California: colazione a Los Angeles

Dove fare colazione a Los Angeles
La colazione dello Yorkshire Grill di Los Angeles - © 2015 Giovy
Oggi ho voglia di riportarvi alla mia ultima mattina del viaggio in California. Los Angeles di prima mattina ha saputo dirmi molto di più di quanto potesse durante altre ore del giorno. Durante un viaggio negli Stati Uniti può capitare che anche grossi alberghi non comprendano la colazione nella tariffa pagata. Così ci si veste a caso, appena svegli, e si scende tra i vari blocks in cerca di un caffè, del succo d'arancia e delle uova alla benedict.
Dove sarò approdata io per fare colazione a Los Angeles?


Piccola premessa: io amo alzarmi presto quando sono in viaggio e fare colazione quando tutti dormono. Il penultimo giorno del mio viaggio in California era domenica e scesi in strada alle 7, in pieno downtown di Los Angeles ritrovandomi sola a camminare in mezzo alla strada, in una situazione quasi da apocalisse.
Per dovere di cronaca vi copio lo screenshot di Facebook, con un commento azzeccatissimo.

Los Angeles alle 7 del mattino di una domenica di primavera
La mia idea era quella di cercare un diner molto USA Style e di farmi riempire la tazza del caffé almeno due volte, godendomi quell'atmosfera deliziosamente da telefim americano.
E invece no: di domenica mattina, a Los Angeles, non si fa colazione presto.
Solo dalle 8.30 o 9 in poi. Almeno in centro.

Mi sono rifatta il giorno dopo, lunedì, per l'appunto il mio ultimo giorno californiano.
A pochi passi da dove dormivo, sulla 6th Street West, all'incrocio tra South Hope e South Grand Avenue, ho trovalo quello che cercavo: Yorkshire Grill.
Quello è il posto giusto dove fare colazione a Los Angeles!

Entro e mi sembra l'ambiente che proprio volevo: un proprietario dal volto burbero intento a preparare tutto il necessario per i sandwich che a pranzo andranno via come l'acqua nel deserto e due cameriere indaffaratissime ma sempre sorridenti.

Mi siedo al tavolo e non potrei chiedere un menù diverso.

Colazione a Los Angeles
Il menù - © 2015 Giovy

I prezzi sono forse un po' alti per noi italiani ma io li ho trovati in linea con quelli della città.

Potete solo immaginare la bontà delle mie uova alla benedict (a quelle non resisto... almeno una volta ogni tanto!), del mio mezzo litro di spremuta d'arancio e di quel caffé che io proprio non riesco a disprezzare. E' diverso dall'espresso - è vero - ma non è poi così male, no?

Una colazione los-angelina così perfetta è stata resa ancora più bella e buona da due chiacchiere fatte con la cameriera che mi ha chiesto notizie sul perché del mio viaggio in California.
Come nelle migliori sceneggiature, il tutto si è concluso con la sottoscritta che diceva di essere italiana e con la ragazza americana con la brocca del caffé tra le mani che guarda in alto, sospira, sorride e dice "Ah... Italy!".

Volevo quasi dirlo che non è tutto oro quel che luccica ma ho preferito lasciare intero il suo sogno di viaggio, come del resto spero sempre che lascino interi i miei.


PS: avete letto il post sulla colazione di Santa Barbara? Davvero tipicamente californiana! 

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...