Quella strana cosa che si chiama Distanza


C'è quello strano concetto che è la Distanza.
Questo è uno di quei post in cui ragiono ... e post come questi sono davvero frutto di ogni viaggio che ho fatto e sono alimentati da tutti i kilometri che, in 34 anni della mia vita, ho smaltito sulla mia pelle.
Essendo figlia di due genitori girovaghi, ho cominciato ad andare "distante" subito. E non ho mai smesso.
Anni fa, quando sono entrata in quella magica era che è "la ventina" ho viaggiato davvero in ogni modo, occasione, tempo e spazio.
I miei anni dai 20 ai 30 sono stati fondamentali per molte cose: lavoro, studio, vita, indipendenza e tanto altro. Sono stati quegli anni in cui ho conosciuto tantissima gente che fa parte tutt'ora della mia vita e una di queste persone è la Fra, la mia migliore amica.
Spesso io e lei parlavamo del concetto di distanza: lei filosofa, io storica... sapete che cosa ne veniva fuori?
Avevamo trovato un nostro personale "limite" che segnava uno stacco netto tra quello che è distante e quello che non lo é. Ci ragionavo l'altro giorno, non so perché, quando pensavo alle città italiane nate nel medioevo.
Viaggiavo dal Veneto fino in Emilia e osservavo, quasi a volerle imprimere nella mia mete, le colline che da Vicenza arrivano fino al Garda circa. Su quelle colline potrete notare un casino di castelli, torri, torrette.
Alcuni, come Soave, sono conservati benissimo. Altri molto meno, ed è un peccato.
Guardavo quelle costruzioni e ragionavo sul fatto che, dall'Antichità Romana fino al Rinascimento, le città veniva tutte costruite ad un giorno di cammino di  distanza l'una dall'altra.
Prendete le città sulla via Emilia, ad esempio. Sembrano fondate a distanza prefissata perché quei km che le separavano erano percorribili a piedi in circa un giorno. Dove per giorno si intende dall'alba al tramonto.
Con l'avvento del trasporto e le sue relative evoluzioni, ovviamente, il concetto di distanza è cambiato e cambierà in continuazione negli anni che abbiamo davanti. La distanza non è mai un qualcosa di fisso.
E' un concetto in totale divenire per sua propria natura.
Oddio... mi sembro Eraclito di Efeso.
Panta Rei o non Panta Rei che dir si voglia, ciò che è distante per me potrebbe non esserlo per qualcun altro.
Parlando di me, ho capito che un  luogo comincia ad essere distante quando si trova ad un'oretta e mezza circa da me.
La cosa comica è che non importa quale sia il mio mezzo di trasporto.
Un'ora e mezza vuol dire vicino.
Che si tratti di Milano in treno o Londra in aereo o non so dove ... se ci metto un'ora e mezza io non riesco a dire che è distante.
Per altri è ben diverso. Forse esiste qualcuno che dice che entro le tre ore è vicino e chi dice che dopo un'ora di viaggio è già lontano.
Siccome sto ragionamento mi intriga, e non poco, vi chiederei di darmi una mano perché vorrei capirne qualcosa in più sulla natura umana dei viaggiatori o degli appassionati di viaggi.

Allora vi chiedo di dirmi cosa per voi è distante e se, per qualche motivo, nella vostra vita avete ampliato o ridotto il concetto di distanza.
E soprattutto mi chiedo ... la distanza è una spinta a viaggiare di più?

7 commenti:

  1. Bellissimo post, Giovy, sarà che anche io ho studiato Filosofia...
    Per me la distanza è davvero una spinta a viaggiare di più in quanto sinonimo di diversità, di conoscenza di nuove prospettive.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La distanza è costantemente legata alla mia anima.
      Un giorno mettiamo giù un trattato come si deve...

      Elimina
  2. Adesso che mi ci fai pensare, il mio concetto di distanza varia a seconda di cosa io trovo nel posto in questione. Se è un posto che amo o se in quel posto c'è gente che amo, niente è distante, neanche se dovessi metterci 24 ore di viaggio in aereo.

    RispondiElimina
  3. Nulla è distante...
    Alle volte si può esserlo anche quando sei a due passi di distanza...

    Bellissimo post Giovy.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  4. Per me dipende molto... se viaggio e con me ci sono le persone che amo, nulla è distante. Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  5. Vedo che per tutti è molto variabile.

    Grazie a tutti per le risposte e grazie per leggermi sempre

    RispondiElimina

Benvenuto in questo mondo fatto di viaggi e di emozioni.
Siamo tanto felici se ci lasci un commento!
Gli Anonimi non ci piacciano e se ci spammi ti scateniamo contro Torchwood

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...