Lindau, un treno e il lago

Viaggio a Lindau

Mi piacciono i luoghi in cui esci dalla stazione dei treni e in pochi passi ti ritrovi vicino all'acqua. Non so perché: è come se la magia del treno diventasse più forte e l'acqua – non so in che modo - mi facesse sentire catapultata in un altro mondo. Quando sono arrivata a Lindau questo piccolo grande incantesimo si è compiuto di nuovo. Sono passata dal calduccio della stazione al freddo vento del Lago di Costanza ma ero davvero felice.

In tanti anni di viaggi mitteleuropei non ero mai stata a Lindau, pur avendo toccato molte zone vicine. Credo aggiungerò questo piccolo pezzo di Baviera alla lista dei luoghi dove vorrei vivere, almeno per un po' e la voglio proprio così, in inverno, col vento e il lago che cerca di rubare il proprio colore alle Alpi circostanti

Piccolo momento di ammissione di una mia mancanza: per quanti viaggi abbia fatto in Europa, non avevo mai pensato che la Baviera arrivasse fino al Lago di Costanza. Credevo fosse esclusivo territorio del Baden-Wüttemberg.

Fare shopping in Maximilianstrasse a Lindau

Lindau, come molte altre città della regione del Lago di Costanza, è una luogo dove i passaggi commerciali hanno fatto il bello e il cattivo tempo. Lo si capisce passeggiando per la via più nota, la centrale Maximilianstrasse (già da questo avrei dovuto capire che si trattava di Baviera, shame on me), dove il carattere mercantile della città si mostra nelle facciate dei palazzi e in alcune vecchie attività che ancora oggi sono aperte.

Quando si scoprono città come Lindau occorre trasformare i nostri occhi in piccoli grandi registratori visivi e camminare guardando molto ciò che ci circonda: i simboli, i piccoli disegni, l'intelaiatura a traliccio di certe case o le insegne in ferro battuto. Molta della storia passata di Lindau è dipinta sulle pareti esterne dell'Altes Rathaus, il vecchio municipio.

La vera e propria star di Lindau è il suo porto sul Lago di Costanza. Il suo ingresso è sorvegliato da un lato dal Leone di Baviera e dall'altro da un faro. Entrambi sembrano essere vere e proprie sentinelle che vigilano sia sulle navi che passano sul lago, sia sulla città.

Visitare Lindau sul Lago di Costanza

Tra il XIX e il XX secolo Lindau è stata una città dove le famiglie più importanti della Baviera andavano in villeggiatura per godere del buon clima della zona. Gli alberghi che guardano il porto hanno un aspetto altero e imperiale, perfettamente bavarese, che richiama un passato di nobiltà e alta borghesia.

I benefici del clima del Lago di Costanza non furono una scoperta di 200 anni fa. Già i Romani passarono di qui seguendo il corso del Reno e stabilendo un accampamento. Una cosa che non vi ho ancora detto è che il centro di Lindau si trova su un'isola e fu proprio il re di Baviera a far costruire il ponte-diga che permette ai treni di entrare in stazione e di arrivare così vicini al lago.

Lindau è uno di quei posti perfetti per fermarsi anche per un giorno solo: in stazione ci sono gli armadietti per lasciare zaini e borse. I più grandi possono tenere anche 2 borsoni grandi e costano 3€ per 72 ore. Vi ricordo che nella regione del Lago di Costanza si può viaggiare con un biglietto sovranazionale che si chiama EuroRegio Bodensee e che vi racconteremo presto. Potete quindi trovarvi in un luogo e dedicare una giornata a Lindau, spostandovi in modo sostenibile ed economico.

A me è bastata circa una mezz'ora per amare Lindau, le sue vie e la porzione di Lago di Costanza che occupa. Una delle cose che mi auguro per il 2016 è di poterci tornare. Nel frattempo, mi godo assieme a voi un piccolo ricordo guardando la galleria fotografica.



Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

2 commenti:

  1. Tante volte ho guardato al Lago di Costanza per un break di qualche giorno, non troppo lontano dall'Italia... Poi per un motivo o per un altro ho sempre optato per mete diverse. Grazie per questo post ricco di informazioni e belle fotografie! Bisognerà che riprenda in considerazione la zona per le mie future fughe...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E fai benissimo a prenderla in considerazione!
      Ci sono ancora tanti racconti da scrivere a riguardo. Stay tuned...

      Elimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...