Rabadan: Bellinzona festeggia!

Carnevale a Bellinzona
Picture from Varesenews.it
Rabadan: strana parola che deriva dal dialetto dell'alta Lombardia che significa casino, festa grande, chiasso eccessivo.
Fino al 1600 circa, il Ticino non era un cantone Svizzero ma l'ultimo avanposto del Ducato dei Visconti e pertanto era Lombardia a tutti gli effetti.
Ma perché oggi vi parlo di questa cosa?
Perché è martedì grasso e le città Svizzere sono sotto la tutela del Carnevale stesso.
Rabadan è il nome di uno dei più famosi carnevali ticinesi: quello di Bellinzona.
E cosa vuoi mai che facciano gli svizzeri tutti precisi a Carnevale? Si vestono da orologi e cioccolata?
Non direi proprio: tutta la svizzericità precisa sparisce.
Il Carnevale regola giornate, comportamenti, festeggiamenti.
Tutto parte da Giovedì Grasso: il Sindaco di Bellinzona consegna le chiavi della Città al Re e alla Regina del Rabadan.
E da quel momento cambia tutto.
Davvero... nei miei anni svizzeri, ho visto cose che voi umani (non svizzeri o emigrati in Elvezia) non potreste nemmeno immagina.
Ho visto poliziotti chiudere un occhio sul casino immondo.

Ho visto bar serissimi trasformarsi nel fulcro di chissà che perdizione danzante.
Ho visto impiegati integeremmi vestire i panni della propria Guggen e sfilare con la fierezza di un soldato.
Carnevale in Svizzera vuol dire, innanzitutto Guggenmusik.
La Guggen (che si legge Gugghen) è una banda musicale. Non pensate alla solita banda composta di quelle che si vedono nei nostri comuni.
La Guggen è divertimento puro, vestiti strambi, musica pop e tante coreografie da seguire.
La tradizione della Guggen è tipicamente tedesca e risale al sedicesimo secolo.

Il Carnevale Svizzero è il terreno feritle delle Guggen che si sfidano a suon di canzoni marciando per la città. Ogni Guggen poi,  per divertimento e autofinanziamento, mette in piedi un capannone.
Dicesi capannone una struttura coperta dove i simpatizzanti della Guggen vanno a mangiare e a bere.
Parte dei soldi raccolti di solito resta alla Guggen come autofinanziamento.
Festeggiare nei capannoni è un'esperienza bellissima e allo stesso tempo estrema: sai in che condizioni entri ma non sai come e a che ora esci.
La prima volta che festeggiai il Carnevale in Svizzera uscii dall'ufficio e andai diretta a Bellinzona con degli amici e colleghi.

Si sa, quando ci si diverte il tempo scappa via e non ci si accorge di nulla.
Se a questo pensiero aggiungiamo dell'ottimo Merlot Ticinese e della Birra Artigianale Svizzera vien da sé che il tempo non solo fugge, emigra di suo.
Il risultato fu che io e qualche altro collega andammo direttamente in ufficio la mattina dopo.
A quanto pare questa è una pratica molto diffusa e non a caso c'è un boom di richiesta di ferie per il mercoledì delle Ceneri.
Tutti religiosi? Non direi ... tutti seguaci della liturgia del Rabadan.
Dopo i festeggiamenti, le chiavi della città tornano nelle mani del Sindaco.
Tutto torna perfettamente svizzero, ponderato, regolato, stabile, tranquillo.
La follia si assopisce e si mette a riposo, per recuperare le forze in attesa di un nuovo grande e mitico Rabadan che, puntuale, arriverà.


Il Re del Carnevale - foto di cdt.ch
PS: questo post è per Valuita e perché lei mi ha fatto venire in mente questo bel ricordo.

6 commenti:

  1. bellissimo! questo carnevale mi piace... sai che ad un carnevale rionale di Viareggio, un anno, io ed Enri siamo stati tutta la sera a ballare dietro ad una "banda svizzera"? era qualcosa di strepitoso... dai, l'anno prossimo per carnevale a Bellinzona!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Svizzera si trasforma davvero in quei giorni.
      E' tutto magnifico.
      Io non amo il Carnevale ma gli Svizzeri sapevano coinvolgermi!

      Elimina
  2. e ci sono Svizzeri che a carnevale emigrano a Carpi per non sentire troppo Rabadan!!

    Bellinzona viene invasa, chiusa al pubblico (se vuoi divertirti devi pagare), sporcata all'inverosimile e riempita di bisogni fisiologici, ovunque, anche davanti alle entrate di case private.Per non parlare di auto rigate, risse, palpeggiamenti, ecc...
    Ieri in stazione c'era un odore misto di urina e vomito che non ti dico.

    ...Rabadan purtroppo è anche questo...e va detto!

    Troppa gente mediocre che festeggia senza sapersi comportare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo c'è sempre l'altra faccia della medaglia.
      Ma sono felice che ti abbia fatto scappare da me :)

      Elimina
  3. Giovy ma grazie! Sei l'unica persona che sia riuscita a farmi venire voglia di andare in Svizzera, ma a questo punto assolutamente per il martedì grasso!

    RispondiElimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...