L'Isola di Helgoland

Visitare Helgoland Germania
Foto da Germany.Travel
Falesie sferzate dal vento, mare pescoso, prati verdissimi popolati da pecore dal musetto nero. E poi un faro che sfida le interperie, poche case e solo i rumori della natura. Oggi sul blog parliamo di Helgoland, un'isola che appartiene alla Germania e che si trova a circa 70 km dalla foce dell'Elba, nel Nord del paese. Solitaria, rilassante e viva allo stesso tempo. Helgoland mi attira un sacco!

Siamo spesso portati a considerare una nazione per come la vediamo (o ce la ricordiamo) sulla carta geografica senza considerare quei piccoli pezzettini di terra che, spesso, circondano il luogo in questione. Si pensa alla Francia senza le isolette davanti alla Costa Azzurra, per esempio, oppure all'Inghilterra senza l'arcipelago delle Scilly.
La Germania è una nazione che vanta davvero molte isole.
Ne avevo già parlato raccontando della meravigliosa Sylt, isola che si trova praticamente al largo della Danimarca ma che fa parte del territorio tedesco.

Helgoland è entrata nella mia testa durante la scuola media, dopo aver letto un capitolo sul mio libro di tedesco. Scherzando, i miei compagni di classe la chiamavano "Legoland" ma era chiaro fin da subito che si trattasse di qualcosa di diverso.
L'isola è grande circa 1,7 km quadrati e ha cambiato padrone più di una volta: è stata danese, è stata inglese ed è tedesca dalla fine del 1800.
Territori come questi fanno sempre gola perché si trovano in posizione strategica e di controllo.

Anyway, il nome Helgoland porta in sé la parola Heilig, ovvero sacro.
Non sono poche le isole nei mari freddi che portano il nome di sacre: pensiamo a quella davanti a Lindisfarne oppure all'Isola di Anglesey in Galles.
Origini e destini oscuri a parte, Helgoland è un piccolo paradiso in prima istanza perché qui non ci sono macchine e il vento è sempre presente, giorno dopo giorno.
Questo rende l'aria dell'isola davvero salutare e pura e, tra l'altro, è totalmente priva di pollini.
Allergici di tutto il mondo, Helgoland è il vostro posto!

L'isola è da gustare passo dopo passo, a piedi oppure in bicicletta.
Tre o quattro giorni sono sufficienti per avere un'idea dell'isola e per poter godere di tutto il relax e benessere che è capace di infondere.

Come si arriva a Helgoland?
"Il Nord della Germania è distante", direte voi.
Eh no cari miei, è molto più vicino di quel che immaginate.
Un giorno di viaggio in treno basta per arrivare ad Amburgo in modo comodo e tranquillo.
Da qui si può prendere il traghetto che porta diretto all'isola.
Sapete che d'estate da Amburgo ci sono anche viaggi giornalieri da e per Helgoland?
Ci sono partenze anche da Bremehaven e da Cuxhaven.
Il viaggio da Amburgo dura circa tre ore e mezza.... tre ore e mezza che vi porteranno dal porto di Amburgo alla foce dell'Elba per poi proseguire nel mare del Nord.

Helgoland solitamente si frequenta dalla primavera fino al tardo autunno.
D'inverno resta il territorio privato dei residenti, del vento, delle foche e di quella natura che non aspetta altro la neve per sonnecchiare, riposarsi e tornare più bella che mai.

Vi butto lì un'informazione che ho letto in rete: si dice che Helgolad sia la Azkaban di Harry Potter!

Qui lo dico... mi sa che Helgoland entra ufficialmente in uno dei miei sogni di viaggio del 2015!

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...