Viaggiare sui Mercantili e Navi Cargo

Viaggio in nave cargo
Picture for courtesy of Photo Dictionary

Viaggiare su di una nave Cargo o su un Mercantile è un'esperienza che non ho mai fatto ma sono qui a scriverne perché mi sto informando per bene, in modo di capire quanto e come possa essere fattibile. Viaggiare dall'Europa a New York o verso il Brasile con una nave dove non ci sono altri passeggeri è davvero qualcosa che mi solletica. Oggi vi racconto le informazioni che ho trovato.

Non ho mai fatto un viaggio su di un Cargo, magari battente bandiera liberiana... come diceva Verdone in uno dei suoi film.
L'idea mi solletica da un po' ed è diventata più grande quando ho visitato il porto di Amburgo e mi sono trovata al cospetto di navi immense, capaci di portare migliaia di container.

La vita su di un mercantile non è di certo quella che si può fare su una nave da crociera ma l'esperienza dev'essere immensa.
Molte navi cargo sono dotate di alcune cabine per passeggeri.
Esse sono, solitamente, molto confortevoli e non hanno nulla a che vedere con le brande che spesso immaginiamo esserci su queste navi.
Ci sono letti comodi, il bagno privato e, a seconda delle navi, anche lo spazio necessario per un salottino e un piccolo balcone per vedere il mare.

Cosa bisogna fare per viaggiare su un cargo o un mercantile?
In primo luogo occorre avere tempo.
In seconda istanza direi che occorre avere anche un bel po' di denaro.
Occorre poi avere un bel passaporto valido per tutto l'arco del viaggio e eventuali visti nel caso si voglia scendere dalla nave quando è in porto.
Un mercantile resta ancorato anche per giorni, a volte, e questo tempo può essere utilizzato per visitare le città in cui la nave si ferma.

Ci sono dei siti (alcuni anche con opuscoli scaricabili sui viaggi sui mercantili) che fanno da vero e proprio trait d'union tra le compagnie "Freight" e i viaggiatori che intendono intraprendere una simile esperienza.
Elencano itinerari, tempi di percorrenza, periodo in cui la nave intraprende quel percorso e le possibilità per i passeggeri: quali camere, quante, con che servizi e via dicendo.

Un esempio?
La Transpacifica: da Los Angeles a Shanghai.
Occorrono circa 24 giorni ad un costo che va dagli 80€ ai 95€ al giorno per persona.
La spesa comprende l'uso della cabina e i pasti durante tutto l'arco del viaggio.
Si tratta di una spesa, a mio avviso, non low-cost ma nemmeno così proibitiva.

Un altro esempio potrebbe essere dato da un viaggio che molti dei nostri parenti potrebbero aver compiuto nel passato: Genova-New York.
Il viaggio dura anche qui una ventina di giorni e i prezzi sono simili a quelli della Transpacifica.

Qual il viaggio che farei io (aggiungiamo pure un "se potessi)?
Quello che da Rotterdam mi porterebbe in Nuova Zelanda... in modo da potermi sentire una discendente del mitico Capitano James Cook.

Viaggi su navi cargo

Un viaggio in cargo come questo dura circa 6 settimane, andata e ritorno.

Quali sono i vantaggi di un viaggio su una nave cargo?
In primis, direi, un'esperienza quasi unica... fatta in grande solitudine e silenzio.
Certo... ci potranno essere contatti col personale del mercantile ma la gente a bordo della nave è lì per lavorare e per compiere mansiosi spesso non facili e molto dure.
Viaggiare in mercantile può portare ad osservare il mare per ore ed ore, se non giorni interi.

Molte navi consentono dei collegamenti internet con il satellitare, ma occorre informarsi bene perché la cosa dipende dalla nave e dalla compagnia.
Un viaggio in cargo, quindi, ci porterà a staccare quasi completamente da quella che è la nostra solita vita piena di informazioni e connessioni col mondo.

Un viaggio in mercantile regala la vera sensazione di lentezza.
Quelle navi sono dei giganti del mare, sono immense ma portano un carico di peso che noi non riusciamo nemmeno a calcolare e comprendere. Per questo, malgrado la potenza dei loro motori, esse viaggiano come se fossero delle mastodontiche tartarughe del mare.

Qui lo dico e mai lo rinnegherò: se mai riuscissi ad avere il tempo, il denaro e avessi ancora la salute necessaria, mi imbarcherei sicuramente per un viaggio lungo via mare perché vorrei mettermi alla prova e vorrei gustarmi quella sensazione di "perditudine" che solo qualcosa di vasto come l'oceano sa regalare.

Come scrissi parlandovi di treni di lusso... forse sarei dovuta nascere in un'altra epoca. Forse.

8 commenti:

  1. Ciao Giovy,
    quando trovi maggiori informazioni:pubblicale! Pensa che io mi sono informata proprio poco tempo fa per un viaggio transoceanico a bordo nave perchè avendo un cucciolone di 30kg non me la sento di lasciarlo nella stiva degli aerei e ho cercato modi alternativi per visitare il mondo. Prezzi, per me, proibitivi.
    Però condivido la tua passione, il tuo desiderio, la tua speranza forse di riuscire un giorno a fare un vuaggio simile. Oggi che tutti sembrano voler raggiungere più posti possibili nel minor tempo possibile...penso si perda un pò del sapore che avevano quei "magici" viaggi di qualche secolo fa in cui c'era tutto tranne velocità e comodità. Anche io avrei voluto accompagnare Cook (magari non finire come lui però). Adesso corro a leggere anche il post sui treni di lusso! Come sempre si sente la tua passione. Spero un giorno di leggere il tuo racconto per mari :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello trovare un tuo commento Michela!
      Sono felice anche che il post ti piaccia.
      Guarda... ti dirò, l'idea di farmi un viaggio in cargo mi solletica molto. E la stessa cosa vale per Gian.
      Se partiremo, ti avvertirò di sicuro!

      Elimina
  2. Ciao Giovy, che post interessante! Ammetto che non credevo fosse possibile viaggiare su quelle navi ma, come dici tu, deve essere proprio un'esperienza particolare! Se mai un giorno avrò i soldi e il coraggio(ho sentito spesso storie da chi lavora in mare e, soprattutto nell'Atlantico, dicono che non se la passano proprio bene), non me la farò scappare. Grazie per l'idea! Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passata di qui.
      Avvertimi nel caso dovessi partire!

      Elimina
  3. I prezzi mi sembrano proibitivi. Conosco viaggiatori che sono stati imbarcati spendendo zero o quasi (lavorando a bordo), pagandone poi le conseguenze (mollati in un porto a caso non ricordo se in Brasile o Venezuela). Mi informo e ti faccio sapere perché 2000 euro per un passaggio di 20 giorni mi sembra un prezzo inaccessibile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I prezzi che ho trovato io sono quelli che alcune compagnie di navigazione hanno pubblicato per un servizio "all inclusive", pulizie alloggio comprese. Praticamente sali sulla nave e sei un super-ospite. Sicuramente esistono molte altre soluzioni, potendo fornire lavoro o magari contattando direttamente gli armatori :)
      Se trovi altro, avvertimi perché l'argomento mi interessa molto.

      Elimina
  4. sto organizzando u viaggio in moto (la mia) negli USA, via Portogallo, ho bisogno di un cargo Ro/Ro che trasporti passeggeri e una moto, qualcuno sa darmi indicazioni utili? ho già contattato capitanerie, ambasciate, porto di Lisbona e alcune compagnie, senza successo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bruno,
      Prova a sentire direttamente compagnie come la MSC (la stessa delle crociere ma con la sua divisione cargo)

      Elimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...