Viaggi da fare almeno una volta nella vita

Viaggi da fare assolutamente

Giorni fa mi sono ritrovata a dire una frase del tipo "è un luogo in cui vi auguro di andare almeno una volta nella vita". Dopo aver detto (o scritto!?) questo ho pensato a quali fossero, per me, i luoghi in cui andare almeno una volta nella vita... a prescindere da attitudine e gusto, ci possono o no essere dei must da considerare pietre miliari per ogni viaggiatore?


Io parto sempre dal presupposto che un viaggio sia una delle cose più personali che ci sia al mondo. Quello che può piacere a me non per forza deve entusiasmare chi sta vicino a me.
Questo pensiero apre poi un miliardo di altre domande e concetti come, per esempio, trovare i giusti compagni, la giusta stagione, il giusto bagaglio e il giusto sentimento da portare con sé.
Continuando nel mio ragionamento, mi sono sforzata davvero di fare quella generalista e ho immaginato di avere davanti a me un planisfero enorme e dettagliatissimo e di tenere in mano dieci, solo dieci puntine da disegno colorate.
Se avessi a disposizione tutto il mondo ma avessi, per pura tortura, solo dieci viaggi a disposizione... dove andrei? Ecco le mie risposte e i miei perché.

1) New York
Non sono una che ama le città ma non posso scordare la sensazione che mi ha dato La Grande Mela la prima volta che la vidi è qualcosa di indelebile. Credo sia così perché l'ho vista a 15 anni e per me era come entrare dentro i film. New York si guadagna un post in questa classifica proprio perché rappresenta un immaginario pazzesco che va tramutato in realtà.

2) India
Dicono che non capisci il mondo se almeno una volta non hai visto l'India ed io sono qui che aspetto la mia occasione per conoscere quel luogo grande come un continente.
Se penso all'India la mia mente genera subito una parola: Uttarpradesh. E poi si ferma lì perché non so ancora se sono pronta per quella zona del mondo. Ma lo sarò.

3) Cuba
Io ho avuto la fortuna di scandagliare quell'isola a più riprese. L'ho amata, studiata, capita e le ho parlato come se fosse una persona. Io ho visto Cuba dal 1999 in poi, dopo il periodo especial, e l'ho vista crescere come un bimbo che si vede un mese sì e un mese no.
Cuba è in questa classifica perché non è i Caraibi classici, non è il Centro America e nemmeno il Sud America. E' qualcosa di inimitabile che, a mio parere, va visto in fretta.

4) Brasile
Tra tutti i paesi del Sud America scelgo il Brasile perché... è un colosso e perché è come una macchina del tempo. Quando andai lì mi venne detta una cosa vera e spaventosa allo stesso tempo: "il Brasile di oggi è l'Europa di domani, se le cose non cambiano".
Lì si può passare da un estremo all'altro: dalla bellezza alla favela.
Un viaggio in Brasile è come un viaggio dentro e attorno al mondo.

5) Lapponia
Ho scelto una "nazione-non nazione" per rappresentare il Nord Europa. La Lapponia è come un ponte che unisce le terre nordiche e che ci racconta tanto della bellezza di zone come quelle. E' una parte del mondo che va vista per imparare a capire quanto lineare potrebbe essere la vita se le cose funzionassero bene ovunque. E poi quel profumo di conifere ti accompagna per tutto il viaggio... e non lo si dimentica mai.

6) Il Nunavut (in Canada)
Il Canada mi tormenta da quando ci sono stata la prima volta. E' un po' uno stalker sfuggente con me perché entra nel mio cuore, mi chiama, mi dice "vieni da me" e poi non riesco mai a farlo.
E' una storia d'amore che deve ancora trovare il suo sviluppo... ma lo troverà.
Perché il Nunavut? Perché è la regione eschimese del Canada, perché è il luogo dove vivono gli Inuit ed è ancora selvaggio, puro e aspro.

7) Isola di Man
Lei se ne sta lì quasi anonima tra Gran Bretagna e Irlanda. Eppure è un luogo che ha mille storie da raccontare e poca gente che le sta ad ascoltare.
E' il luogo giusto per capire clima, abitudini, paesaggi, vento, pioggia, cibo e tutto quello che popola le isole britanniche. Anche se amate le moto, evitate il periodo del TT.

8) Cina
Come dicevo prima per il Brasile, anche per la Cina vale la regola della macchina del tempo.
Un viaggio in Cina aiuta a viaggiare nel tempo perché ci trasporta da un passato millenario ad un futuro che da noi non è ancora arrivato. La Cina è un paese che prende le nostre convinzioni culturali e le spezza per riconsegnarcele sotto una nuova forma... e più belle di prima.

9) Africa
Per quanto riguarda l'Africa non impongo nessun paese ma metto la puntina proprio al centro, per sottolineare la scelta libera.
L'Africa è qualcosa di difficile da affrontare a volte e va ponderata e sentita nel cuore.
Io ho vissuto intensamente l'Africa Occidentale e ha saputo raccontarmi molto.
L'Africa va vista perché, sa qualsiasi parte la si testi, ci riporta alle origini di noi stessi. E' la grande Madre.

10) Quel luogo che non sceglieresti mai
L'ultimo luogo è quel posto che non sceglieresti mai perché magari la tua anima non riesce a trovare la giusta sintonia con quella destinazione.
Viaggiare è un po' come scegliere un libro di cui non si conosce nemmeno una parola: ti puoi informare sull'autore, sul perché è stato scritto ma finché non lo leggerai dall'inizio alla fine non puoi giudicarlo.
Lo stesso accade coi luoghi.
Tenete la vostra ultima puntina per quei luoghi che vi fanno dire "non so se fa per me".
Sfidatevi, partire, tornate rinnovati.

(Ps. Secondo me una volta nella vita bisognerebbe andare anche in Svizzera, Nuova Zelanda, Isole del Pacifico e magari anche Est Europa... ma proprio non era bello un post di 13 o 14 punti. Mi perdonate??)

9 commenti:

  1. Le mie 10, in ordine random:
    Roma, perché è sublime e i romani sono meravigliosi
    Camogli, città dell'amore e più bel borgo d'Italia. E tramonti fantastici
    Salisburgo: non è solo Mozart
    Andalusia: l'altra Spagna.
    Provenza: perché tra il Verdon e la Route des Grandes Alpes è una terra che ama noi motociclisti
    Baviera: quando la Germania si italianizza.
    Svizzera: perché la tranquillità, la calma, la pulizia e l'ordine che regnano nella piccola confederazione sono unici. E i laghi, partendo dal magnifico Lemano.
    Venezia: sempre nel cuore
    I laghi italiani: dal Garda passando per il Trasimeno, Albano, Nemi, e poi ancor più giù, e a risalir la china passando per l'Orta. Visitarli, rivisitarli, è un'emozione continua.
    Quello che devo ancora visitare nel modo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per le tue aggiunte!! :)

      Elimina
  2. l'India ce l'ho, moltiplicata per due. Non so se ci tornerei una terza volta... esperienze troppo forti, non solo dal punto di vista umano . Purtroppo le condizioni igieniche sono terrificanti , la seconda volta ho passato un brutto quarto d'ora e mi è rimasto dentro il ricordo. Per me è sicuramente irrinunciabile Venezia, come dico sempre se vinco al lotto mi compro casa lì. Poi l'Irlanda e la Polinesia, i miei sogni nel cassetto, e la Corea perché non si è mai visto che una laureata in coreano non ci sia mai stata... sono stata in Norvegia ma vorrei vedere la Lapponia perciò concordo con te su questo punto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottime scelte... davvero sei laureta in coreano? Avrei mille domande da farti :)

      Elimina
  3. eh si ;) quando mi sono iscritta eravamo in 3!!

    RispondiElimina
  4. Alla Sapienza, all'inizio non c'erano neanche materie sulla Corea e dovevamo fare gli esami sul Giappone per raggiungere i crediti! Poi le cose sono cambiate per fortuna

    RispondiElimina
  5. egli vero comfort è dato dalle piccole cose piccole , non per le cose di lusso...........Agenzie Viaggi India & Tour Operator India

    RispondiElimina
  6. Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne legge solo una pagina..................Viaggio in India & Vacanze in India

    RispondiElimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...