Kalajoki: la costa finlandese ad immagini lente

Finlandia Kalajoki
Questa ignobile foto è mia  - © 2012 Giovy
Eravamo in Finlandia da giorni e c'era la nostra continua esigenza di spostarci verso Nord.
L'obiettivo era la Lapponia, la sua pace e tutta la fiaba che porta con sé.
Fare tutta una tirata da Helsinki a Rovaniemi era un po' poco fattibile soprattutto perché noi volevamo godercelo il paesaggio scandinavo e quindi si era deciso di viaggiare un po' con lentezza.
Non tanto quella dell'auto, anche se in Finlandia i limiti sono rigidi e conviene rispettarli.
Era la lentezza bella che sta dentro gli occhi che vogliono conquistare, immagine dopo immagine un luogo.
Mi capita spesso quando viaggio di voler fotografare con la mente il luogo in cui sono.

Mi dico sempre "chissà mai se ci torno" e per ora la Finlandia è rimasta un unicum incredibilmente bello.
Quel giorno viaggiavamo da Rauma (dove ci fu la mitica storia degli orsetti) fino ad Oulu.
560 Kilometri per gustarsi il Golfo di Botnia.
La parte che dà sul Golfo di Botnia è la parte più Svedese della Finlandia.

La cara Suomi-Finland è una nazione davvero eterogenea: ugro-finnica per lingua, svedese per molti secoli, russa per un tot di periodi. E' davvero un meltin pot di esperienze culturali e linguistiche.
Questo si vede proprio nella toponomastica di alcuni luoghi.
I luoghi che danno sul golfo di Botnia hanno spesso alcuni nomi "svedesizzanti" tipoVaasa.
Spesso passammo cartelli di ingresso alle città dove i nomi erano ancora bilingue.

Lo svedese un po' mi salvava in Finlandia.
Il Finlandese è davvero strano e diverso da qualsiasi lingua io sia in possesso.

Non avevo appigli.
Spesso però, le etichette dei cibi o le vie erano scritte in svedese e, memore della filologia germanica, arrivavo un po' ovunque. Gian dice che io sono la donna delle ipotesi ma quell'ipotizzare i significati delle parole spesso in viaggio m'ha salvato.
Percorrre la strada che costeggia il Golfo di Botnia è davvero un viaggio in sé e potrete stupirvi della bellezza dei mari del Nord.

Spesso si pensa alla spiaggia caraibica o a quella dei mari del Sud.
Sicuramente hanno il loro fascino ma io voglio rivalutare quelle del Grande Nord.
Per questo, durante quel viaggio, facemmo una pausa molto bella a Kalajoki.
Kalajoki è un luogo "un po' antico" per la Finlandia.
Ci sono tracce di essa già dal XVI Secolo perchè era un porto commerciale e una parrocchia di riferimento.
Già lo spiegai parlando del Tynwald dell'Isola di Man: parrocchia per le genti nordiche è più un concetto civile che religioso ed è sinonimo di comunità di vità, di intenti messi assieme.
Da molto tempo è considerata un'attrazione turistica per la sua spiaggia di sabbia finissima.
Io non ci credevo prima di vederla ma la sabbia sembrava quella di Cuba, solo un po' più scura.
Me ne rimasi a piedi scalzi un pomeriggio, in quel di Kalajoki.

L'acqua non era così fredda come immaginavo.
C'era il vento e ridevo di me: in pantaloni corti, t-shirt e sciarpa avvolta mille volte sul mio collo per via del vento. I capelli poi... non parliamone.
Camminavo con i piedi nell'acqua avanti e indietro quella sabbia finissima.
Me ne restai un po' in solitudine seduta tranquilla.
Era davvero un luogo pieno di pace.
La Costa Finlandese mi aveva conquistata ed io sognavo di poter abitare, almeno per un po' in una di quelle casette rosse di legno che si vedevano sul fondo della spiaggia.
Tastavo con mano, per la prima volta, la grandezza della qualità della vita scandinava dove ambiente, intenti, possibilità e realizzazione si fondono anche nel più piccolo dei villaggi.
Era Estate, il sole non tramontava mai.
Sarei curiosa di tornare a Kalajoki ora ... magari per arrivare in spiaggia con gli sci da fondo.

5 commenti:

  1. Io sogno ancora adesso di vivere in una casetta rossa in riva al mare o ad un lago in qualche paese Scandinavo :)

    RispondiElimina
  2. La Finlandia ci manca....ed è strano questo fatto dal momento che era uno dei primi luoghi nordici in cui sarei voluta andare, un po' credo che sia stata colpa della sindrome di cui tu parlavi nel post sulla Scozia.
    Con questo post raggiungi l'apice della mia stima ;) nonché invidia ihhihi

    RispondiElimina
  3. @Rose: è un'immagine che davvero conquista il cuore di molti. Io lo farei subito

    @Wyw: succede che il Karma del viaggi faccia questi scherzi!! Vedrai che incontrerai la tua Finlandia!

    RispondiElimina
  4. :-) bello, ma non so se potrei tollerare la non alternanza luce/buio...

    Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'estate è davvero intensa e interessante.
      D'inverno non te lo so dire ma vorrei provare!

      Elimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...