Polonia: cosa mangiare in Masuria

Cosa mangiare in Polonia
Cosa si mangia in Polonia?

Giorni fa mi sono impegnata per mettere a posto un po' di foto dei viaggi fatti l'anno scorso. Uno degli album riguardava il viaggio in Polonia, un itinerario alla scoperta della parte nord-orientale del paese. Conobbi la Polonia - esattamente 10 anni fa - praticamente per caso, durante un viaggio che resterà un caposaldo della mia vita. L'anno scorso ebbi la possibilità di esporare Podlaskie e Masuria, due regioni che non sono sempre parte degli itinerari turistici tipici.
Cosa mi hanno insegnato? Che in Polonia ci sono dei piatti davvero ghiotti.

Il mio primo viaggio in Polonia mi ha regalato grandi amici e alcune esperienze gastronomiche indimenticabili.
Quando partii per l'est della Polonia, l'anno scorso, cercai di concentrare una parte del mio itinerario sulla scoperta di quello che quel paese poteva offrirmi a livello gastronomico.
Conoscevo i pierogi (che già apprezzavo) ma non avevo ancora fatto l'incontro positivo con la cucina della zona della Masuria.

A prima vista sembra un pezzo di Finlandia per il suo alternarsi di specchi d'acqua e boschi, con un cielo splendente che non voleva mai lasciare il passo alla notte.
Fino alla fine della II Guerra Mondiale, quella zona era possedimento tedesco (era parte della Prussia Orientale) e vi devo dire che la Masuria è l'unico pezzo di Polonia dove potevo parlare tedesco (e trovavo menù e indicazioni) senza problemi.
Per me è stato un gran sollievo! Adoro comprendere e farmi capire.

Data la presenza di laghi, la Masuria è uno di quei posti dove il pesce di acqua dolce impera.
Il Coregone Bianco è delizioso e molto nutriente e vi consiglio di prenderlo nel caso lo troviate in qualche meù, magari dei ristoranti di Mikolajki, una località che non potete perdere per regalarvi un po' di relax e vita tranquilla.

La locanda - perché va proprio definita così, oppure potrei dire osteria - che non potete perdere per mangiare bene in Polonia è Oberza pod psem, ovvero la Taverna del Cane.
Si tratta di un punto di ristorazione piccolissimo, ma con uno spazio esterno davvero considerevelo.
Se piove, però, si mangia solo dentro e i tavoli sono pochissimi.
Si trova a Kadzidłowo (non chiedetemi come si pronuncia), all'interno di uno spazio naturale protetto, dove spesso si va per osservare gli animali e stare all'aria aperta, ovvero il Park Dzikich Zwierząt.

Cosa si mangia in Masuria?

Obbligatorio ordinare la version "masurese" dei pierogi.
Proprio come accade qui da noi in Italita (e, a dirla tutta, in ogni parte del mondo) ogni regione ha il suo modo di cucinare i piatti tradizionali, anche se di rilevanza nazionale.
I pierogi in masuria sono "smiesem", ovvero con carne.
Solitamente sui menù si trovano anche "ruskie", ovvero con la ricotta.
Oltre ad essere ripieni di carne, dopo essere stati bolliti, i pierogi nelle versione Masuria vengono ripassati in padella con dei piccoli pezzettini di pancetta.
Io li ho trovati speciali!

Secondo piatto ripassato in padella con la pancetta è rappresentato da dei semplici gnocchi di patate.
La seconda cottura in padella dà loro quella croccante crosticina che li rende specialissimi.
Unica controindicazione: se ne mangerebbero a kili!
In polacco si chiamano Kluski.

Terzo piatto: il dolce.
In Masuria si ripassano una seconda volta in padella anche le crepes e se non croccano abbastanza, le cuoche del luogo le fanno finire in forno.
Vengono servite, d'estate, con delle amarene. Forse mi avevano letto nel pensiero... io vado pazza per le amarene!

Tutti questi piatti, assieme alla foto della locanda, sono presenti nell'immagine di copertina del post di oggi. Manca un piatto presente in tutto il nord-est della Polonia, altra pietanza per la quale io vado pazza: si tratta dei Placki altresì detti, in Masuria, Plinze.
Sono dei pancake di patate, serviti accompagnati da panna acida.
Altro piatto che crea dipendenza!

Alcune indicazioni pratiche sul fatto di mangiare in giro per la Polonia.
Si mangia a tutte le ore: le cucine aprono per pranzo e chiudono dopo cena. Se avete fame alle 15, qualcuno vi darà da mangiare a tale ora.
I proprietari dell'Oberza pod psem sono dei gran buongustai e possiedono una vigna in Toscana, sicché potete accompagnare ciò che vi serviranno con dell'ottimo vino.
Io, però, vi consiglio la birra che in Polonia è quasi sempre Pils ed è di buonissima qualità.

Lo devo ammettere, ho un po' nostalgia di quelle terre che - a me - si sono mostrate sempre assolate, colorate, sorridenti e perfette nella loro semplicità. A tutto questo hanno saputo aggiungere quel pizzico di natura incontaminata e di storia profonda che, per la sottoscritta, sono elementi imprescindibili sia nella vita che nel viaggio.

Ricordo ancora con un sorriso il profumo di legna dell'ambiente interno della Oberza pod psem e mi chiedo a ripetizione come mai non vi abbia raccontato tutto questo prima.
Mi perdonate, vero?

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...