontare, siete d'accordo? Del resto l'Austria è per me davvero un posto speciale. Se non ci fosse, bisognerebbe inventarla. 



Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...