Corniglia: la terra di mezzo


Corniglia Cinque Terre
Picture by Angelo Ferraris @500 px.com
Corniglia ... ah mi è tornata in mente giorni fa, chiacchierando con i miei ospiti Scozzesi.
Si parlava di Cinque Terre che sono sempre un must del grand tour in Italia.
Raccontavo loro di quanto ho amato Corniglia e di quanto mi piaccia definirla "la terra di mezzo".
Essa è, in realtà, la terra di mezzo delle Cinque che formano quel meraviglioso luogo che tutti conosciamo. 
Arrivando da La Spezia, prima di lei, si trovano Riomaggiore e Manarola.
Dopo di lei, Vernazza e Monterosso.
Corniglia è lì, placida e tranquilla, arrocatissima su quello sperone di roccia.
Di tutte le Cinque Terre, Corniglia è quella che per conformazione fisica e morfologia mi intriga di più.
Mi sembra davvero un qualcosa in bilico sul mare ma lei è là, arrocata e salda.
Dal treno non si nota ma dal mare si vede benissimo quanto sia impervia e riservata.
Questo piccolo villaggio non è luogo per molti turisti, a differenza di Monterosso e Vernazza.
Scoprii Corniglia anni fa quando, con mio fratello, decidemmo di andare al mare proprio là.
Dalla fermata del treno è sufficiente scendere verso la spiaggia di ciotoli che si trova proprio sotto la stazione e il gioco è fatto.
I ciotoli sono duri sotto la schiena ma sono molto arrotondati e sono gentili a modo loro.
Di questa zona ho amato molto il fatto che il mare si subito molto profondo una volta messi i piedi in acqua. State quindi attenti quando farete il bagno e non rischiate se il mare è troppo mosso e non vi sentiti sicuri del vostro modo di nuotare.
A Corniglia il mare è di un blu intenso capace di avvolgerti.
Questo è un luogo che ti mette alla prova perché le salite sono impervie e non perdonano le gambe di nessuno.
Un giorno decisi di andare verso il paese prima di scendere in spiaggia.
Ci vuole gamba, ci vuole fiato ma una volta arrivati alla Terrazza di Santa Maria lo sforzo viene ripagato in ogni suo centesimo.
Un sorso d'acqua, un po' di focaccia recuperata strada facendo e la spiaggia è a pochi passi.
Certo, in discesa è tutto più facile! 
Ho amato questo luogo e lo ritengo il mio preferito tra i cinque. 
Mi piacerebbe vederla d'inverno, magari in un giorno in cui il mare è in burrasca.

3 commenti:

  1. Io quando sono stato a Corniglia ho visitato il paese ma non la spiaggia, la vedro' la prossima volta...una scusa per un altro giro alle Cinque Terre!

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia le Cinque Terre! Non dimenticherò mai i loro colori... Ci tornerei domani se potessi.

    RispondiElimina
  3. Sono sempre posti magnifici. Ci tornerei di corsa anch'io.

    RispondiElimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...