6 consigli per Amburgo

Visitare Amburgo
Speicherstadt Hamburg - © 2014 Giovy
Abbiamo lasciato Amburgo ieri mattina, su un treno regionale che viaggiava tranquillo verso Est, in direzione di Rostock.
Ho passato tutti i primi kilometri di questo viaggio a ripensare a cosa ho visto in Amburgo, proprio dentro l'anima della città e dei suoi mille volti.
Ripassando mentalmente quei 3 giorni pienissimi che sono sembrati 30, ho pensato di metter giù qualche consiglio su Amburgo e su come viverla, secondo me.

Guardando Amburgo e osservandola nei suoi risvegli e nei momenti della giornata, si ha la possibilità vera di osservare un qualcosa con tante personalità.
Ci sono città che si contraddistinguono per un qualcosa in particolare. Ce ne sono altri che sono dei perfetti e molteplici puzzle. Amburgo fa parte di queste.

1) 1 giorno = al massimo 2 quartieri
Amburgo è grande. Si gira bene, con ottimi mezzi pubblici (che sono compresi nella Hamburg Card), ma le cose da vedere e le personalità da conoscere sono così tante che è meglio concedersi del giusto tempo.
Non vogliate fare quelli che in un giorno si girano tutto.

2) Matjes, Panino Bismark e Currywurst
Amburgo offre davvero tante possibilità di sfamarsi e gustare qualcosa di locale.
Le nostre scelte sono cadute sull'onnipresente Currywurst, mitico cibo tipico soprattutto del nord della Germania.
Il porto sull'Elba concede alla città l'arrivo di ottimo pesce dal mare del Nord.
Approfittatene! Non fate quelli che mangiano solo wurst di ogni tipo. Addentate il pesce che vi offrono da queste parti.
L'aringa è praticamente regina dei Fischbrötchen, i panini di pesce che deliziano grandi e piccini.

3) Non si vive di sola Reeperbahn
Giorni fa si parlava di Reeeperbahn con una persona dell'ufficio del turismo di Amburgo.
Questa via famosissima da non so quanto tempo è cambiata e non è più quel quartiere a luci rosse che era un tempo, zona in cui si rifugiavano i marinai arrivati in porto.
Ora è un luogo in cui ci potrebbero incontrare i propri genitori usciti da un teatro o da un locale.
La Reeperbahn fa sicuramente parte del cuore di Amburgo... ma non fermatevi lì.

4) Birra, Alsterwasser e acqua potabile
A conti fatti, la Birra ad Amburgo costa meno dell'acqua. Tenetelo presente.
Se in qualche menù, invece, vedete scritto "Astelwasser" non crediate si tratti di acqua: è quella che comunemente viene chiamata Radler.
Parlando invece di comune acqua, quella del rubinetto è buonissima. Non buttate via le bottigliette vuote perché riempirle potrebbe garantirvi un bel risparmio.
In centro, mezzo litro d'acqua si paga 3€.

5) Beatles!
Non partite da Amburgo senza aver fatto l'unico Beatles tour della città.
Parte ogni sabato alle 18 dalla fermata della metro di Feldstrasse e merita perché racconta una Amburgo della quale si sente spesso parlare ma che non è poi così esplorata e scandagliata.
Vi darò dettagli prossimamente ma sappiate che, qualche giorno fa, per un momento mi sono sentita a Liverpool e questo era la goccia che mancava affinché il vaso traboccasse e l'amore per Amburgo fosse totale.

6) Arrivate qui in treno
Regalatevi la possibilità di osservare l'Europa dalle Alpi al Mare del Nord.
Si tratta di un viaggio lungo (sono 12 ore), è vero, ma è meraviglioso ed è anche capace di essere molto più conveniente dell'aereo grazie ad alcune offerte di Deutsche Bahn. E' fantastisco vedere il mondo cambiare, osservandolo dai finestrini di un treno.

Mentre voi starete leggendo questo post, io e Gian saremo sulla via per Warnemünde, sulla costa dalle parti di Rostock.
Si dice che quel luogo che abbia sempre avuto il volto del paradiso ma che nel passato della DDR fosse un po' un piccolo inferno. Sarà stato così?!

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...