Delizie dallo Yorkshire

Yorkie

Questa sorta di funghetto strano è uno Yorkshire Pudding.
E' una delle delizie più grandi della cucina Inglese e porta con se tutta la tradizione del Nord dell'Inghilterra. Le sue case natali sono due zone dello Yorkshire: una fa capo a York e una fa capo a Leeds.
Ne avevo già parlato tanto tempo fa, raccontandovi quanto buono è.
Gli inglesi tendono a chiamare "Pudding" moltissime cose e non fare l'errore di molti pensando che tutti i pudding siano uguali al black pudding che trovate a colazione.
Quello di solito schifa molti perché si tratta di un sanguinaccio che, a dirla tutta, nemmeno a me piace.
Lo Yorkshire Pudding è sepolto nei miei ricordi un po' come la madeleine di Proust e riemerge ogni qual volta metto piede nel Regno Unito. Non c'è santo che tenga... devo trovare un pub e mangiarne almeno un pezzettino.
Ma di che cosa stiamo parlando?
Non saprei come definirlo... è una pasta soffice cotta la forno che accompagna di solito piatti di carne con tanto gravy. Il Gravy è il sughetto dell'arrosto o un condensato derivato dalla cottura della carne.
Il Pudding di York sostituisce di solito il pane.
Non a caso è nato in una zona dell'Inghilterra dove magari la farina non era troppissima ma dove uova e latte c'erano in gran quantità.
Siamo distanti dalle distese di cereali del sud Est dell'Inghilterra e siamo distanti da porti grossi dove le grandi navi colme di cereali arrivavano.
Ci troviamo però in una terra operosa, dove ha avuto inizio la rivoluzione industriale e dove, grazie a corsi d'acqua, l'industria tessile inglese ha visto la sua nascita.
Siamo proprio in quei luoghi che tutti immaginate quando si parla di storie "alla Dickens" o cose simili al "Piccolo Lord".
La gente si nutriva di molte proteine perchè, grazie all'allevamento, la carne non mancava.
Lo Yorshire pudding nasce proprio per supplire l'esigenza di un "companatico".
Giorni fa ho visto uno dei programmi di Jamie Oliver e la memoria del gusto di questo Pudding mi si è riversata addosso.
Jamie Oliver è fantastico perché ha un modo tutto suo di spiegare le ricette e le rende così semplici da doverle per forza provare.
Così mi sono decisa e Domenica ho sfornato i miei primi 4 Yorkie, come vengono comunemente chiamati.
Vi lascio la ricetta, nel caso voleste portare un po' di England sulla vostra tavola.

INGREDIENTI PER 4 YORKSHIRE PUDDING
  • 3 uova
  • farina
  • latte
  • sale e pepe
Come avrete notato non ho messo quantità.
Il consiglio di Jamie Oliver è di rompere le uova in un contenitore trasparente per vedere a che livello arrivano. Poi si misura lo stesso livello di latte e lo stesso di farina.
Mescolate le uova col latte, sbattendo per bene. Incorporate poi la farina facendo attenzione continuare a sbattere il tutto fino a farvi venire due bicipiti enormi.
Nel frattempo, accendete il forno a 220°, statico, e mettere a scaldare gli stampini, tipo quelli dei muffin. Dentro gli stampini mettete una noce di burro.
Quando il forno sarà caldo e gli stampini roventi, estraeteli e versateci il composto.
Rimettete subito in forno e non aprite più quella porticina per nessun motivo, fino a cottura avventua.
Il composto si gonfierà e se aprirete il forno si affloscerà tutto.

Ci vorranno circa una ventina di minuti.
Lo Yorkshire Pudding viene servito come accompagnamento ad arrosti.


E' perfetto per pucciare la salsina della carne.
Io l'ho servito come antipasto, abbinandolo ad una cremina fresca fatta con formaggio spalmabile, erba cipollina e buccia di limone gratuggiata.
Una delizia!

In Inghilterra non si mangia male.
Si mangia solo molto diverso da quello a cui siamo abituati.
E' o non è uno dei plus di un viaggio quello di andare alla scoperta dei sapori di un luogo?


Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...