Il Caledonian Canal

Viaggio sul Caledonian Canal in Scozia
Caledonian Canal - © 2014 Giovy
Il cielo di Scozia e i contorni della Highlands si riflettono volentieri sul Caledonian Canal, una delle opere più importanti d'Europa, capace di unire Oceano Atlantico e Mare del Nord.
Continua il nostro viaggio alla scoperta delle vie d'acqua del Regno Unito, dopo Sud e Nord-Est dell'Inghilterra, eccoci qui in quella terra che in gaelico si chiama Alba.

Il Caledonian Canal è lungo circa 100 km e va da Inverness (Mare del Nord) a Corpach, vicino a Fort Williams (Oceano Atlantico). E' nato dalla mente di un grande ingegnere inglese di nome Thomas Telford, lo stesso Telford che costruì il Menai Bridge che unisce l'Isola di Anglesey alla terra ferma del Galles.
Telford era ed è tutt'ora un mito dell'ingegneria civile e in UK costruì davvero un sacco di cose.
Il Canale è stato completato nel 1822 e permise alle barche di evitare di circumnavigare la parte della Scozia o di passare oltre le Orcadi per poter prendere il largo verso l'Oceano.
Navigare in quelle acque nordiche è una delle cose più pericolose che si possano fare in Europa, anche ora se non si sta attenti. Venti e correnti sono quasi impossibili e, in passato, molti erano quelli che non riuscivano nell'impresa.
Il tutto parte da Inverness, per poi portare le barche dentro al Loch Ness. Da lì ci sono una serie di 29 chiuse che, una dopo l'altra, fanno sì che le imbarcazioni superino il dislivello e sfreccino (si fa per dire) dritte verso l'Oceano Atlantico.
A Fort Augustus, dove inizia la parte artificiale del canale, c'è un piccolo museo, proprio vicino una delle chiuse. E' sempre aperto, gratuito e vale una visita perché vi racconta sia l'opera di Telford sia la vita a Fort Augustus in quei giorni.
La costruzione del Canale fu la salvezza per molte famiglie delle Highlands scozzesi che videro la possibilità di un lavoro vicino casa anziché la consueta emigrazione.

Lavoro e costruzioni a parte, vedere il Caledonian Canal è come osservare la storia perché ti mette nel punto di osservazione giusto per capire il luogo che stiamo vedendo.
Molti visitano ed esplorano il Great Glen Scozzese senza sapere realmente dove stanno camminando: dovete sapere che questa valle immensa è il punto di congiunzione della placca europea con la placca atlantica.
Da una parte del Canale, o del Loch Ness, c'è l'Europa geologica. Dall'altra l'America.
Quando si è a Fort Augustus si è proprio sopra uno di quei magici punti di congiunzione della terra. Una volta lì io non smettevo di pensare a questa cosa e mi sentivo euforica come una bimba.

Fort Augustus è uno di quei luoghi che vive sul turismo legato al Loch Ness e, a parte un paio di pub e un chippy del tutto rispettabile, non è questo gran post. Però c'è il canale e vi assicuro che sedersi sulle chiuse e aspettare che vengano aperte è davvero un gran bello spettacolo.

Di qui passano tutte le linee di autobus che viaggiano da Fort Williams a Inverness, e ritorno. Fate un salto, osservate il Loch Ness, guardate il Canale e ammiratene il prodigio.
Anche questa è Scozia!


Scozia Fort Augustus
Caledonian Canal a Fort Augustus - © 2014 Giovy

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...