Il Cammino di Santiago con un cane: informazioni, treni e consigli da Michy e Billo

Informazioni per fare il cammino di Santiago con un cane


Pensavate che i post sulle avventure di Michy e Billo fossero finiti, vero? Oggi torniamo a parlare di come organizzarsi per fare il Cammino di Santiago con un cane. Potrebbe sembrare una delle avventure più semplici da mettere assieme: infondo basta seguire la strada indicata con la famosa conchiglia e camminare circa 30 km tutti i giorni. In realtà, un'avventura (qualsiasi) con un animale da compagnia impone preparazione e organizzazione. Nel post di oggi troverete informazioni utili e una lista da scaricare, con tutti i posti dove dormire da Saint-Jean-Pieds-de-Port a ben oltre la cattedrale di Compostela.

Una delle cose che si dovrebbe fare sempre, quando si ha voglia di raccontare i propri viaggi, è mettere in risalto il bene e il male, il facile e il difficile, l'utile e il superfluo. L'intento era proprio questo, quando abbiamo iniziato a raccontare del viaggio che Michy e Billo volevano fare sul Cammino di Santiago e così è ancora oggi.

Riassumendo, le difficoltà maggiori nel fare il Cammino di Santiago con un cane sono le seguenti:

- Raggiungere la partenza del Cammino dalla Spagna (per via dei treni)
- Trovare alloggi che possano, in qualche modo, dare ospitalità anche ai nostri amici a 4 zampe
- Il tempo atmosferico (e quindi scegliere la stagione giusta).
- Definire un budget

Andando per ordine, parliamo di come raggiungere la partenza del Cammino.
Se state considerando di partire da Saint-Jean-Pieds-de-Port, sappiate che gli aeroporti più vicini sono Bordeaux e Tolosa, in Francia ovviamente. Da entrambe le località si possono prendere dei treni che raggiungo i piedi dei Pirenei. In Francia Michy e Billo non hanno trovato difficoltà nel viaggiare sui treni. Il cane paga il suo biglietto e può viaggiare tranquillamente purché al guinzaglio e sempre provvisto di museruola. Una volta sul treno, chiedete sempre a chi viaggia vicino a voi se il cane può dare fastidio. La cortesia è sempre d'obbligo.

In Spagna le cose sui treni si complicano e non poco. Uno dei primi post sul viaggio di Michy e Billo parlava proprio di questi intoppi dovuti alla poca chiarezza delle condizioni di viaggio sulle ferrovie spagnole. Per questo motivo, ho interpellato la Renfe, la società che gestisce i treni in Spagna, grazie anche all'aiuto dell'Ente del Turismo. Volevo capire come funzionasse. La risposta ufficiale è "dipende". La prima cosa da sapere è le condizioni generali per far viaggiare gli animali sui treni spagnoli si trovano sul sito ufficiale di Renfe. E' importante capire subito se il nostro treno è di Larga Distancia, Media Distancia o Cercanìas. Quest'ultimi per me erano treni regionali ma non è così. Si tratta di convogli che effettuano il trasporto nel nucleo urbano o interland. 

I regionali sono i Media Distancia e gli altri sono quelli a lunga percorrenza. I treni a Larga e Media Distancia pongono le stesse condizioni. Gli animali di peso fino ai 10 kg possono viaggiare nel limite di un solo animale per viaggiatore e a patto che esso sia chiuso in un trasportino che non superi le misure 60cm x 35cm x 35cm. L'animale paga un biglietto ridotto (25% di un biglietto di seconda classe) ma può viaggiare gratuitamente se il suo padrone ha prenotato i servizi di prima classe. I treni connotati come Cercanìas ammetto animali senza trasportino. Sulle condizioni generali c'è una frase che dice che il trasporto potrebbe essere limitato: "Cercanías podrá limitar su transporte a los trenes, horarios y estaciones que se autoricen en cada Núcleo".

La seconda difficoltà in ordine di importanza riguarda gli alloggi che accettano cani sul Cammino di Santiago. Non è per paturnie ma per volontà di mantenere l'ambiente pulito che tanti albergues non accettano cani. La fortuna, oggi, giunge in vostro aiuto perché Michele mi ha passato una lista di tutti gli alloggi che accettano cani dai Pirenei a Fisterra, ben oltre le guglie della Cattedrale di Compostela. La lista è datata 2014 ma, stando a quanto mi dicono dalla regia, è valida e preziosa. Scaricatela gratuitamente se avete intenzione di fare il Cammino di Santiago con il vostro cane! Se avete novità per poterla aggiornare, scrivetemi! A breve passerò tutte le informazioni agli sviluppatori dell'app Camino Pilgrim, una delle più utili per chi vuole intraprendere la strada verso Santiago.

Per quanto riguada il meteo, tenete conto che la mezza stagione è forse la migliore per camminare con il proprio cane ma potreste essere sfortunati come Michy e Billo e trovare delle gran nevicate a Marzo. L'estate è sconsigliata per il tanto caldo e la mancanza d'ombra lungo la strada. I cani ne soffrirebbero troppo. 

Ultimo capitolo: il budget. Fare il Cammino di Santiago dovrebbe richiedere il minmo della spesa ma spesso non è così. Tenete conto che per dormire spenderete una media di 15€ a notte, se vi andrà bene. Calcolate almeno 10€ a notte per il vostro cagnolino. Consiglio da parte di Michele: arrotondate per eccesso

Tutti i post relativi al Cammino di Santiago sono raggruppati nell'apposita sezione. Di certo i racconti non finiscono qui. Chissà se Michele ripartirà mai. Voi cosa dite? 




Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...