Farmacia da viaggio: come organizzarsi



Sono sicura che siete tutti bravissimi nell'organizzare e preparare il vostro kit medico da viaggio. Io sono una di quelle che varia la grandezza del kit a seconda del posto che visito. Se poi sono sicura di riuscire ad esprimermi nella lingua locale... la mia farmacia da viaggio diventa una bustina col minimo indispensabile. Esperienze personali a parte, come organizzare un perfetto kit medico da viaggio e cosa ci serve? Oggi mettiamo nero su bianco qualche consiglio, sperando che sia utile.

Un primo distinguo più che doveroso: le medicine si prendono con coscienza, responsabilità e sotto controllo medico. Ognuno di noi è diverso e molta della sapienza che mettiamo in campo nel parlare di farmacia da viaggio dipende dalle nostre esigenze e dalla nostra esperienza.
Ci sono però delle colonne portanti del pronto soccorso in viaggio, quelle cose che proprio non possono mancare nel nostro zaino scalcagnato o nel trolley di ultima generazione.

1) Medicinali personali
Ovvero tutte quelle cose che, spesso, si prendono nel nostro quotidiano e che variano dallo stato di salute in cui siamo. Ci sono anche dei medicinali personali eccezionali ma da tenere sempre con sé: penso alla gente che soffre di certe allergie o alla sottoscritta che vi sta scrivendo che tiene sempre in borsa quello che le serve, nel caso le si risvegliasse a suon di dolori il nervo trigemino.
Se prendete medicinali sotto prescrizione medica, ricordatevi sempre di farvi fare la ricetta in più lingue. Spesso, alle dogane, certi medicinali vanno dichiarati e va mostrata la prescrizione.

2) Antipiretico
Quando siete in viaggio cercate sempre di avere un antipiretico con voi. 
L'Aspirina comune non è una buona soluzione, soprattutto in paesi tropicali, per le sue proprietà di fluidificazione del sangue.

3) Antistaminico
Non si sa mai quando, dove e come siano in agguato le allergie.
Io sono arrivata a 34 anni per scoprire di essere allergica agli antibiotici.
Quando viaggiamo possiamo assaggiare cibi mai provati prima ed è sempre meglio essere pronti a contrastare un attacco allergico

4) Purga, Antidiarroici + Fermenti e Probiotici 
Eh già... la grande prova della tazza del WC in viaggio. Un dilemma per tutti: andrà bene o no?
Nel dubbio, io mi porto sempre tutto: meglio non rischiare nessuna situazione, per così dire, difficile.
Una cosa che faccio spesso è iniziare con i fermenti lattici e probiotici prima di partire (io utilizzo Florase Intest di Santiveri).
Giusto per dare un rinforzo all'intestino. Non si sa mai.

5) Qualcosa per il mal di gola
Spray, pastiglie o caramelle... decidete voi.
L'aria condizionata in aereo non perdona mai.

6) Cerotti, disinfettante e bende
Per fare davvero i bravi, tutte queste cose dovrebbero essere sempre con noi nello zaino e nella borsa che portiamo quotidianamente mentre siamo in viaggio. Inutile lasciarli in albergo quando è sulla strada che spesso si riportano delle piccole ferite, no?

7) Antinfiammatorio
Il mio personale must-have, come vi dicevo prima.


Voi cosa aggiungereste ancora?

Io mi porto spesso una crema per eritemi perché ho la pelle chiara e quelle piccole macchiette rosse sono dietro l'angolo per me, anche se andassi al Polo Nord in pieno inverno.


Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...