Luoghi freschi: la mia personale top 5

Foto di Rostam Torki @ Unsplash.com
Siete anche voi tra quelli, come me, che si stanno sciogliendo sotto questo caldo africano e, sempre come me, sognate luoghi freschi dove sconfiggere la sensazione di afa e trovare un po' di ristoro? Benvenuti nel club di quelli che pensando che viaggi e spostamenti possano essere i moschettieri del fresco, ovvero quelle mitiche figure capaci di concederci almeno una giornata di respiro.
Dove andare per trovare un po' di fresco? Dipende dalla zona in cui siete.
Io oggi vi racconto la mia top 5 dei luoghi freschi senza i quali non vivrei (a prescindere dal fatto che siano raggiungibili o meno).

C'è chi sostiene che la mente governi tutto.
Io ci ho provato, ve lo giuro, ci ho provato qualche notte fa quando, in preda alla disperazione da caldo, mi rotolavo nel letto in cerca di una posizione che mi permettesse di non soffrire il caldo.
Io sono una di quelle per cui la temperatura massima dovrebbe essere sempre attorno ai 25 gradi con pochissima umidità. Non avendo l'aria condizionata a casa, in questi giorni mi ritrovo ad imprecare in ogni lingua conosciuta e a dirmi cose tipo "domani sfrutto la wi-fi del centro commerciale e lavoro al fresco".

Sempre per il principio enunciato ad inizio post, ho cercado di far governare il senso di caldo alla mia mente, insinuando in ogni dove immagini di luoghi freschi dove sconfiggere il grande caldo che attanaglia l'Italia in questi giorni.
La prima immagine che è apparsa alla mia mente è stata la Capanna Margherita, il bivacco alpino più alto d'Europa, sul Monte Rosa.
Lassù, a 4554 metri, ora sono 7 gradi circa. Che bello!
Il luogo, ahimé, è adatto solo a scalatori esperti... sicché mi sono messa a generare altre immagini di luoghi freschi... e raggiungibili.
Partiamo?

1) La Valle Maggia
Svizzera, sempre Svizzera, ancora Svizzera.
La Valle Maggia è una piccola valle sopra Locarno che si popola immensamente nelle domeniche estive. Il torrente fresco e affrontabile unito a boschi di latifoglie frondose rendono questo luogo perfetto per sfuggire al caldo estivo.
Unica nota: arrivate presto perché non ci sono spiaggioni immensi e il posto libero scarseggia!
La Valle Maggia si raggiunge viaggiando da Lugano verso Nord, si esce dall'autostrada svizzera a Bellinzona Sud e si prosegue per Locarno (in alternativa, se non avete il bollino dell'autostrada, seguite la statale, fate il passo del Monte Ceneri e seguite le indicazioni per Locarno).
Arrivati ad Ascona, seguite per Maggia (amici svizzeri, ditemi se sto sbagliando).

2) La Liechtensteinklamm
Eccoci in Austria, nella regione del Salisburghese.
La Liechtensteinklamm è una gola scavata da un torrente impetuoso e dal colore del ghiaccio.
Non si può fare il bagno perché non ci sono accessi sicuri e l'acqua è troppo forte ma si può camminare fino alla testa di questa gola di roccia e godersi il fresco generato dall'acqua e dalla sua potenza. Un'esperienza da provare... altro che vaporizzatori d'acqua!
La Liechtensteinklamm si trova a pochi kilometri dall'abitato di Sankt Johann im Pongau e si può raggiungere in macchina o a piedi.
Non arrivateci in infratido.
Occorrono scarpe adatte: io ci sono arrivata con i miei sandali da trekking, che hanno la suola con un'ottima presa. Si scivola anche se il percorso è sicuro e ben attrezzato!

3) Il Fischersee in Val d'Ultimo
Alto Adige rules!
Il Fischersee è un laghetto della Val D'Ultimo molto facile da raggiungere a piedi.
Quando ero piccola, passavo sempre una settimana con mio fratello da quelle parti e amavo quel luogo perché placido, tranquillo, con un torrente sempre utile per rinfrescarsi e l'erba morbida sulla quale stendersi.
Per raggiungere il Fischersee è necessario arrivare in auto a Fontana Bianca, il luogo dove la strada che percorre la Val d'Ultimo finisce. Da lì si cammina sul sentiero tracciato per poco più di mezz'ora.

4) La Val Trebbia e Brallo di Pregola
Siamo in provicina di Piacenza e, seguendo la strada che da Piacenza porta a Genova, il fiume Trebbia regala viste inaspettate e canyon tutti da scoprire.
La Val Trebbia è uno di quei posti in cui puoi trovare il fiume impervio e i luoghi in cui è più gentile e concede spazio a chi vuole trovare ristoro dalle giornate estive.
Per dormire in un luogo fresco e passare la notte tranquilli, puntate verso Brallo di Pregola: lì si può dormire tra gli alberi!

5) La Montagna Spaccata
Qui andiamo a toccare l'Alto Vicentino, il territorio dove sono nata e cresciuta.
La Montagna Spaccata è una gola un po' più piccola della Liechtensteinklamm ma sembre un luogo dove l'acqua e la roccia (e l'ombra) la fanno da padrone.
L'ingresso alla gola costa 5€ e il percorso è facile ma va sempre affrontato con le scarpe giuste e con l'attrezzatura di protezione che viene fornita all'ingresso.
Vi dico solo che la gola della Montagna Spaccata sembra Gran Burrone!
Per raggiungere la Montagna Spaccata arrivate a Valdagno (uscita A4 Montecchio Maggiore, poi seguite le indicazioni Valdagno-Recoaro) e proseguite verso Recoaro.
A circa 8 km dall'inzio di Valdagno, troverete le indicazioni sulla sinistra.

Dove andrete a cercare il fresco in questi giorni?
Io non so proprio... ma nel frattempo alleno la mente a grandi sogni.
Si sa mai che mi svegli col mare di fronte, proprio come succedeva nei giorni ad Aruba.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...