Salisbury: la Chiesa che nessuno visita

Visitare la chiesa di St. Thomas a Salisbury
Foto da Flickr

Se io vi dico Salisbury, voi a cosa pensate? La prima risposta è sicuramente Stonehenge, la seconda è Magna Carta, la terza è Cattedrale. Tutte risposte legittime e tutti luoghi da visitare durante un viaggio in Inghilterra, A Salisbury, però, non si vive solo di questo.
Ci sono molte altre cose da vedere e, soprattutto, c'è anche un'altra magnifica chiesa: quella di St.Thomas e St. Edmunds e oggi ve la raccontiamo.

Sapete... quelle cose che succedono in viaggio per quella specie di destino che copre come un mantello i viaggiatori quando sono in giro per il mondo? Ecco, è successo a noi con "l'altra" chiesa importante di Salisbury, quella che nessuno visita.
In effetti stavamo seguendo la direzione della famosa "Spire", la guglia altissima della cattedrale di Salisbury. "Non ci perdiamo" ci siamo detti e, nel proferire parola, ho perso la direzione della guglia.
Sarò bassa, ma non la vedevo più.

Perdersi in viaggio (che sia in un luogo piccolo o grande poco importa) è sempre una grande opportunità più che una sfortuna, così mi misi a guardarmi in giro e trovai la chiesa di St. Thomas e Edmund, luogo che per me sarà sempre "l'altra chiesa", come fosse "l'altra sorella" quella che nessuno bada mai.

Tutto questo per dirvi che la Chiesa di St.Thomas e Edmund è un luogo pieno di storia e storie da raccontare. Al suo interno non ci sarà la Magna Carta ma c'è un piccolo grande pezzo di storia d'Inghilterra.

Dove si trova questa chiesa?

Potete raggiungerla camminando lungo il fiume Avon o arrivando da Fisherton street.
L'entrata non si paga e vale la pena di varcare la porta per scoprire una cosa molto particolare: gli affreschi.
Cosa c'è di strano in un affresco in una chiesa? 
Per noi italiani nulla ma per una chiesa inglese molto.
Durante il Medioevo molte chiese e monasteri inglesi riportavano affreschi di ogni genere.

Poi, nel 1536 arrivò la Dissolution di Enrico VIII. I monasteri vennero chiusi, molti dati alle fiamme e tante chiese non ebbero un destino diverso.
L'Inghilterra diventò anglicana e molto di ciò che ricordava il cristianesimo romano (e quindi la figura del Papa) venne distrutto o nascosto. Gli affreschi vennero imbiancati con calce e intonaco e scomparvero per secoli.

Quello che Enrico VIII non sapeva é che la calce avrebbe preservato ciò che nascondeva. 
Nel 1819 i dipinti di St.Thomas e Edmund vennero riscoperti e riportati alla luce, rimanendo uno dei pochi documenti - passatemi il termine - tangibili della cultura cristiana medievale in Inghilterra.
Il dipinto in questione ritrare un giudizio universale ed è probabilmente il più grande rimasto visibile in tutta l'Inghilterra.
All'interno della chiesa si trovano anche le sepolture di antiche famiglie illustri della zona di Salisbury. 

La visita alla chiesa vi porterà via una mezz'ora circa, dopo la quale potrete incamminarvi verso la famosissima Cattedrale che si trova a poche centinaia di metri da lì. Trovate un hotel a Salisbury, restate lì un po' di giorni e datevi la possibilità di visitare gli angoli nascosti della città. 

La cosa bella (tra le tante) di mettersi in viaggio è proprio scoprire luoghi e posti dei quali non avevi mai sentito parlare ma che - dopo averli incontrati - entrano nel tuo zaino e vengono via con te.


Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...