Francia: il Canal du Midi


Viaggio in Francia: il Canal du Midi
Canal du Midi - Foto di Peter Gugerell c/o Wikimedia Commons
La Francia è una grande terra navigabile, grazie ai tanti canali che la percorrono e che hanno permesso, fin dal passato, grandi spostamenti interni. Il canale che più ha saputo conquistarmi, finora, è il Canal du Midi, una piccola grande meraviglia da conoscere ed esplorare. Un viaggio nel Sud della Francia non può non incontrarlo. Un viaggiatore non può non amarlo.


Tempo fa io e Gian vi avevamo raccontato alcune vie fluviavi inglesi, come il Caledonian o il Kennet-Avon Canal. Si tratta di due opere dell'ingegno umano che sono state capaci di rapirci tanto quanto ha fatto, anni prima, il viadotto di Millau con me.
Ci sono opere umane capace di entrare in totale dialogo con la natura circostante, benché si mostrino in tutta la loro diversità da essa.

Il Canal du Midi mi fece compagnia durante un bellissimo viaggio on the road dall'Itala ai Paesi Baschi. Io e i miei compagni di viaggio ci fermammo un po' in Francia prima di valicare i Pirenei e il canale saltava fuori ogni tanto a ricordarci la sua presenza.
A Toulouse io non toglievo gli occhi dalla sua perfezione e dalla bellezza della galleria che creava con gli alberi piantati lungo le strade vicino alla Gare de Matabiau.

Qual è il tragitto del Canal du Midi?
Il canale venne costruito ai tempi del Re Sole (Luigi XIV) e ancora oggi svolge la sua funzione di trasporto. Il suo intento è quello di collegare la costa atlantica con quella mediterranea (non poco direi!) e per questo attraversa grandi città francesi come Toulouse, che citavo prima, Carcassonne e Narbonne.



La sua lunghezza è di 241 kilometri.

Ci sono tantissime compagnie di noleggio di imbarcazioni o di house-boat adatte alla navigazione sul canale e un viaggio fatto in questo modo non può che essere indimenticabile.
La lentenzza, lo sciabordio dato dalle lievi onde e il paesaggio che varia dalla campagna più piena alla meraviglia di una città vista dall'acqua sono perme un qualcosa che non ha pari.
Così come i tempi di attesa per passare alcune chiuse presenti lungo il tragitto.

Un viaggio lungo il Canal du Midi è un qualcosa che dovrebbe essere vissuto senza il calendario alla mano, rispettando i tempi lenti della natura e lo scorrere dell'acqua.
Il canale è talmente importante per la Francia da meritarsi un ufficio del turismo ad hoc, dove poter chiedere e trovare ogni genere d'informazione su una tale esperienza a pelo d'acqua.

Se siete in cerca di un viaggio che abbia in sé la bellezza della lentezza e tutta la potenza della luce che ha ispirato orde di pittori, il Canal du Midi è una di quelle esperienze che fa per voi.

A Tolosa io lo osservavo come si guarda un'opera d'arte, perché quello era per me.
Invidiamo gli abitanti di un paio di house-boat che ho visto passare.
Ricordo ancora il sorriso di un timoniere che mi ha salutata alzando un braccio e facendo un cenno col capo.
Io ero seduta sul bordo del canale, ascoltavo la musica degli Zebda... e scrivevo tranquilla sul mio diario di viaggio.
Un'immagine che dentro la mia testa ha tutto il gusto di un bellissimo viaggio in Francia.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...