Una cartolina da... Amburgo

visitare amburgo

Amburgo è una bella e nota città tedesca, e Giovy ve l'ha già presentata qui ed anche qui. Come lei in tanti ne hanno parlato, e trovare qualcosa di originale e non tanto conosciuto da consigliare è un po' difficile: ma non impossibile, come nel caso dell'U-434, un sottomarino-museo ancorato sul fiume Elba, poco lontano dal famosissimo Fischmarkt [Mercato del Pesce].

L'U-434 non è un U-Boot tedesco della Seconda Guerra Mondiale, come il nome lascerebbe (furbescamente) supporre, ma bensì un sottomarino della ex Marina Sovietica. Faceva parte della classe 641 B, mentre per la codifica NATO era della classe Tango. ed il suo vero nome era B 515. La propulsione era diesel-elettrica, e non nucleare.

Dati tecnici a parte (in loco li troverete in forma esauriente), questo reperto della Guerra Fredda è un'attrazione non molto pubblicizzata, che vi consiglio caldamente di non perdere: divertente per i più piccoli, interessante per i più grandi. L'U-434 è stato dismesso nel 2002, ed acquistato poi da un privato che l'ha portato ad Amburgo per renderlo visitabile dal pubblico. 

Non ve lo descriverò nei dettagli, perché sarebbe davvero un peccato fare uno spoiler. Vi basti sapere che lo stato di conservazione è straordinario, le attrezzature ed i macchinari sono completi e potrete percorrerlo tutto dalla poppa alla prua, a vostro piacimento (tranne il ponte e la torretta, chiusi al pubblico). Come succede a tanti di noi (me compreso), si ha una visione dei sottomarini che è presa dal cinema, e che è lontanissima dalla realtà. Se non siete mai entrati in natanti del genere, rimarrete stupefatti sia dalla sua progettazione, sia dalla vita durissima condotta a bordo dai sommergibilisti. Prima e dopo la visita potrete visitare l'annesso negozio di souvenir, dove c'è anche la biglietteria; i testi ed i depliant sono bilingui, in tedesco ed inglese.

Alcuni consigli. Innanzitutto, se soffrite gli spazi chiusi o peggio siete claustrofobici, non pensate nemmeno di entrare nell'U-434. Non portatevi borse o zaini ingombranti perché all'interno i passaggi sono stretti ed a volte difficili (quindi lo sconsiglio anche se avete problemi di mobilità). Detto questo, come accennato prima, l'U-434 è nei pressi del Fischmarkt: quindi è facilmente raggiungibile, anche via fiume con i traghetti che percorrono l'Elba (e che hanno le tariffe dei normali bus). La fermata del traghetto è proprio quella del Fischmarkt, e non credo avrete difficoltà a vedere un sottomarino lungo la riva.

Ora portatevi a quota periscopio e guardate la serie di altre immagini scattate ad Amburgo. Alla prossima cartolina!




Questo articolo è stato scritto per Emotion Recollected In Tranquillity.
La riproduzione è vietata e l'originale si trova solo su Emotion Recollected In Tranquillity.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...