Itinerario in Spagna: la Ruta de la Plata

Tramonto sulla Via della Plata, Spagna
Un tramonto sulla Via della Plata - © 2015 Giovy
Durante il mio viaggio in Extremadura, a Novrembre scorso, ho scoperto un sacco di cose belle, interessanti e anche buone. Spesso un viaggio nasce per un motivo e ciò che ci portiamo a casa, oltre ad elementi che supportano quella data otivazione, è molto altro. Tra me e quella regione del sud della Spagna è proprio andata così. Una delle storie che sono riuscita a portare a casa riguarda la Ruta de la Plata, un'antica strada che portava l'argento dal sud della penisola Iberica fino al nord.
Questa via è ora itinerario turistico di scoperta della Spagna e anche un Cammino di Santiago molto battuto.
La Ruta de la Plata è un'antica via di comunicazione che permetteva il transito longitudinale (da nord a sud) della penisola iberica.
Si pensa sia stata tracciata molto prima dell'arrivo dei Romani da quelle parti e, a dirla tutta, la sua esistenza aiutò le legioni provenienti da tutto l'Impero a conquistare la penisola Iberica.

Qual è ora il tracciato della Ruta della Plata?


Itinerario Via della Plata Spagna

La Via dell'Argento parte da Siviglia per raggiungere le Asturie.
I Romani aggiunsero dei tratti utili per collegare Siviglia al mare e per dare alle città nelle Asturie lo sbocco sull'oceano.

Cosa possiamo imparare noi da un'antica via commerciale?
Moltissimo.
Le antiche strade non nascevano di certo a caso e, lungo il loro tragitto, sorgevano luoghi e bellezze ancora oggi senza tempo.
Nel pensare a che itinerario seguire per scoprire un luogo o una nazione, scovare e rintracciare un'antica via è sempre un ottimo punto di partenza.
Se quella strada esiste da più di 2000 anni ci sarà un perché, no?

La Ruta de la Plata ci porta a scoprire una Spagna molto interessante, seguendo una rotta non del tutto convenzionale.
Si parte con l'Andalucia per attraversare poi la splendida e placida Extremadura, regione che non spesso viene inserita negli itinerari di viaggio in Spagna.
Si approda poi in Castilla y Léon per terminare il nostro viaggio nelle Asturie.
Volendo, il passo fino alla Galicia è davvero breve e Santiago de Compostela si mostrerà fiera con le torri della sua cattedrale.

La Ruta de la Plata è considerata uno dei vari Cammini di Santiago ufficiali perché portava i pellegrini dall'estremo sud della Penisola fino alla cattedrale di Compostela, coprendo quasi 1000 km di tragitto e anche un buon dislivello.
Per percorrerlo a piedi ci vogliono circa 40 giorni, a seconda anche del livello di preparazione.

Se, invece, vorrete percorrere la Ruta de la Plata on the road con auto e mezzi pubblici i tempi sono sicuramente diversi ma, fossi in voi, io considererei almeno 18/20 giorni di viaggio.
Una strada che percorre qualsiasi mondo per una lunghezza così ampia regala scorci su mondo, storia, storie ed esperienze diverse che vanno vissute non come un mordi-e-fuggi ma vanno davvero assaggiare nelle loro completezza.
Si può passare dal mondo arabo a quello visigoto, senza dimenticare accenni romani e quelli della Spagna di fine XV Secolo.
Gastronomicamente parlando, il menù potrebbe prevedere del Jamon Ibérico fino ad arrivare alle alici, passando per vini e sapori di 4 regioni diverse.
Sul sito ufficiale della Ruta de la Plata è possibile scaricare la mappa del percorso e farsi un'idea su che mondo si può affrontare, solcando quei sentieri e quelle strade.

Spesso non sono le innovazioni, ma la giusta osservazione del passato, a mostrarci il nostro nuovo viaggio. Voi che dite?!

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...