Aspettarsi il mare, ricevere bellissima terra

La Spezia Entroterra Ligure
Foto di ikeharel
Succede quando dici Liguria e pensi subito a pesce, mare cristallino, focaccia, 5 terre.
Succede davvero e non c'è niente di male in tutto questo; non c'è niente di male nell'identicare una regione con ciò che la fa conoscere di più al mondo.
Personalmente, quando dico Liguria penso alla provincia di La Spezia e questo perché, anni fa, ci trascorrevo molto tempo e perché lì vive uno dei miei fratelli.
Complice una brandina a casa sua, mi sentivo libera di prendere il treno e raggiungere l'estremo est ligure quando volevo: primavera, estate, autunno, inverno.
E' bello potersi appoggiare a qualcuno: ti concedi la possibilità di tornare spesso in quel luogo. E non è poco per chi vuole scoprire ogni angolo di mondo.
Ho adorato il mare che sono riuscita a conoscere nelle mie varie giornate spezzine.
Quello che però non mi aspettavo era di innamormi dell'entroterra di quella zona.
Perché quando pensi alla Liguria pensi al mare... ma davanti a quel mare c'è molto, molto di più.
Tante volte, girando con mio fratello, guardavo a tutti i borghi arrocati sulle cime dei colli o monti che dir si voglia.
Li osservavo e chiedevo ripetutamente di come si chiamassero, di cosa ci fosse.
Poi sono andata ad esplorarne uno. Quel posto è Vezzano Ligure.
Ho gironzolato per le viuzze inerpicate di questo paesino di 7000 anime più volte e, ad ognuna di esse mi stupivo di qualche angolo che si palesava davanti ai miei occhi.
Di storia ce n'è molta su quelle strade, Storia grande e famosa e storia piccola di gente comune.
E' proprio quello che andavo cercando io: un gatto su di una finestra, una persona che stendeva i panni, un sorriso o lo stupore colto per caso.
E dopo Vezzano mi sono stupita con Follo, dove le mie gambe si sono allenate per bene tra salite e discese di ogni genere.
Gerare per l'entroterra spezzino è una bella occasione per allenare le nostre gambe in modo non indifferente.
Molto di più di esse, saranno i nostri occhi, le nostre emozioni e i nostri cuori ad allenarsi perché è proprio in questa "Italia Minore" (che minore non è) che si nasconde la più bella essenza del nostro paese.
C'è la genuinità in questi borghi ed la bellezza di mostrarsi per come si è realmente.
Lo stupore continua poi a tavola perché questa parte della Liguria non è seconda a nessuna in quanto a cibo.
Lo Spezzino è una terra di confine, con tutti gli annessi e connessi che ciò si porta dietro.
Ed io amo i confini, le linee che permettono alle culture non di dividersi ma di mescolarsi come mai in altre occasioni accade.
La cucina tipica di questa zona vi porterà ad assaggiare testaroli e panigacci (soprattutto in Val di Vara e nella zona di Podenzana) proprio come si fa nella zona di Aulla e in alcune parti della Lunigiana.


I panigacci (si chiamano testaroli nella loro versione cotta in pentola come se fosse pasta) sono delle forme di pasta cotta nel forno a legno e schiacciato sotto dei testi (da qui il nome) pesanti che danno loro la forma simile a quella di una piadina. La ricetta prevede che siano impastati semplicemente della farina, del sale, dell'acqua.
Niente di più semplice, niente di più antico, niente di più buono.
I testaroli vengono cotti in acqua e conditi con pesto o olio e formaggio.
Nella versione asciutta, ovvero come panigacci, vengono mangiati con quintali di salume e stracchino.
Spettacolo puro!

 Ciò che maggiormente ricordo con piacere dell'entroterra spezzino è il colore verde dei boschi perchè sembra un verde così diverso dal resto del bosco appenninico che conosco.
Sarà l'umidità del vicino mare, sarà il clima che di sicuro è molto diverso da quello continentale del nord Italia, sarà semplicemente il sole... quello che è vero è che l'entroterra è capace di stregare al pari della zona costiera. Almeno ha stregato me.

17 commenti:

  1. per me che vivo ormai lontano da un po', vedere queste immagini.. non puoi capire che effetto mi fa.. è proprio bello leggere i tuopi post, quando parli dell'Italia mi aiuti a sentirmi sempre un po' a casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E a me pensare che tu sia in Svizzera mi fa sorridere. :)
      Grazie per il tuo commento

      Elimina
  2. Madonna Santa che fameeeee....
    W la Liguria, viva Varazze ed i miei ricordi di vacanze estive da bambino! :-)

    RispondiElimina
  3. W tutti i ricordi di viaggio!

    RispondiElimina
  4. Più che del mare, io in Liguria mi sono innamorata delle Cinque Terre. La loro fama internazionale è più che comprensibile! E proprio in un pub al quale non avresti dato nemmeno un centesimo, abbiamo assaggiato un piatto che ora cuciniamo molto frequentemente: il tegame alla vernazzana *_*
    Mi unisco a nikoteatime nel gridare: che fameeeeeeee...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro anch'io le Cinque Terre. La mia preferita è Corniglia

      Elimina
  5. Ma sai che non ho mai sentito parlare di panigacci, sono molto ignorante in materia, e ora ne vorrei un po' sotto entrambe le forme ;) che bella l'ultima foto, sembrano i biscotti gelato ;=)

    RispondiElimina
  6. Più che biscotti, prova a pensare a qualcosa di simile alla piadina... o giù di lì. Occorrerà organizzare una gita er farveli assaggiare.
    Io, di certo, non mi tiro indietro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi neanche guarda ;) siamo sempre pronti a mangiare ;) e ovviamente a viaggiare!!

      Elimina
  7. La mia Liguria, grazie per questo post dedicato a questi paesini e alla cucina del luogo!
    Bacetti Giovy!

    RispondiElimina
  8. Complimenti per l'articolo, io vivo in Liguria, a La Spezia ed amo particolarmente l'entroterra.. che invece molti italiani snobbano.. Le case nell'entroterra ligure , ne trovate alcune qui http://www.italiapervoi-casa.it sono sempre più acquistate da inglesi ed abitanti del nord europa che la preferiscono per relax e per i prodotti tipici come l'olio e dove la vita costa meno rispetto alla costa. Vivere in questi luoghi anche solo in case vacanze, permette inoltre di non rinunciare al mare, che dista a pochi Km e soprattutto godere di viste mozzafiato..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per il commento.
      Io adoro l'entroterra della zona di La Spezia proprio per quella sua "occupazione" straniera ... e anche perchè resta un luogo magico.

      Elimina
    2. bella anche La Spezia.. il profumo del mare e dell'entroterra :)

      Elimina
  9. Ogni tanto ci vado a camminare, lontano dalla folla delle 5 terre...

    RispondiElimina
  10. Ma dai! Se apro la finestra ho Follo di fronte! Sono contenta ti sia piaciuta la zona in cui vivo! E i panigacci...che buoni! Prenoterei stasera stessa in val graveglia! ;)
    www.giornirubati.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ohhh non mi parlare di val graveglia perché parto subito!! Mio fratello poi abita lì vicino. Che voglia di panigacci!

      Elimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...