Germania e castelli: non solo Ludwig e Baviera

Castelli da visitare in Germania

Prendete la parola "castello" e la parola "Germania": mettetele assieme. Che immagine appare nella vostra mente? Sicuramente molti di voi avranno pensato ai famosi castelli di Ludwig, edifici pieni di storia, storie e fascino, che ogni anno vengono visitati da milioni di turisti in vacanza sulle strade della Baviera. Per quanto la figura del re Ludwig mi piaccia e ami scandagliare la sua vita in cerca di chissà che cosa, quello di cui si parlerà su questo blog di viaggi oggi non riguarda lui. Perché, per fortuna, Ludwig non è stato l'unico a costruire castelli in Germania. Da sud a nord ce n'è per tutti i gusti. Non ci credete?

Ludwig di Baviera è conosciuto più per i suoi castelli che per tutto quello che ha fatto durante il suo regno. Mi chiedo spesso che cosa sarebbe ora Neuschwanstein se la Disney non si fosse ispirata a questo castello bavarese per uno dei suoi lungometraggi a cartoni. Nel passato della Germania si sono susseguite molte importanti dominazioni. Carlo Magno era il re dei Franchi ma era pur sempre un abitante delle regioni dell'ovest dell'attuale Germania. I Land tedeschi, come molte altre zone del mondo, hanno subito guerre per la conquista del territorio e questi conflitti hanno spesso portato alla costruzione di manieri, magioni e baluardi difensivi.

Quali sono i castelli più belli da vedere in Germania? Strano ma vero, quelli che vi racconterò si trovano tutti (meno uno) lungo un itinerario perfetto per scoprire la Germania, che va dal Lago di Costanza a Koblenz. Si tratta di poco più di 500 chilometri.


Partiamo da sud, con la fortezza di Hohentwiel, dove io e Gian siamo saliti in una ventosa mattina di inizio 2016. Si tratta della più grande fortezza in rovina di tutto il territorio tedesco ed ebbe un'importante funzione difensiva, visto che si trova al confine tra il Baden e il Wüttemberg, e anche vicino alla Svizzera.

Lasciamo la regione del Lago di Costanza e andiamo verso nord. Siamo nella terra della potente famiglia Hohenzollern, stirpe che ha avuto un ruolo preminente nella storia tedesca ed europea. Burg Hohenzollern (ovvero Castello degli Hohenzollern) si trova a metà strada tra il lago di Costanza e Stoccarda, sempre nel land del Baden-Wüttemberg. Molti definiscono questo castello una delle meraviglie della Germania. Io lo visitai la prima volta da piccolina: ancora oggi ho negli occhi l'immagine della sua maestosità, che comunica potenza da ogni mattone.

Heidelberg è un'altra delle città tedesche che prima o poi andrebbe vista. Situata tra i fiumi Neckar e Reno, Heidelberg nacque ufficialmente come accampamento Romano, anche se si hanno le prove certe di vita organizzata già prima dell'arrivo degli invasori italici. I Romani portarono qui la vite e insegnarono ai locali a fare il vino, attività tuttora molto in auge da quelle parti. Heidelberg è sede di una grande università, e la vita in città è sempre stata molto effervescente. Qui si trova il castello di Heidelberg, costruito intorno al XIII secolo. Il castello è sempre stato molto famoso: pensate che scrittori come Victor Hugo e Mark Twain ne parlano in alcuni loro scritti. Da vedere.

Facciamo circa 180 km verso nord e arriviamo a Marksburg, uno degli ultimi castelli intatti rimasti lungo la valle del Reno. Marksburg si trova in un'ansa del fiume: alto e imponente, sembra ancora più inespugnabile perché si trova sopra una delle tante rupi che rendono speciale questo tratto del grande fiume europeo. Non siamo, infatti, molto distanti dalla rupe della Lorelei, decanta da Heinrich Heine. Lorelei, molto prima di diventare un nome famoso per la serie "Una mamma per amica", è sempre stata una mitica figura femminile della valle del Reno. 

Passata la città di Koblenz, deviamo qualche kilometro verso ovest per raggiungere il Castello di Eltz, uno dei più fotografati di tutta la Germania. Il Castello di Eltz è stato fonte di ispirazione per tanti film horror e il suo aspetto è tutt'altro che rassicurante ma, credetemi, merita il viaggio per arrivare fino a lì. Anche la storia della famiglia Eltz ha avuto influenza sulla storia tedesca ma la sua linea di successione si estinse alla fine del XVIII Secolo. La cosa bella di questo castello è il suo essere immerso totalmente nella natura. Il periodo migliore per vederlo, per me, è l'autunno. 

Il nostro ipotetico itinerario alla scoperta dei castelli tedeschi finirebbe qui. C'è però un altro castello che vorrei raccontarvi e per visitarlo occorre fare un gran bel salto verso nord, fino a raggiungere il Land dello Schleswig-Holstein e il confine con la Danimarca. Quello che vedete qui sotto è un castello che sa molto più di Scandinavia che di Germania. Si chiama Schloss Glücksburg


Castello di Glucksburg
Foto da Germany Travel 
Il castello divenne tedesco con l'acquisizione di questo territorio da parte dell'Imperatore di Germania nel 1825 o giù di lì. A oggi è ancora di proprietà dei duchi dello Schleswig-Holstein ed è sulla mia personal lista dei viaggi da fare. Si trova non distante da Flensburg, uno dei quei luoghi nordici in cui immagino di sovente di passare qualche giorno in pace, tranquillità, relax e con la compagnia del vento del nord. 

Un itinerario come quello che vi ho raccontato oggi insegna (specie al viaggiatore italiano) che la Germania è molto più che la sola Baviera. Ricordatelo, mi raccomando.


Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...