Amburgo: navigando sull'Alster

Visitare Amburgo


Durante un viaggio ad Amburgo c'è una parola che sentirete ricorrere spesso: Alster. Esistono l'Außenalster, il Binnenalster e l'Alsterwasser, che non è acqua. Questi vocaboli corrispondono, rispettivamente a due porzioni di un lago e ad un miscuglio gazzosa-birra molto in voga tra gli abitanti di Amburgo. Se c'è una, tra le tante cose, che mi ha sorpresa di Amburgo è la sua personale relazione con l'acqua dolce dei suoi fiumi, che spesso giocano a fare il mare e che sono sempre in totale dialogo con la città. Uno, ovviamente, è l'Elba. L'altro è proprio l'Alster.

Amburgo è una città molto grande e non tutti i suoi quartieri godono della presenza costante e totale dell'acqua come la Speicherstadt, per esempio. Quando mi sono ritrovata per la prima volta davanti all'Elba non potevo credere ai miei occhi: per noi italiani è così strato vedere un fiume solcato da navi porta-container ed è sempre stranissimo pensare che un porto davvero importante (il secondo in Europa) si trovi a 100 km dalla foce di un fiume. Eppure è così. Gli Amburgesi amano rilassarsi sulle rive dell'Elba ma adorano ugualmente recarsi nel centro della città e godersi l'atmosfera tranquilla di un'inizio serata nei pressi dell'Alster.

Io e Gian siamo arrivati al cospetto dei laghi formati dall'Alster in un tardo pomeriggio di fine estate quando il sole cominciava a riflettersi prepotentemente sull'acqua. Era domenica, se non erro, e quel giorno Amburgo viveva una sorta di stato di grazia regalato da un cielo azzurro e da una temperatura più italiana che nord-europea. I Binnen- e Außenalster sono due bacini idrici comunicanti, creati artificialmente proprio nel centro città. Sono il luogo perfetto per chi ama andare in canoa o per tutti gli amburgesi in possesso di barche a vela. I bacini dell'Alster sono una porzione di città totalmente votata alla natura, con una cornice speciale, fatta della parte Ottocentesca di Amburgo e di tutti quei palazzoni che, un tempo, erano sede di assicurazioni marittime, banche e molte altre istituzioni.

Come vi dicevo prima, il tramonto d'estate (tenete conto che ad Amburgo, in quella stagione,  il sole se ne va molto tardi) è il momento migliore per godersi l'Alster. D'estate il lungo-Alster diventa il posto frequentato da grandi e piccini, giovani e anziani. Ce n'è per tutti i gusti: dai chioschi di streetfood e birra fino ad arrivare ai caffé e alle gelaterie in stile italiano (eh già, ci sono anche qui) con i tavolini all'aperto. Per me, il modo migliore per godersi l'atmosfera rilassata dell'Alster è prendere una delle barche che compiono una navigazione circolare attraverso i due bacini idrici. 

La Alsterundfahrt è un'altra di quelle esperienze giuste (e meno turistica di quel che pensate) per conoscere Amburgo un po' di più. Un giro completo dura circa un'ora e andrebbe sempre prenotato, per essere sicuri di trovare posto. Il costo è di 15€ per gli adulti e di 7,50€ per bimbi e ragazzi fino ai 16 anni. Durante il viaggio verranno date spiegazioni sull'Alster e sui quartieri circostanti, che sono tra i più "in" della città. Il commento è fatto in tedesco dal capitano ma è possibile avere un'audio-guida gratuita in inglese. Prendetela perché, durante il percorso, vi verranno raccontati aneddoti interessanti sulla vita frenetica dell'Amburgo del passato, e non solo.

Ultima curiosità sul termine "Alster". Come vi dicevo prima, ad Amburgo sentirete spesso pronunciare o leggere sui menù la parola "Alsterwasser": non si tratta di acqua dell'Alster, come la traduzione vorrebbe. L'Alsterwasser è una bibita ottenuta dalla mescolanza di birra e gazzosa. E' esattamente quello che, nel resto del mondo germanofono, viene chiamato Radler e ciò che in Svizzera si apostrofa come Panaché. Personalmente non la amo molto. A dirla tutta preferisco una buona birra e basta. Ma chi la apprezza dice che è molto dissetante. Magari dovrei tornare ad Amburgo e gustarmela proprio mentre il sole tramonta e colora l'Alster di un oro che solo lui è capace di regalare.


Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...