Rimini: una casa supergiovane

Rimini
Picture for courtesy of solestatehotels.it
Le vacanze di quando sei super-giovane non si scordano davvero mai.
Io sono sempre stata abituata ad andare in campeggio e non so quante ne abbiamo combinate io e la mia tenda.
Se c'è un concetto che, però, mi scalda il cuore è quello di "Pensione".
Mi ricordo quando ero piccola e vedevo queste pensioncine anni '80, con la gente seduta fuori a chiacchierare la sera.
Mi piaceva il fatto che la gente trovasse una nuova casa dove passare la vacanza al mare.
Ricordo benissimo che chiesi a mia madre la differenza tra pensione e albergo: lei mi disse proprio che la pensione è un po' come stare a casa, ma da un'altra parte.
Gironzolando tempo fa per Rimini mi sono trovata a fare la conoscenza con l'Hotel Sabrina, che ricorda moltissimo quel concetto vintage di Pensione ... trasportata però nel nostro millennio.
Questo luogo è carino, low cost, pulito, comodo e confortevole ma soprattutto adatto a tutte quelle schiere di giovani che se ne vanno in vacanza da soli per la prima volta.
Nel mese di Agosto diventa infatti un luogo d'incontro per molta gente under 30.
Sarà per la posizione centrale, sarà per il buon collegamento tra l'hotel e tutte le attrazioni della zona, sarà perché qui con i giovani ci sanno proprio fare perché ci tengono da matti a questi clienti giovani e lanciati nelle loro magnifiche avventure estive.
Io mi sento super giovane dentro (e infondo lo sono anche) ma forse sarei fuori target in mezzo alle schiere di frequentatori dell'Hotel Sabrina.
Sapere una cosa però? Per un week end vorrei tornare ventenne.
E se potessi scegliere di passare dei gran giorni in Riviera, vorrei davvero avere "quell'altra casa", quella del mare, quella dell'Estate.
E si chiamerebbe proprio Hotel Sabrina.

5 commenti:

  1. Siccome sono super giovane (ahahahahah) mi hai fatto venire una bella idea per il ponte dell'ascensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Lucie... noi siamo ultra-super-giovani!

      Elimina
  2. Bè io da piccola viaggiavo solo con la mia nonna e ovviamente dove mi portava? nelle pensioni. non era male mi ricordo che i pranzi e le cene erano fantastiche e poi conoscevo tutti quelli che ci lavoravano dentro come se fossero miei parenti. Ma soprattutto una volta cresciutella mi ricordo quando scappavo dalla finestra, con mia cugina, della pensione di notte per uscire con gli amici al mare e se tornavamo presto presto la mattina entravamo di soppiatto e il gestore della pensione non diceva nulla e ci copriva. Ricordo la cabina telefonica all'interno con la quale chiamavo i miei (che pensieri romantici)...... Bè io la adoravo :) Che ricordi...che ricordi...belli : ) nel frattempo ne approfitto per farti un salutone bacione dai WYW

    RispondiElimina
  3. Grazie per questo ricordo Iri!
    Vi penso sempre!

    RispondiElimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...