E' tempo di svegliarsi!

Pronti, partenza,via! E' ora di svegliarsi!
Scrivo questo post mentre sto facendo i bagagli per partire per l'Inghilterra.
Una settimana in quella terra e mi rigenero come non mai.
Pensando all'Italia e all'Italia Turistica ... ce n'è davvero bisogno.

Giorni fa ho visto un documentario sulla storia della Olivetti.
Ne ero molto incuriosita perché sapevo qualcosina a riguardo ma non ero proprio così informata.
L'ho guardato con estrema attenzione e, alla fine del documentario, ero triste come non mai.
Mi sono ritrovata ad ascoltare la storia di un'azienda Italiana, fondata da Italiani, nella provincia Italiana e ho visto in questa azienda tutto il buono che il nostro paese può dare.
La Olivetti rappresentava un'eccellenza assoluta finché un giorno non fu venduta (con molta ingerenza dello Stato). La squadra che aveva inventato la Programma 101 (praticamente il prototipo del PC moderno) venne fatta lavorare in segretezza. Il loro brevetto per un calcolatore domestico venne acquistato dall'azienda per 1$ e rivenduto anni dopo per 900 mila dollari alla HP. Sì, la HP.
Eravamo più avanti della IBM e ci siamo fatti fregare.
L'azienda ha chiuso e la passione di alcuni ingegneri elettronici è rimasta tale e s'è chiusa ora in qualche garage come passatempo per pensionati.
Potevamo avere noi un bel pezzo di Silicon Valley ma, cosa vuoi, tanto ci resta l'arte e il paesaggio!

E qui vi voglio: Arte e Paesaggio non bastano.
Ci vuole voglia di sperare, capacità imprenditoriale, affinità nel guardare avanti e, dulcis in fundo, la volontà di affidarsi a chi certi lavori li sa fare davvero.
Ci vuole anche l'umiltà di pensare che un sito non è una perdita di tempo e un blog non è solo una pagina web.
Non in tutti, ma molti (di quelli che seguo io) hanno dietro di sé un cervello che pensa, agisce, inventa, crea. Io sono brava con le strategie e la scrittura.
C'è chi è perfetto con le foto, chi con la promozione.
E già che ci siamo, non è detto che Internet debba essere sempre sinonimo di gratis, no?
La Rete non è un parco giochi per gente che non ha nulla da fare: questa rete virtuale è un mondo complesso ma che può dare molto.
Internet è capace di aprire le porte ad un sinergia tale da non riuscire nemmeno a metterla giù a parole.
Per comprendere tutto ciò c'è un gran bisogno di aprire gli occhi e far fruttare le relazioni e le capacità di gente che ha tanta voglia di darsi da fare.
Internet è il nostro futuro e va utilizzato nel migliore dei modi.

Per questo nasce E-TourismLab.
Il 25 e 26 Settembre, a Levico Terme, si svolgerà un importante avvenimento che servirà ad aprire gli occhi, speriamo, al mondo dell'ospitalità italiana.
Questa convention vuole creare consapevolezza, conoscenza e connessioni, vuole essere quella sveglia che serve davvero al mercato turistico italiano.
Perché Arte e Paesaggio di certo aiutano, ma nel 2013 non possono certo bastare.
Figuriamoci poi nel 2014, 2015...

3 commenti:

  1. Hai ragione su tutta la linea. Ed è quello che mi ritrovo a pensare soprattutto quando vado all'estero. O quando organizzo un viaggio all'estero. Paesi che paesaggisticamente e non solo possono solo invidiare il nostro e però ci surclassano in strategie di marketing del turismo. In promozione dei luoghi e in capacità di accoglienza.
    Abbiamo molto da imparare. La prima cosa, a mio avviso, è la capacità di fare sistema e di usare la rete (sia virtuale sia reale) per crescere e promuoversi.

    RispondiElimina
  2. Quanto mi piace leggerti in queste riflessioni! Mi ci ritrovo appieno.
    La storia della Olivetti, come quella di tante altre realtà manifatturiere italiane finite a "tarallucci e vino" per usare un eufemismo educato, dovrebbe farci riflettere su dove stiamo andando.
    Abbiamo tanto in Italia; abbiamo arte e paesaggio, abbiamo persone capaci e volenterose, abbiamo CERVELLI. Facciamoli fruttare, perdindirindina, in ogni settore.
    In quello del turismo, con me, sfondi una porta aperta seppure il mio ambito lavorativo mi porti da tutt'altra parte...
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  3. La nostra incapacità in questo campo si rende evidente nel momento in cui si va all'estero e si rimane sbalorditi di fronte a certe sciocchezzuole valorizzate come l'ottava meraviglia del mondo. Noi che potremmo davvero sfruttare oggettive ricchezze stiamo con le mani in mano o, peggio, finiamo con l'abbandonarle.

    RispondiElimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...