Irlanda: Go west

Viaggio in Irlanda
Picture by Kevin Gillmor @500px.com
L'Irlanda, si sa, è un paese che rientra nella wish list di molti.
Non occorre che sia io, quindi a ricordarvi, quante cose belle ci siano da vedere e quanto quel territorio sia da esplorare.
Io arriva sull'Isola di Smeraldo in tempi non sospetti, forse nella preistoria di molti viaggi (era il 2000), in un periodo in cui su internet c'erano poche informazioni e dovetti, pertanto, farmi mandare del materiale con la cara vecchia posta.
Non so voi, ma a me quelle cose piacevano molto perché, considerata la mancanza di Google Maps, c'era un senso di sorpresa che era uno spettacolo.
Quando io e il mio amico Michele giungemmo sull'Isola, uno dei primi consigli che ricevemmo fu un qualcosa fatto di due piccole parole: Go West!
Ci disse così il tipo della reception del nostro primo ostello a Dublino, dove dormivamo al cospetto del Dart che passava spessissimo.
Pazienza per i treni, quello che ci inquietava era un tipo che dormiva nella nostra camerata e che se ne stava spesso e volentieri steso sul letto con gli occhi aperti sbarrati.
Allucinante! 
Anyway... il consiglio che di dette l'omino dell'ostello ci incuriosì un po' perché veniva continuamente avvallato da tanta gente che si incontrava viaggiando.
Go west, ascolta me ... go west.
A dir la verità, un bel po' di Est occupò la nostra strada ed io lo trovai incantevole.
Un bel giorno, da Cork, prendemmo un bel bus che attraversò, grazie ad un ferry, la foce dello Shannon.
Fu un momento di puro amore tra me e quel territorio.
Cominciai a capire quel rapporto speciale tra la terra, l'oceano e il vento forte.
Quella traversata durò poco ma il tempo fu sufficiente per me per aprire un bel portone a quel West Ireland che tanto mi avevano decantato.
Poco dopo mi fermai sulle Scogliere di Moher e credo che loro fecero il resto.
Il tutto venne poi sugellato dalla vista del Burren che col vento sembra proprio litigare tutti i giorni.
Lì, dalle parti di Lisdonvarna che capii davvero quanto bello potesse essere un luogo.
Quindi se avete in programma di partire per l'Irlanda e passarci molti giorni (questo è un disclaimer fondamentale) ricordatevi della prima, sana e vecchia regola di chi vuole visitare l'Irlanda: Go West.
A questa imprescindibile regola io ne aggiungo una mia, che vale per l'Irlanda ma anche per tanti altri paesi bellissimi: travel outiside of the box.
Ovvero, viaggiate (se potete) fuori dai momenti comuni.
Sfidate le stagioni e i tempi non convenzionali.
Non abbiate paura del freddo, dell'inverno o dell'autunno che si trascina dietro tanta pioggia.
Non pensiamo ai nostri viaggi come se esistesse solo l'Estate.
Purtroppo siamo spesso "schiavi" (passatemi la parola) di ferie prefissate e di tempi casa/scuola/lavoro.
Malgrado ciò, diamo respiro ai nostri viaggi anche in tempi non "conformi".
L'Irlanda, fuori da quella conformità, sarà capace di grandi cose per voi!

8 commenti:

  1. concordo... go west... I love coonnemara... abbestia!

    RispondiElimina
  2. @Silvia: verissimo. E' super magico!

    RispondiElimina
  3. Io sono schiava di ferie prefissate, non per mia volontà, ma il sistema mi obbliga in questo senso. Tra le tante idee per le vacanze di quest'estate c'è l'Irlanda in pole, e nel caso, coglierò il tuo consiglio e andrò a West! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Vale.
      Anch'io ho poche possibilità di variare il periodo di ferie estive.
      In ogni caso metti in preventivo la marea degli italiani ma non permettere a niente e nessuno a di rovinarti l'atmosfera! :)

      Elimina
    2. Marea di italiani? :( Quindi se il periodo fosse proprio quello di Ferragosto potrei rischiare di venire sommersa??

      Elimina
  4. Go West e di corsa! :D Io vivo a Dublino e non posso far altro che concordare aggiungendo però che oltre alle Moher, troooooppo turistiche, c'è molto di più e di più bello! :D Lisdonvarna è il perfetto niente che sintetizza la bellezza dell'Irlanda ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Veru: oh che bello, un commento che arriva proprio dall'Isola di Smeraldo.
      Questo mi fa felice.
      La tua definizione di Lisdonvarna è perfetta.
      Grazie mille per aver lasciato le tue orme qui.

      Elimina
  5. Ricordo, come fosse ieri, il B&B nella periferia di Galway, una sola notte perche non c'era posto.... Dimenticai il pigiama. Il pomeriggio successivo me lo portarono nel secondo B&B, piegato e impacchettato. Grande popolo!

    RispondiElimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...