The House of Manannan

Visitare l'Isola di Man
© 2013 Gianluca Vecchi - The House of Mananann
Questo post si basa sul concetto che non si dovrebbe mai e poi mai sottovalutare certi luoghi né tanto meno i musei che vi si trovano.
Eccoci di nuovo sull'Isola di Man e più precisamente a Peel, che è un luogo davvero sorprendente per molti motivi: è un villaggio di pescatori carinissimo, è importante per la storia dell'Isola e vi si trova The House of Manannan.
Sull'Isola di Man ci sono 4 colonne portanti (anche se sarebbero infinite) per comprendere bene la storia dell'Isola.
La prima è Manx Museum (gratuito) e si trova nella capitale Douglas; la seconda colonna è, per l'appunto, The House of Manannan a Peel.
Poi non possiamo dimenticare Tynwald Hill, di cui vi ho già parlato.
L'ultima colonna (ma solo in questa breve lista) è il Villaggio di Cregneash, raccontato sapientemente da Gian un po' di tempo fa.
Tutti questi luoghi sono stati allestiti e aperti per raccontare l'isola di Man nella sua essenza.
Non sono solo Musei o luoghi visitabili per passare il tempo. Lì si impara veramente molto.
Quella mattina pioveva come non so cosa.
Abbiamo beccato due giorni pesantemente piovosi sull'Isola di Man: quando andammo a Castle Rushen e questa mattina che vi sto raccontando.
Decidemmo di sfruttare il nostro abbonamento dell'autobus (20£ per una settimana, viaggi illimitati) per tornare a Peel e sfangare il brutto tempo dentro il Museo che portava appunto il nome di House of Mananann.


© 2013 Gianluca Vecchi - Manannan
Manannan è un Dio importantissimo per la mitologia celtica e soprattutto per l'isola di Man.
Manannan Mac Lir, ovvero figlio del mare, un dio capace di mutare forma, aspetto, capace di coprire con il suo mantello di nebbia tutta l'isola affinché fosse invisibile ai nemici.
La sua casa, questo museo, altro non è che un percorso molto interattivo alla scoperta delle epoche storiche dell'Isola. Visitandolo non si acquisiscono solo nozioni su di un'Isola poco conosciuta da noi in Italia ma si comprende davvero il valore che l'incontro di due popoli diversi ha portato con sé attraverso i secoli. Celti e Vichinghi sono le due parti della spina dorsale dell'Isola di Man e grazie a questo Museo possiamo entrare nel loro quotidiano e capire com'è avvenuta la fusione di due popoli tanto diversi.
Il Museo racconta l'isola fino a giorni nostri e vi potrete stupire di quanta gente ha visto la luce sull'Isola di Man: navigatori, soldati, gente che ha esplorato il mondo.
Questo luogo non è solo un'esposizione. E' un racconto da vivere.
Menzione d'onore alla barca vichinga perfettamente riprodotta all'interno del museo.
Questa barca ha viaggiato veramente da Peel alla Norvegia, per celebrare il Millennio dalla fondazione vichinga del Tynwald (succedeva nel 1979).
La Odin Raven è davvero uno spettacolo.
© 2013 Gianluca Vecchi - La Odin Raven

2 commenti:

  1. che fantastico nome "Odin Raven" veramente bellissimo :=) è incredibile come tu mi abbia portato alla scoperta di questa isola e della sua storia!!! Evviva ai drakkar ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ve l'ho già detto... vi ci vedrei su quell'Isola :)

      Elimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...