Alnwick Garden: il giardino delle piante velenose

Viaggio in Inghilterra: visitare giardini di piante velenose

Alnwick Castle é una grande meraviglia del Northumberland, nel nord dell'Inghilterra. Come vi ho già raccontato tempo fa, é uno dei castelli che si é più prestato ad apparire in film e serie tv. Il cortile di Alnwick Castle é lo spazio di Hogwards in cui Harry Potter e amici imparano a volare sulle mitiche Nimbus. Un visita a questo castello non può che terminare con un giro negli splendidi giardini, una zona verde dalla grande bellezza e dove si trova un settore molto speciale, dove si entra solo con la guida: il Poison Garden, ovvero il giardino delle piante velenose.


Giardini e castelli, si sa, sono un qualcosa da prendere molto seriamente durante un viaggio nel Regno Unito: Inghilterra, Scozia e Galles vantano antichi luoghi di tutto rispetto e giardini, privati e pubblici, da fare invidia a mezzo mondo. Uno di questi é, senza ombra di dubbio, Alnwick Garden, il polmone verde dell'omonimo castello, luogo di residenza e vita dei Duchi di Northumberland, che aprono la propria residenza la pubblico da Marzo a Novembre.
I giorni di apertura del Alnwick Garden variano e sono in ogni caso molti di più di quelli del castello.
Il sito ufficiale del giardino é l'unico oracolo da consultare per avere informazioni certe su orari d'apertura e prezzi dei biglietti.

Eh già, per entrare a Alnwick Garden si paga il biglietto: acquistarlo online permette di risparmiare. Si può acquistare anche un biglietto comulativo che comprende entrata e visita al castello + visita al giardino. Sappiate che entrambi i luoghi richiedono molto tempo per essere ammirati in tutta la loro bellezza sicché tenete conto di passare una giornata intera ad Alnwick per vedere entrambi.
Sia nel giardino che nel castello ci sono delle zone pic-nic e dei punti di ristoro dove acquistare da bere e da mangiare.

Dopo avervi informato a dovere, eccomi qui a raccontarvi la cosa più interessante - per me - all'interno di Alnwick Garden: la zona delle piante velenose. Alnwick Garden é diviso in settori con giardini dalla più varia ispirazione: italiana, asiatica, tropicale, ci sono poi settori dedicati alle rose o alle orchidee e così via. Il Poison Garden é diviso dal resto del giardino da una recinzione che lo racchiude completamente (anche nella parte superiore). E' così "imprigionato" perché le piante al suo interno non sono velenose per finta: sono piante che vengono tenute e coltivate per fini dimostrativi, dilvulgativi e scientifici. Alcune università britanniche, infatti, accedono al Poison Garden per studiare quelle piante e il loro veleno. Vi dirò di più: alcune piante all'interno di questa zona già recintata di suo, sono ulteriormente racchiuse da altre reti (molto larghe per non impedire la crescita e il passaggio della luce) per la loro particolare pericolosità.

Si può accedere al Poison Garden solo con la guida. Le visite a questa zona sono molto frequenti (controllate sempre il sito per sapere gli orari) per dare la possibilità a più persone possibili di ammirare queste piante e di ascoltare le loro storie. Secondo quanto mi dissero, i minorenni non entrano per una questione di responsabilità. Il giardino velenoso si visita in poco meno di un'ora e per me é stato soprendente ascoltare i racconti della guida e capire come qualcosa di così bello come un fiore o le foglie degli alberi possano fare altamente del male a noi esseri umani.

Eccovi qualche esempio di pianta che potrete trovare all'interno del Poison Garden di Alnwick. Cominciamo con la Digitale Purpurea, una pianta dai fiori molto belli che non é sicuramente difficile da trovare nei nostri boschi. Questo fiore é uno dei grandi protagonisti di molti romanzi gialli. L'estratto di Digitale Purpurea, infatti, é stato lungamente usato per curare gli scompensi cardiaci. E fin qui nulla di male, anzi. Occorre stare attenti alla dose: troppa digitale purpurea ferma il cuore.

Piante velenose: la Digitale Purpurea
La Digitale Purpurea - © 2016 Giovy

Passiamo poi all'Oleandro Bianco, bellissimo arbusto che regala fiori molto profumati. Si tratta di una delle piante più tossiche al mondo... se ingerita: sia chiaro, averla in giardino non crea nessun danno. Se volete avere un'idea delle proprietà killer di questa pianta, guardate il film White Oleander con Michell Pfeiffer e poi ne riparliamo.

Nel Poison Garden si possono ammirare anche alcuni papaveri da oppio fatti crescere a regola d'arte. Nel giardino ci sono, infatti, anche piante dalle quali estrarre sostanza che sono poi alla base di alcune droghe molto diffuse, come l'eroina per esempio. Il papavero da oppio era una delle piante "ingabbiate" doppiamente, in modo che le persone non potessero toccarle.

La visita al Poison Garden di Alnwick insegna molto sulla potenza della natura e sul rispetto che possiamo avere verso di essa: ci sono fiori spettacolari che si possono tramutare in mostri micidiali se alterati o lavorati dall'uomo. Lasciati alla loro vita naturale resterebbe semplicemente un'opera d'arte da ammirare. Come forse dovrebbe sempre essere.


Questo articolo è stato scritto per  Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...