MACRO: Arte Contemporanea a Roma

Visitare il museo Macro a Roma
Foto da Spazioliberocoop.it
Avete voglia di visitare un gran bel museo?
Oggi ho voglia di raccontarvene uno davvero speciale che si trova in quel di Roma. Il MACRO – Museo di Arte Contemporanea di Roma – è uno dei poli espositivi più interessanti nel panorama artistico della capitale italiana. Si tratta di uno spazio imperdibile per chi vuole esplorare le nuove frontiere dell’arte, e di un’opportunità unica per entrare in contatto con un ambiente molto stimolante, che difficilmente lascia indifferenti i visitatori, anche i più scettici a riguardo di Arte Contemporanea, installazioni e cose simili. 

Questo avanguardistico e spaziale museo sorge a pochi passi da Porta Pia, nel cuore del quartiere Nomentano, e vanta un’area espositiva di circa 4300 metri quadrati, dove è possibile scrutare da vicino i nuovi linguaggi dell’arte. Infatti il MACRO offre una visione d’insieme sulle principali tecniche espressive del contemporaneo, dando la possibilità di ammirare un repertorio di opere molto eterogeneo, che include dipinti, fotografie, installazioni, sculture e molto altro ancora. 

In questo periodo, tre sono le mostre dalle atmosfere suggestive e particolari, che ci sentiamo di consigliare anche ai non esperti in materia. In particolare, fino al 26 aprile 2015 sarà possibile ammirare i capolavori di Luca Maria Patella, uno dei pionieri europei nell’utilizzo alternativo della fotografia e del prodotto filmico: la mostra Luca Maria Patella - Ambienti proiettivi animati, 1964-1984 si snoda lungo un affascinante susseguirsi di ambienti fatti di tele fotografiche, installazioni, performance e proiezioni di grande pregio. Il percorso attraverso il quale è guidato lo spettatore ripercorre la produzione artistica di Patella, mettendo in risalto le diverse tecniche e i processi creativi che l’artista ha utilizzato, sfruttandone il potenziale allegorico.

Inoltre, nel polo espositivo parallelo del MACRO - ovvero il MACRO Testaccio – vi attendono altri due interessanti appuntamenti con l’universo dell’arte contemporanea. Infatti, sino al 10 maggio 2015, saranno attive le mostre Eugene Lemay "Dimensions of dialogue" e Giuseppe Ducrot scultore. La prima presenta un affascinante insieme di opere multidisciplinari, dove il concetto di dialogo viene esplorato ed esposto attraverso la personale e travagliata visione di un artista fortemente segnato da esperienze di guerra. La seconda raccoglie una collezione di sculture dell’artista romano Giuseppe Ducrot, il cui approccio particolare si riflette nella varietà di stili e generi delle opere esposte.
Le esposizioni degli spazi MACRO, così come la mostra di Boldini a Forlì, sono un ottimo pretesto per organizzare un piccolo viaggio all'insegna della cultura e della scoperta del territorio.
Per quante volte si vada a Roma, c'è sempre qualcosa da imparare e qualcosa di inesplorato da portare alla luce.

Per scoprire tutti i dettagli sulle mostre citate e sull’organizzazione del Museo di Arte Contemporanea di Roma, date un'occhiata al sito ufficiale, dove ci sono tutte le informazioni utili per pianificare la vostra visita.
Se dovete restare a dormire a Roma e dovete quindi organizzare il vostro soggiorno, ricordate di tenere d’occhio i grandi portali di viaggio (e magari iscrivetevi alla newsletter... ci sono sempre offerte da non perdere), come Venere, Expedia o Booking... e chi più ne ha più ne metta.. Periodicamente propongono offerte interessanti sia per appartamenti sia per hotel e B&B a Roma.

Diciamocelo... 2 o 3 giorni a Roma fanno sempre tanto bene!
Io sono spesso da quelle parti per lavoro e quanto vorrei potermi fermare e gironzolare per musei e per la città come se non ci fosse un domani.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...