Inghilterra: Cumbria is open!

Visitare la Cumbria in Inghilterra

Dicembre é stato un mese strano in molte parti del mondo. Mentre noi nel Nord Italia eravamo avvolti dallo smog, le Isole Britanniche erano alle prese con piogge torrenziali che hanno causato parecchie alluvioni nelle regioni settentrionali e occidentali. Tra queste c'è il il nostro amato Galles e la bellissima Cumbria (pronunciata proprio con la U), territorio inglese del Lake District meta dei viaggi di molti britannici ma anche di tanti stranieri che amano e apprezzano le brughiere, i laghi cristallini, le distese verdi e quel pizzico di poesia che non guasta mai. Perché oggi vi parlo della Cumbria e perché sulla foto c'è scritto Cumbria is open?

Un viaggio in Inghilterra che si rispetti, per me, dovrebbe prevedere almeno qualche giorno da trascorrere in Cumbria, magari proprio nel Lake District. Se posso proprio darvi un consiglio, me ne andrei in quel di Keswick magari per ammirare la zona dall'alto della collina dove si trova il cerchio di pietre di Castlerigg

Le recenti alluvioni hanno causato non pochi danni alla Cumbria. Questa regione inglese é strettamente legata a flussi turistici, sia nazionali che internazionali, Un'alluvione, proprio come successo qui da noi ad inizio del 2014, non é mai una bella cosa e la zona ha subito due bei grossi colpi: il primo per via della distruzione causata dall'acqua, il secondo per le prenotazioni disdette e i mancati introiti turistici. Più che organizzare raccolte di fondi – che sono sempre utili, intendiamoci) – occorre fare di tutto perché la vita torni alla normalità. Durante le vacanze di Natale, diverse testate e pagine web britanniche ricordavano al mondo che tutto il nord dell'Inghilterra era aperto per viaggi e turismo.

Ecco perché oggi vi voglio parlare della Cumbria, di alcune delle sue bellezze anche al di fuori della zona dei Laghi. Un itinerario di viaggio nel Lake District é qualcosa che facilmente si riempie di meraviglia. Forse un mese basterebbe per dare spazio a tutto ciò che c'è da vedere ma, allo stesso modo, una settimana da quelle parti é già un buon inizio per innamorarsi dell'Inghilterra più vera e autentica. 

La Cumbria non vive di solo Lake District. Per esempio vi si può ammirare un tratto del Vallo di Adriano, magari partendo dalla città di Carlisle, con la sua cattedrale medievale e con il suo castello pieno di storia. Come vi dicevo prima, da qui si può cominciare ad esplorare la zona del Vallo di Adriano e dirigersi verso il Northumberland, altro splendido territorio del Nord dell'Inghilterra.

Cumbria vuol dire anche costa, quella del golfo che guarda il sud-ovest della Scozia, dove si trova Maryport, insediamento creato delle legioni romane che vi edificarono un forte. Ora possiede un ricco museo dedicato alla storia romana, e passeggiando in città non faticherete a trovare tracce di quel passato. Qui siamo nel Solway Estuary ed io vi auguro di visitare questi luoghi in una giornata limpida come quella che ho trovato io, per potervi sorprendere della vastità e varietà del paesaggio.

La Cumbria é una di quelle terre che chi crede che in Inghilterra si mangi male dovrebbe visitare. Quasi tutti i pub che noi abbiamo incontrato sulla nostra strada proponevano cibo a km 0 e di qualità molto alta. I gourmet curiosi non possono mettere piede su questa terra senza assaggiare le Cumberland Sausages [salsiccie del Cumberland]. Cumberland é l'antico nome della Cumbria, quando era un regno indipendente. Le salsicce prodotte in questa regione sono speciali, particolarmente gustose e famose in tutto il Regno Unito – e anche all'estero.

La Cumbria é speciale come il profilo delle sue colline e il disegno delle sue valli (o dovrei dire dales) e montagne. I colori dominanti sono l'azzurro del cielo, il grigio intenso di un temporale estivo, il verde dei prati uniti a quella sensazione di limpidezza cristallina che solo certi laghi sanno trasmettere. La gente della Cumbria é fiera, caparbia e volitiva, fatta della stessa pasta della sua regione. Si tratta di persone che possono sembrare burbere ma che ti accolgono come fossi un parente che torna da una terra lontana.

Se non avete ancora pensato al prossimo viaggio, spezzate una lancia in favore della Cumbria. Abbiamo recentemente inviato, tramite la nostra newsletter gratuita, una mini-guida per scoprire questa regione. Scaricatela ora!


Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...