Austria: la Liechtensteinklamm

visitare la Liechtensteinklamm in Austria
Salzburgerland - La Liechtensteinklamm - © 2015 Giovy
La regione del Salisburghese è una parte di Austria davvero incantenvole. Un viaggio nel Salzburgerland può regalare delle grandi emozioni, fatte per esempio dalla vista del Dachstein (che vi ho già raccontato) oppure stimolate dal fragore di una cascata davvero magica e dalla gola che contiene le impetuose acque del torrente che le dà vita: la Liechtensteinklamm.
La primavera è la stagione del risveglio dei fiumi... ecco perché vale la pena di organizzarsi per raggiungere Sankt Johann im Pongau per vederla.


Prima informazione utile per un viaggio in Austria per vedere la Liechtensteinklamm: organizzatevi ora per maggio, perché fino a quel mese la gola sarà chiusa.
La Liechtensteinklamm è solitamente aperta dalla tarda primavera fino ai primi di ottobre, questo per permettere ai visitatori di camminare sulle passerelle che portano all'esplorazione della gola in totale sicurezza.

La gola di un fiume è sempre un ambiente umido, con il basso sole invernale, non ci sarebbero abbastanza luce e calore per sciogliere il ghiaccio.
Ecco perché si aspetta la primaversa inoltrata.

Come si raggiunge la Liechtensteinklamm?
La gola dista pochi minuti d'auto dal paese di Sankt Johann im Pongau, importante luogo del Salzburgerland e centro molto conosciuto sia per gli sport invernali che per le vacanze estive.
Da Sankt Johann si può raggiungere la gola anche camminando e seguendo la segnaletica preposta.

Una volta approdati alla base della gola, ci si incammina fino alla biglietteria.
Il biglietto d'ingresso alla gola costa 5,50€ per gli adulti, 3,50€ per chi ha dai 6 ai 18 anni mentre i bimbi fino a 6 anni non pagano.
E' ammesso l'accesso ai cani, nel caso il vostro amico a quattro zampe fosse con voi.

Esplorare la gola è facile grazie alle rampe che sono state costruite ma vi consiglio di avere delle buone scarpe adatte alle superfici scivolose. Si cammina sia sul legno delle passerelle sia sulla roccia, resa sdrucciolevole dalla presenza dell'umidità.
Il percorso, andata e ritorno, vi porterò via circa un'ora e mezza.

La cosa fantastica di ogni gola scavata nella roccia dall'acqua, è proprio il rumore di quest'ultima.
Luoghi come questo, la Rofflaschlucht in Svizzera o la Montagna Spaccata nell'Alto Vicentino sono perfetti per lasciarsi andare ed ascoltare i magici discorsi dell'acqua.
Non a caso le gole sono spesso luoghi legati alle credenze popolari e la Liecthensteinklamm non è da meno. Da queste parti si dice che la potenza della gola sia legata ad una leggenda sul Diavolo.
Si dice che l'angelo oscuro percorresse questi luoghi in cerca del posto giusto dove dormire.

Leggende a parte, la Liechtensteinklamm è il luogo perfetto per aprire gli occhi sulla potenza e la bellezza della natura. Per me non c'è opera d'arte più grande.
 Il rumore dell'acqua è così forte che, verso il fondo della gola, è davvero difficile parlarsi ad un tono normale.
Se la risalita verso la cascata finale è stata per me un piccolo grande momento di scoperta della zona del Salisburghese, la disceva per tornare all'uscita della gola è stato un qualcosa di davvero bello.
Proprio perché passavo da un momento di estremo fragore dell'acqua alla pace di un bosco di latifoglie che faticava a lasciare il passo ad uno di conifere, quasi come fosse geloso del suo territorio.

Acqua, profumo di legna e la luce che tenta di infiltrarsi nella gola dall'alto.
Sembrava di passeggiare al centro della terra.

Io ho adorato la Liechtensteinklamm anche perché l'ho visitata in un momento in cui c'era poca gente e la natura imperava. Vi auguro di poter fare altrettanto, magari proprio il prossimo Maggio!

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...