L'estate di Gressoney

Gressoney - Foto di Beppe @ Flickr.com 
Se c'è un posto che per me è un mistero, questo è la Valle d'Aosta.
Ci sono stata un paio di volte, ma soprattutto in transito verso la Francia e non mi ci sono mai fermata abbastanza per capirla, conoscerla ed esplorarla a dovere.
Giorni fa ho puntato a caso il dito sulla cartina di questa regione d'Italia e sono finita su Gressoney.
Ecco qui l'ennesimo post-it sulla mia bacheca dei viaggi da fare.


Con una posizione invidiabile ai piedi del massiccio del Monte Rosa, Gressoney è un comune italiano della Valle d'Aosta affollato ogni anno da migliaia di visitatori, affascinati da tutto ciò che offre: in inverno ci sono delle piste da sci pazzesce. D'estate la natura e la montagna danno il loro meglio per catturare l'interesse di tutti.
Non dimentichiamoci poi della cucina valdostana... e di quel formaggio che si chiama Fontina che per me è irresistibile!
Ci sono promozioni su molti siti. Le 
offerte montagna per Gressoney di Expedia sono particolarmente interessanti a mio avviso. Terrò presente in primis!

Basta anche solo un weekend in montagna a da queste parti per restare affascinati dalla zona e da ciò che offre.

I divertimenti a Gressoney non si esauriscono di certo con l’arrivo della bella stagione.
Le montagne locali, infatti, si adornano di sentieri per tutte le età e le difficoltà.
Tutti potranno scoprire le varietà di fauna e di flora che abitano la regione accompagnati da guide esperte, mentre gli amanti dell’adrenalina potranno cimentarsi con paracadutismo, arrampicata ed escursionismo estremo, seguendo percorsi a picco sulla roccia. Se amate il genere, ho visto che c'è la possibilità di partecipare ad alcuni tour di pesca al Lago Gabiet o nella Riserva del Torrente Lys.
Se non amate troppo il dislivello della montagna, le cabinovie diventeranno le vostre migliori amiche per spostarvi in alta quota e ammirare una vista spettacolare sulle montagne e i dintorni della località.
L’Alta Via N.1 è invece una tappa obbligata per gli escursionisti più esperti.
L’itinerario, che include ben 17 tappe della durata di tre ore ciascuna, si staglia ai piedi del Monte Bianco, del Cervino e del Monte Rosa, attraversando boschi e pascoli in fiore. L’itinerario è ben segnalato, ma si consiglia di affrontarlo solo se abituati a percorsi di media e alta difficoltà.

A Gressoney e dintorni anche la cultura regionale e locale ha davvero una grande importanza. Sarei bugiarda se non vi dicessi che verrei da queste parti anche per capire qualcosa di più sui "Walser" e le loro case.
Queste abitazioni storiche vi aspettano nei pressi della Chiesa di San Giovanni Battista, ricostruita nel 1725, che conserva ancora oggi uno spettacolare campanile cinquecentesco. Da non perdere anche il Castel Savoia, la residenza voluta dalla Regina Margherita, con tanto di giardino botanico.

Gressoney è un po' distante dall'Emilia, dove vivo io ma è comodamente raggiungibile in auto, percorrendo l'autostrada A5 e SR44 fino a Pont-Saint-Martin, per poi proseguire in direzione Valle di Gressoney.
In alternativa, è possibile viaggiare in treno approfittando degli innumerevoli collegamenti tra le principali città italiane e le stazioni di Pont-Saint-Martin e Verrès.
Non so voi, ma io ci proverei subito a viaggiare in treno da quelle parti! 

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...