Amsterdam in Inverno

Viaggio ad Amsterdam in Inverno
Picture from Flickr
Un viaggio ad Amsterdam in inverno e, a mio avviso, qualcosa di indimenticabile.
Trovo che il freddo si addica molto a certe città. Amsterdam fa di certo parte di questo gruppo anche se devo ammettere che la Capitale Olandese è fantastica in tutte le stagioni.
Le ho provate tutte, tranne che l'estate. Occorrerà rimediare!
Quando ero piccola passavo un po' di tempo con la mia nonna materna.
Nella sua libreria c'erano tre libri che prendevano particolarmente la mia attenzione di bimba lettrice: Piccole Donne, Piccole Donne crescono e Pattini d'Argento:
Di quest'ultimo adoravo la copertina perché c'erano i pattinatori sui canali di Amsterdam ed io sognavo di poter vivere un'avventura simile.


Successe un giorno, molti anni dopo, che partii per Amsterdam ed era pieno inverno.
Erano i primi giorni di un febbraio dal freddo davvero crudo, almeno in Italia.
Arrivai ad Amsterdam e mi sentii subito benissimo perché l'aria è fredda, pungente, poco umida e pulita. Come piace a me.
Dormivo dalle parti della Leidsplein e, lo ammetto, mi piace un sacco quella zona della città.
La mia zona preferita in assoluto di Amsterdam è il Jordaan ma la Leidsplein è entrata nel mio cuore per essere un insieme perfetto fatto da tanta gente e molto ordine.
Il senso di moltitudine perfetto, secondo me.
Ero arrivata alla Leidsplein camminando con il mio zaino sulle spalle e ammirando ogni piccolo segno d'inverno addosso alla Capitale Olandese.
Ero su qualche ponte della Leidsestraat quando mi fermai improvvisamente e quasi mi arrivarono le lacrime agli occhi: i canali erano ghiacciati... ed io me n'ero accorta solo in quel momento.
Restai lì un po' a guardare tutto quel ghiaccio che, agli occhi di molti, poteva sembrare un gran momento di immobilità della città.
Io ci vedevo dentro Pattini d'Argento e ripensai immediatamente a quel libro sugli scaffali della mia nonna.
La mattina successiva stavo andando in cerca di pancakes e di un buon tea caldo quando ripassai su uno di quei ponti di Leidsestraat.
La mia vista venne attirata da un pattinatore sul canale ghiacciato.
Lo osservai quasi estasiata come chi capisce che un sogno fatto da bimbo può essere realtà.
Il pattinatore arrivò proprio all'altezza del ponte dove ero ferma io.
Si sedette sulle scale che portano dal canale alla strada.
Si tolse i pattini e si mise le scarpe... forse stava andando in ufficio e aveva preso una strada molto alternativa quel mattino.

Io non so se sia legale o possibile pattinare sui canali di Amsterdam:  forse se le condizioni del ghiaccio sono buone, la cosa viene concessa.
Quello che so è quel giorno ho ricevuto un regalo grande.
Perché non capita tutti i giorni di veder materializzata davanti ai propri occhi una fantasia appartenente alla nostra infanzia.
E questo mi fa amare ancora di più Amsterdam in inverno!

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...