Landing in Bristol

Bristol volo low cost


Come promesso, eccoci a Bristol, splendida cittadina molto universitaria e viva in quel del South West England. Per la precisone, Bristol fa provincia a se... o meglio dovrei dire che è una county e una LUZ, ovvero Large Urban Zone. Curiosità locale, gli abitanti di Bristol sono detti ciderheads, per il molto sidro che viene prodotto nei dintorni della città. E' di sicuro uno dei centri principali della zona e lo si capisce benissimo dal grande aeroporto servito da non so quante compagnie low-cost e non.

Per quel che mi riguarda, anche Bristol sola varrebbe un viaggio. Negli anni '90 la città è stata culla di un movimento musicale pazzesco che includeva (e include) artisti magnifici quali i Massive Attack, Tricky e i Portishead. Il mio sogno, ve lo confesso, è quello di girare per la città e trovare Beth Gibbons che fa la spesa. Ma cosa posso fare io se ho voglia di un viaggio e l'unico volo che ho trovato per le mie tasche mi porta in quel di Bristol?

Semplice, puoi fare molte cose. La prima, in assoluto la più semplice e immediata, è passare un paio di giorni a Bristol e poi prendere un bel treno che in massimo 20 minuti mi porterà a Bath. Eh già cari amanti di Jane Austen! Se volete buttarvi a pesce nel magico mondo della letteratura più inglese che c'è e nella vita di una donna mitica, il vostro approdo è proprio Bristol. Tempo fa parlavo con una persona che, per andare a Bristol atterrava a Londra e si faceva due ore di treno. E tutto questo con un volo diretto a portata di mano. Ho promesso che in questa rubrica parlerò di Inghilterra e solo di England ma non posso esimermi dal dirvi che atterrare a Bristol è il modo migliore e più immediato per raggiungere Cardiff e il Sud del Galles. E ho detto tutto.

La ridente cittadina di Bristol è fornitissima in quanto a passaggio di mezzi pubblici
In circa un'oretta e mezza, da lì, si hanno due destinazioni coi fiocchi, in tutte le stagioni. La prima è Stonehenge che si può raggiungere approdando in quel di Salisbury direttamente in treno. Fantastico: due piccioni con una fava ovvero uno stone circle magnifico e la cattedrale che custodisce la Magna Carta.

Tutti pensano a Londra come atterraggio per queste destinazioni ma Bristol, udite udite, è più vicina! Un altro bel gioiellino Bristol-near è una vera e propria chicca della campagna Inglese: sto parlando dell'Exmoor National Park, dove passeggiando vi sembrerà di essere dentro ad un quadro di Turner e di Constable

E per tutti gli amanti delle cose buone, dalla nostra patria dei ciderhead è facilissimo raggiungere Cheddar, il regno del formaggio più inglese che c'è. Ci vuole circa un'oretta di autobus ed è una gita che, volendo, si può fare in giornata ritornando alla sera diretti in città, magari per andare in cerca di qualche localino per fondersi col Bristol sound.

Last but not least, da Bristol, in circa mezz'oretta poco più, si arriva in quel di Gloucester, città molto antica (fondata dai romani, si vede dal nome), dove troneggia una cattedrale da far paura e tante viuzze pazzesche dove trovare ogni genere di pub. E da Gloucester il passo è davvero breve e si sconfina in Galles ... lo so, ce l'ho sempre in mente.

Non a caso sconfino perché vi voglio far concludere questo viaggio in quella che è la perla del sud ovest della Gran Bretagna. Siamo appena appena dentro ai confini del Galles, per pochi kilometri. Davanti a noi c'è Tintern Abbey, La Basilica con le lettere maiuscole, dove risuonano ancora le magnifiche parole di quell'uomo che io adoro: William Wordsworth.

E in nome del buon vecchio William io vi lascio qui in mezzo alla bellezza più grande. Dove andremo mercoledì prossimo? La Giovy Airlines atterrerà a ... Leeds!!

This is England, baby!

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...